Spime.Im – Zero

Milano - 31/03/2022 : 31/03/2022

seconda edizione di Art Encounters, un format di eventi dedicati al mondo dell’arte contemporanea, sul tema del corpo e dell’elettricità.

Informazioni

  • Luogo: VOLVO STUDIO MILANO
  • Indirizzo: Viale della liberazione ang, Via Melchiorre Gioia, 20124 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 31/03/2022 - al 31/03/2022
  • Vernissage: 31/03/2022 ore 21
  • Generi: performance – happening
  • Uffici stampa: LIGHTBOX

Comunicato stampa

Art Encounters al Volvo Studio Milano
Electric Body
Volvo Studio Milano ospita la seconda edizione di Art Encounters, un format di eventi dedicati al mondo dell’arte contemporanea, sul tema del corpo e dell’elettricità, promosso da Volvo Car Italia e curato da Mara Sartore.
Gli incontri avranno luogo da marzo a giugno 2022.
SPIME. IM
ZERO
Performance
Giovedì 31 marzo 2022, ore 21:00
“Non c’è modo di accorciare il presente, questa grande sospensione, ora siamo costretti ad affrontarla

Viviamo nel tempo ZERO, e per definizione non ha una durata nota.” - SPIME.IM
Durante i giorni di apertura della fiera d'arte milanese MIART, prosegue il ciclo di eventi Art Encounters al Volvo Studio Milano, intitolata “Electric Body” e pensato appositamente per Volvo Car Italia. Protagonisti della serata saranno gli artisti SPIME. IM con la loro performance “ZERO". Il collettivo artistico, composto da Davide Tomat, Gabriele Ottino, Marco Casolati e Matteo Marson, indaga, attraverso progetti transmediali, l’estetica dei linguaggi derivati dall’affermazione della realtà digitale. Gli artisti utilizzano la tecnologia, l’arte 3D e la musica elettronica per tessere esperienze audio-video immersive che esplorano i confini dell’identità, della corporeità e della percezione, in un mondo in cui il nostro alter ego virtuale assume posizioni sempre più intense, performanti e totalizzanti.

“Immagina il presente come un punto di non ritorno. La fine. Un viaggio instabile nella realtà attraverso una sequenza di immagini. I rifiuti sono la degradazione della materia. In una deflagrazione improvvisa, i pixel che compongono il nostro universo iniziano a sfaldarsi e a mescolarsi tra loro. I confini diventano indistinguibili. Dal micro al macro, dalle abitudini umane ai percorsi delle stelle, ogni elemento della realtà che percepiamo viene tritato e ogni piccola particella fa parte di una zuppa digitale primordiale. Alla fine, tutto si comprime fino a trasformarsi in un nucleo luminoso e il nostro sguardo sarà lanciato in un viaggio senza fine attraverso infinite dimensioni parallele. Zero è un viaggio dimensionale attraverso lo spettro dell’umanità.” - SPIME. IM


SPIME. IM nasce come gioco di parole tra il concetto teorizzato da Bruce Sterling – lo Spime per la nota, oggetto che può essere tracciato nello spazio e nel tempo per tutta la durata della sua esistenza – e la contrazione dell’inglese “I am”. Se l’Essere è dunque l’Oggetto dell’intreccio tra il reale e il virtuale, allora diventa possibile creare nuovi immaginari che si trasformano in ambienti immersivi e spazi narrativi in cui artificiale e naturale, scienza e umanità, immaginazione e realtà si compenetrano, dando vita a nuovi confini da esplorare, per sperimentare la propria coscienza e ciò che, seppur invisibile ai nostri occhi, ci circonda e ci influenza. Di recente hanno presentato la loro performance “Exaland” a festival internazionali di elettronica e audiovisivo come Club to Club (Torino) e LEV (Madrid) ed Ars Electronica.

Il programma proseguirà fino a giugno 2022 con il collettivo Masque e con il performer Michelangelo Miccolis. Oltre la scienza, l’arte diviene mezzo di comunicazione per raccontare la relazione tra corpo ed energia elettrica, creando momenti di ricerca e di comunicazione con il pubblico in grado di evidenziare gli effetti benefici e spettacolari di questa convivenza.
Come appendice al programma si terrà un incontro intitolato “NFT e arte, bolla o rivoluzione?” per riassumere e spiegare in cosa consiste il fenomeno degli NFT e come influenzerà il mondo dell’arte.
Attraverso gli Art Encounters, Volvo racconta sé stessa proiettando al contempo gli scenari della mobilità di domani: un viaggio verso il futuro espresso attraverso pratiche artistiche significative. I valori cardine del marchio Volvo sono Sicurezza e attenzione all'Ambiente in funzione della Sostenibilità e ad essi sono finalizzati innovazione e ricerca. Volvo pone al centro della propria azione il rispetto della Persona intesa come individuo, la cui centralità è affermata sia nelle strategie sia nelle azioni concrete intraprese dalla Casa. Tale approccio ha come scopo quello di realizzare intorno alla Persona le condizioni per la migliore esperienza possibile sulla base di un'interazione evoluta con l'ambiente circostante. Per questo Volvo declina i propri valori anche in termini di azioni concrete e di partecipazione attiva nella società. In tale contesto s'inquadra l'attività del Volvo Studio Milano, raffinato ambiente di ispirazione scandinava nel quale il pubblico incontra Volvo e i suoi valori attraverso un programma di eventi culturali articolato su temi di fondo quali, ad esempio, Arte e Musica.
Evento promosso da:
Volvo Car Italia
Volvo Studio Milano
Viale della Liberazione angolo Via Melchiorre Gioia, Milano
Le performance avranno inizio alle ore 21:00 si prega dunque di arrivare per tempo in modo da esibire il green pass e prendere posto. Dato il numero di posti limitato s’invitano i giornalisti e il pubblico a confermare la propria partecipazione.
Nel rispetto delle norme di sicurezza anti Covid-19, l’accesso avverrà esclusivamente fronte alla presentazione del Super Green Pass.