Ren.con.tre 2012

Bologna - 19/04/2012 : 10/05/2012

Accademia di Belle Arti di Bologna e déjà.vu presentano la sesta edizione di ren.con.tre, programma di incontri dedicati al panorama artistico italiano a cura di Lelio Aiello, Sergia Avveduti e Paolo Parisi.

Informazioni

  • Luogo: ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BOLOGNA
  • Indirizzo: Via Delle Belle Arti 54 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 19/04/2012 - al 10/05/2012
  • Vernissage: 19/04/2012 ore 12
  • Generi: performance – happening, serata – evento
  • Orari: Teatro dell'Accademia di Belle Arti di Bologna | via delle Belle Arti 54 NICO VASCELLARI (talk, 19 aprile, h 12), MARIO AIRO' (talk, 26 aprile, h 12), BERT THEIS (talk, 10 maggio 12, h 12) CASABIANCA, CRUDO, EX-BRUN, INTERNO 4, SANT'ANDREA DEGLI AMPLIFICATORI, CHARLOTTE BEAN, FAUVE! GEGEN A RHINO, UNA (talk+live concert, 3 maggio, h 14>19)
  • Email: info@dejavu-bo.it

Comunicato stampa

Accademia di Belle Arti di Bologna e déjà.vu presentano la sesta edizione di ren.con.tre, programma di incontri dedicati al panorama artistico italiano a cura di Lelio Aiello, Sergia Avveduti e Paolo Parisi.

Da sempre incentrato su una lettura trasversale dell'arte italiana anche quest'anno ren.con.tre porta a Bologna artisti di respiro internazionale

Durante questa edizione presenteranno i propri percorsi artistici autori nati in tre decenni successivi, Bert Theis, Mario Airò e Nico Vascellari, per offrire al pubblico e soprattutto alle nuove generazioni di studenti che ha Bologna si cimentano con lo studio dell'arte contemporanea un confronto diretto con autori i quali, nella diversità delle proprie poetiche, ben rappresentano l'attualità della ricerca artistica del nostro paese.

Quest'anno, a completare il programma di incontri, si è pensato ad una giornata speciale durante la quale si darà la parola ad alcune realtà espositive nate a Bologna negli ultimi anni, progetti culturali che rendono vivo il panorama non istituzionale della città ideati, nella maggior parte dei casi, da ex studenti dell'Accademia di Bologna: Casabianca, Crudo, Ex-Brun, Interno 4, e Sant'Andrea Degli Amplificatori. Una giornata a chiusura della quale si esibiranno dal vivo i gruppi musicali Charlotte Bean, Fauve! Gegen a Rhino e UNA.

Il primo incontro si terrà il 19 aprile con Nico Vascellari, artista visivo e musicista (frontman dei With Love appartenenti alla scena del noise punk). Musica, video, scultura, installazione e performance sono gli strumenti creativi che Vascellari utilizza e plasma a suo piacimento in un unico linguaggio espressivo, specchio di una continua osmosi tra arte e vita. Nella sua poetica possiamo trovare uno stretto rapporto con la natura e una certa fascinazione per i rituali, lo spiritualismo e le pratiche di culto arcaiche.

Il secondo appuntamento, il 26 aprile, vede come protagonista Mario Airò che crea spazi e situazioni utilizzando oggetti, immagini, testi, suoni e fonti luminose giocando sulla delicatezza, sull'effetto incantatorio, rivolgendosi all'immaginazione e all'intuizione, a volte messa alla prova del pubblico, per trasformare gli ambienti espositivi in spazi mentali e avvolgenti. I suoi lavori sono caratterizzati da un ampia gamma di raffinati riferimenti culturali che includono letteratura, cinema e storia dell'arte.

Il 3 maggio sarà l'occasione per incontrare i fautori di alcuni recenti progetti culturali bolognesi, Casabianca, Crudo, Ex-Brun, Interno 4, Sant'andrea Degli Amplificatori, che spaziano dall'organizzazione di mostre ed eventi performativi, alla comunicazione eventi, all'ideazione e gestione di spazi di incontro e confronto sulle arti contemporanee. A seguire si darà spazio alla musica con un concerto live di tre gruppi presenti sulla scena musicale italiana Charlotte Bean, Fauve! Gegen a Rhino e UNA, progetti che vedono come protagonisti alcuni studenti iscritti all'Accademia di Bologna, giovani che affiancano allo studio delle arti grafiche e visive la pratica professionale di linguaggi sonori.

Ultimo incontro, 10 maggio, sarà quello con Bert Theis, artista nato in Lussemburgo ma adottato da Milano dove vive e lavora dal 1992, e dove ha dato vita insieme ad altri artisti, scrittori, curatori e musicisti a Isola Art Center, luogo di incontro, condivisione culturale di spazi e realtà urbane. Bert Theis è tra gli artisti della sua generazione che intorno agli anni '90 hanno iniziato a operare nei contesti pubblici sviluppando strategie operative inserite in contesti urbani e legate a modalità relazionali. "Il presupposto di una società dell'accellerazione e della sovraccumulazione fa da sfondo comune alle opere di Bert Theis che cercano di porsi al suo interno come aree interstiziali, zone di sosta o piattaforme per il relax, capaci di coagulare temporaneamente piccole comunità di persone con esplicito riferimento alle isole felici, all'utopia delle terre ferme, all'esotico, alle vegetazioni tropicali".

déjà.vu è un progetto dell'associazione culturale aritmia. In bilico tra didattica ed esposizione, produzione e formazione, realizza progetti che si inseriscono nel dibattito sull'arte del presente. Porta avanti una ricerca che include artisti, studenti, pubblico e luoghi, in una dimensione dialogica e partecipativa e si pone principalmente come progetto di ricerca e sperimentazione dei linguaggi.