ST_ART per tutti – Parlare con le mani

Venezia - 10/05/2014 : 10/05/2014

Arte contemporanea e lingua dei segni: una performance basata su una combinazione inedita per imparare a parlare d’arte in modo diverso.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO GRASSI - FRANCOIS PINAULT FOUNDATION
  • Indirizzo: Salizzada San Samuele 3231 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 10/05/2014 - al 10/05/2014
  • Vernissage: 10/05/2014 ore 15
  • Generi: performance – happening, serata – evento
  • Orari: > 50 segnanti, performance Inizio della performance dalle 15 alle 17, ogni mezz’ora > atelier Girotondo LIS Durata: 1h30 Si richiede la prenotazione: T 041 2401 304 oppure: [email protected] 2401 304 Prezzi: 1 atelier euro 8; un Carnet valido per 5 atelier: euro 35 (Riduzione del 50% per i titolari di membership card) Per saperne di più: www.palazzograssi.it.
  • Uffici stampa: PAOLA C. MANFREDI STUDIO

Comunicato stampa

Sabato 10 maggio dalle ore 15.00, è previsto un doppio appuntamento per tutti a Palazzo Grassi, dedicato all’arte contemporanea come crocevia di linguaggi diversi.

In collaborazione con l’ENS di Mestre, sarà presentata una vera e propria performance interattiva, ideata e condotta da Anna Ramasco e realizzata da un gruppo di 50 sordi segnanti che invaderanno gli spazi dell’atrio del museo all’interno della grande installazione di Doug Wheeler, la suggestiva opera da cui prende avvio la mostra “L’Illusione della Luce” curata da Caroline Bourgeois



Lo spazio onirico bianco dell’ambiente di Wheeler sarà via via riempito dai performer che accoglieranno i visitatori avvolgendoli in un crescendo sempre più rapido e fitto, sino a colmare l’intera area. All’interno dell’opera i performer interagiranno con i visitatori, interpretando suggestivi schemi prestabiliti senza smettere mai di segnare, creando un effetto che sorprenderà il pubblico, facendo vivere a tutti un’esperienza coinvolgente e inaspettata all’interno di uno spazio già di per sé disorientante.

La performance inizierà alle ore 15 e sarà poi replicata 5 volte ogni mezz’ora, sino alle 17.

La giornata vuole essere un’occasione per sottolineare l’impegno e l’attenzione che Palazzo Grassi rivolge al tema dell’accessibilità, mettendo a punto strumenti di inclusione e di accoglienza, a disposizione del pubblico gratuitamente.

Il 2014, in particolare, si è aperto con un’importante novità nell’ambito del calendario st_art per tutti dedicato alle famiglie, ogni sabato pomeriggio: a oltre un anno dall’introduzione della presenza fissa, disponibile senza costi aggiuntivi, di interpreti LIS, si è deciso di dedicare un appuntamento mensile alla Lingua dei Segni, proposta non come strumento di servizio ma proprio come tema centrale dell’attività didattica.

In parallelo alla performance, si terrà il laboratorio per bambini Girotondo LIS in cui i giovani partecipanti, udenti e non, sono invitati a individuare in ciascuna sala della mostra una parola-chiave.
Questa parola viene tradotta con il segno LIS corrispondente e la somma dei segni viene alla fine combinata in un girotondo comune, dando vita a una performance-racconto in una lingua diversa.

st_art è davvero per tutti
Da più di anno, tutti gli appuntamenti st_art sono accessibili anche a bambini e famiglie non udenti grazie alla presenza di un operatore in Lingua dei Segni Italiana (LIS), formato sia per segnare che per accompagnare - insieme agli altri bambini - anche i sordi. Questo servizio, completamente gratuito e reso possibile grazie alla collaborazione di Veasyt e Ca’ Foscari, permette di raggiungere l’obiettivo dell’inclusione: i non udenti sono liberi di partecipare alle attività senza dover segnalare la disabilità.

Cos’è st_art per tutti?
Giunto alla sua quinta edizione, il programma di attività didattiche st_art, ampio progetto di avvicinamento e comprensione dell’arte contemporanea che ogni anno la Fondazione François Pinault dedica al mondo dell’infanzia e della scuola, mette settimanalmente a disposizione delle famiglie un calendario di laboratori e atelier per bambini dai 4 ai 10 anni, facilmente accessibili su prenotazione. Ogni sabato pomeriggio, alle 15.00, nella sede di Palazzo Grassi o di Punta della Dogana, i bambini sono invitati a diventare protagonisti di un’avventura sempre nuova e sempre diversa, alla scoperta dell’arte contemporanea.
Gli atelier st_art forniscono chiavi di lettura e di conoscenza dei linguaggi artistici contemporanei per permettere a tutti di fruire in modo costruttivo e stimolante delle opere di una delle collezioni più importanti del mondo.

st_art e il programma di accessibilità
st_art sviluppa un progetto che mira a garantire la completa accessibilità delle attività dei due musei a ragazzi e famiglie non udenti, non vedenti e ipovedenti (in costruzione), sia singoli che in gruppi scolastici.
Convinti che dal confronto e dallo scambio di esperienze nascano nuovi spunti per alimentare la creatività e migliorare l’offerta, la François Pinault Foundation sviluppa questi servizi con la collaborazione di esperti e consulenti (Veasyt e Ca’ Foscari per i non udenti, Lettura Agevolata e Tactile Vision per gli ipovedenti e non vedenti) e con lo scambio di idee insieme a musei e istituzioni culturali già attive in questo campo (Castello di Rivoli, Torino; MamBo, Bologna; Palazzo delle Esposizioni, Roma e molti altri ancora).

> ascoltare con gli occhi
Ogni visita, atelier o percorso previsto dal programma st_art viene svolto anche in LIS (Lingua dei Segni Italiana). Tutte le scuole che lo desiderano possono prenotare il servizio, completamente gratuito. Tutte le attività rivolte alle famiglie organizzate ogni sabato pomeriggio vedono la presenza di un interprete in LIS, a disposizione dei bambini e delle famiglie gratuitamente e senza necessità di prenotazione.

> vedere con le mani (prossimamente)
Il progetto rivolto ai visitatori non vedenti i ipovedenti mette a disposizione nel museo e sul suo sito web una serie di strumenti che permettono di preparare la visita, approfondire la storia dell’edificio.