Premio Ferreri Costruzioni

Torino - 04/12/2014 : 04/12/2014

Va in scena a Torino la prima edizione del Premio istituzionale ideato e realizzato dall’impresa edile Ferreri Costruzioni Premio Ferreri Costruzioni Opere architettoniche eleganti e sostenibili.

Informazioni

Comunicato stampa

Giovedì 4 dicembre alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino si svolgerà la premiazione di sei architetti progettisti nelle categorie Industriale, Commerciale, Ristrutturazione, Residenziale e Work in Progress.

Nasce a Torino il Premio Ferreri Costruzioni, ideato e realizzato dall’impresa edile Ferreri Costruzioni, membro del Collegio Costruttori Edili – Ance Torino, in partnership con una rete di aziende leader nel settore dei materiali per l’edilizia: Abete, Antares, Bivetro, Casaoikos, Cierre Impianti, Emmeti Isolanti, Gruppo Icos, Idrosanitaria, Luceper, Mdm Impianti, Osa Allumino e Sommo Fratelli


Il Premio Ferreri Costruzioni è stato istituito al fine di incentivare la realizzazione di sempre più progetti con caratteristiche di efficienza energetica ed eleganza architettonica. Per l’edizione 2014, il riconoscimento è attribuito a sei architetti che si sono distinti nelle realizzazioni di Ferreri Costruzioni dal 2007 a oggi.
L’evento di presentazione e la premiazione si svolgeranno giovedì 4 dicembre 2014, dalle 19, alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. Durante la serata, tra il buon cibo, l’intrattenimento di Radio One Lab e la musica di Claudio “Clod” Chiavegato, direttamente dal festival Movement 2014, Ferreri Costruzioni assegnerà un premio per ogni settore di intervento dell’impresa.
Nella categoria Industriale, il Premio è riconosciuto all’Arch. Martina Tabò per la progettazione dello stabilimento Ilti Luce, a Torino. Il progetto “La fabbrica della luce” presenta un polo industriale di 10mila mq che nell’architettura rispecchia il core business dell’azienda grazie al giusto equilibrio tra illuminazione e colore.
Nella categoria Ristrutturazione, il Premio è assegnato all’Arch. Pietro Carlo Pellegrini per aver riportato allo splendore originario “Villa Benvenuti”, dimora storica a Rivarolo Canavese (Torino). Il progetto di ristrutturazione è stato arricchito da alcuni interventi pregevoli, in particolare dall’impianto di una piscina nel piano mansardato.
Nella categoria Commerciale, il Premio è attribuito all’Arch. Monica Semeraro per lo studio della Farmacia “Gastaldi”, a Milano: nel progetto “La farmacia in senso contemporaneo”, una architettura di interni accattivante si è unita ai principi del marketing e del merchandising. I dettagli architettonici ricercati, realizzati poi con finiture di pregio, hanno reso i locali accoglienti e organizzati per sviluppare al meglio le logiche commerciali.
Nella categoria Residenziale, il Premio è attribuito all’Arch. Emanuela Maffei e all’Arch. Lodovica Roncaglione per il progetto “Riqualificazione Ex Falegnameria”, un laboratorio nella precollina torinese convertito in abitazione privata. Una casa dallo stile contemporaneo che







ricorda l’architettura industriale originaria dell’edificio, di fine Ottocento, e che raggiunge l’eccellenza prestazionale con moderne tecnologie sostenibili, dalla geotermia agli aspetti acustici e di aerazione.
Nella categoria Work In Progress è premiato l’Arch. Marco Luciano, attualmente impegnato in un grande progetto edilizio con Ferreri Costruzioni a Torino: “Residenza Ferrucci 36” è un edificio di nove piani con venti unità abitative. L’efficienza energetica degli appartamenti è di classe A e la struttura è dotata di area verde interna, con parcheggio sotterraneo.
«È una grande gioia per me e per il mio staff – ha dichiarato Giacomo Livio Ferreri, Amministratore di Ferreri Costruzioni e patron del Premio - poter attribuire questo nostro riconoscimento ai professionisti che maggiormente si sono distinti nella progettazione dei lavori eseguiti con noi. Abbiamo fortemente voluto questa manifestazione perché siamo convinti che sia importante, in un periodo di così difficile quadratura, saper riconoscere invece un’opportunità di crescita. Con questo premio, vorremmo inoltre incoraggiare i professionisti a lavorare su progetti sostenibili, innovativi, che sappiano migliorare l’assetto architettonico del territorio nel pieno rispetto sia della sua storia sia delle normative».
I vincitori del Premio Ferreri Costruzioni, edizione 2014, avranno l’occasione di assaporare per un giorno la magia della cucina stellata: saranno accolti dagli chef Davide Scabin al Combal.Zero di Rivoli (Torino), Carlo Cracco al Ristorante Cracco di Milano, Enrico Crippa al Piazza Duomo di Alba (Cuneo) e Matteo Baronetto al Ristorante del Cambio (Torino).