Poetics. Libri d’artista del Novecento

Milano - 16/11/2017 : 04/12/2017

In occasione della sesta edizione di Bookcity Milano, l’Accademia di Brera in collaborazione con la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, il Museo della Permanente e l’Archivio Franco Sciardelli Editore presenta Poetics. Libri d’artista del Novecento.

Informazioni

  • Luogo: ACCADEMIA DI BRERA
  • Indirizzo: Via Brera 28 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 16/11/2017 - al 04/12/2017
  • Vernissage: 16/11/2017 ore 11
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: Mostra anche presso Museo della Permanente e Stamperia 74b in Bisceglie.
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

In occasione della sesta edizione di Bookcity Milano, l’Accademia di Brera in
collaborazione con la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, il Museo della Permanente
e l’Archivio Franco Sciardelli Editore presenta Poetics. Libri d’artista del Novecento.
Il progetto espositivo si svolge in tre diverse sedi con tre diversi intenti, ma si raggruppa
sotto un’unica più ampia ricerca sulla poetica e in particolare sul rapporto tra editoria e
arte, tra scrittori e artisti, tra immagine testuale, scrittura e culture visive.
La mostra nella Sala Napoleonica dell’Accademia di Brera ospita quattordici volumi
della Collezione Loriano Bertini della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

In
questa sede si è voluto indagare la pratica della collezione, tematica già approfondita in
altre occasioni dall’Accademia. Il focus della mostra è inoltre sulle diverse tipologie di
libri d’artista pubblicati nel corso del XX secolo, dando maggiore attenzione ai livres de
peintres. Da Picasso, Duchamp, Cy Twombly sino a Giulio Paolini le poetiche del 900 e
della contemporaneità sono esemplificate anche mediante un dispositivo espositivo che
“scompagina” il libro per mostrarlo nella sua (parziale) completezza di testo e immagine.
Il Museo della Permanente accoglie invece due preziosi volumi di Fausto Melotti editi
da Franco Sciardelli. Queste pubblicazioni avranno come contorno numerose opere su
carta, con lo scopo di mostrare un aspetto dell’artista meno conosciuto. Uno sguardo
altro e più attento sulla poetica di Melotti.
Grazie all’impegno e alla passione di Ivan Pengo, Sara Ruggeri e Mazdak Faiznia è
stata possibile la realizzazione di una mostra interamente dedicata all’artista Mimmo
Paladino. L’artista, noto anche come uno dei protagonisti della Transavanguardia, è
contemporaneamente soggetto/oggetto di una inedita serie di fotografie di Ferdinando
Scianna esposte negli spazi della Stamperia 74b. La stamperia è anche sede dell’Archivio
Franco Sciardelli Editore. I volumi esposti sono infatti tutti nati dal profondo rapporto
tra Paladino e l’editore siciliano emigrato a Milano in giovane età.
La sesta edizione di Bookcity è quindi imperdibile occasione sia per bibliofili che per
esperti d’arte di vedere e conoscere aspetti meno noti di artisti e scrittori, ma anche
di avvicinarsi all’intimo legame tra collezionista e opere; ma soprattutto del sottile e
complesso rapporto tra testo e immagine.
Il progetto nasce dall’idea dell’Accademia di Brera curata dagli studenti del Biennio
specialistico in “Visual Cultures e pratiche curatoriali”, promosso dalla Biblioteca
Nazionale Centrale di Firenze, dal Museo della Permanente, dall’Archivio Franco
Sciardelli Editore, dall’Associazione Milano Printmakers e FFF - Faiznia Family
Foundation.




Sala Napoleonica - Accademia di Belle
Arti di Brera
via Brera 28, Milano
16 novembre - 4 dicembre 2017
inaugurazione 16 novembre ore 11.00
ingresso gratuito



Museo della Permanente
via Turati 34, Milano
16 novembre - 19 novembre 2017
inaugurazione 16 novembre ore 10.00
aperto tutti i giorni dalle ore 9.30
alle ore 19.30
ingresso gratuito


Spazio 74b
via Bisceglie 74/b, Milano
16 novembre - 30 novembre 2017
inaugurazione 16 novembre ore 16.00
aperto dal lunedì al venerdì
9.00-13.00, 14.00-18.00
ingresso gratuito

(crediti foto: Mimmo Paladino e Arthur Rimbaud, AEIOU, Milano, Franco Sciardelli – 2005, 24x35 cm, ed. di num. 150 esempl, 120 arabi, XX cifre romane e 20 ad personam, esempl. per Franco Sciardelli. Courtesy Michele Argnani) .