Tonylight – Name dropping

Milano - 14/11/2017 : 14/11/2017

Il rendez-vous bisettimanale del martedì sera dedica questo appuntamento all’arte visiva e trasforma il TOM. in uno psichedelico spazio espositivo dove la progettazione artistica si fonde con la produzione musicale e a sperimentazione sonora si manifesta attraverso dispositivi led RGB che emettono una luce colorata in continua mutazione.

Informazioni

  • Luogo: TOM
  • Indirizzo: Molino delle Armi angolo Via della Chiusa - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 14/11/2017 - al 14/11/2017
  • Vernissage: 14/11/2017 ore 19
  • Autori: Tonylight
  • Generi: arte contemporanea, serata – evento

Comunicato stampa

Il rendez-vous bisettimanale del martedì sera dedica questo appuntamento all’arte visiva e trasforma il TOM. in uno psichedelico spazio espositivo dove la progettazione artistica si fonde con la produzione musicale e a sperimentazione sonora si manifesta attraverso dispositivi led RGB che emettono una luce colorata in continua mutazione.

Le opere di Tonylight sono accumunate da una relazione sinestetica tra luce e suono. Dalla musica l’artista fa partire lo sforzo di riappropriazione della tecnologia che, attraverso la costruzione di sintetizzatori artigianali, diviene nella sua arte un manufatto unico comandato manualmente


In mostra Tonylight presenta tre sculture formate da una sequenza di led RGB che riproducono l’idea di ordine in contrasto al caos e alla libertà. I led originariamente sincronizzati si modificano progressivamente verso un disordine. Premendo il pulsante reset il ciclo luminoso riparte. Un suono accompagna l’opera, un ronzio che corrisponde alle frequenze dei diversi colori. L’opera dal titolo Piero Manzoni a Varsavia è collegata ad un gameboy progettato dall’artista che produce suoni in grado di modificare le frequenze dei diversi colori.

performance musicali
alle
19.15 | 20.00 | 20.45 | 21.30

_____________________________________

Antonio Cavadini aka Tonylight: designer di formazione, si avvicina all’arte lavorando come assistente di Francesco Vezzoli, collabora con il collettivo Otolab dal 2004 come musicista e costruttore di dispositivi hardware audio e video. Ha sviluppato e commercializzato numerosi synth tra cui Leploop, Lumanoise, Multicassa, Psicoscopio e 808 Cymbal Drone Generator. È docente presso l’accademia NABA di Milano e tiene diversi concerti ed esposizioni in festival e fiere nazionali ed internazionali di arte e musica.

______________________________

mostra in collaborazione con Giorgia Quadri