Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi

Vicenza - 05/10/2018 : 03/02/2019

La stagione espositiva autunnale delle Gallerie d’Italia di Vicenza è dedicata alla mostra fotografica Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIE D'ITALIA - PALAZZO LEONI MONTANARI
  • Indirizzo: Contrà Santa Corona 25 - Vicenza - Veneto
  • Torna alla mappa
  • Quando: dal 05/10/2018 - al 03/02/2019
  • Vernissage: 05/10/2018 ore 19
  • Generi: fotografia
  • Orari: Da martedì a domenica dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso alle 17:30). Chiuso il lunedì.

Comunicato stampa

La stagione espositiva autunnale delle Gallerie d’Italia di Vicenza è dedicata alla mostra fotografica Paparazzi. Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi.

Realizzata da Intesa Sanpaolo, su progetto ideato da CAMERA – Centro Italiano per la fotografia, l’esposizione costituisce una ricognizione di un fenomeno importante sia per la storia della fotografia, sia come punto di riferimento per l’indagine della società contemporanea, ricostruendo allo stesso tempo momenti storici e aspetti di costume, in una continua riflessione sui ruoli e le funzioni del linguaggio fotografico



Partendo dagli anni Cinquanta, quando a Roma si forma in modo del tutto indipendente un gruppo di fotografi d’assalto che prendono di mira in particolare i protagonisti del mondo del cinema – con scatti di Tazio Secchiaroli, Marcello Geppetti, Elio Sorci, Lino Nanni, Ezio Vitale e indimenticabili immagini di Anita Ekberg, Ava Gardner, Walter Chiari, Richard Burton, Liz Taylor – il percorso della mostra segue i mutamenti della società e degli stessi mezzi di informazione, che si esplicano in un’attenzione più voyeuristica (un esempio per tutti, quello di Jackie Kennedy, autentica icona della stampa di costume e scandalistica), dedicata sempre più alle figure di potere, politico e non solo.

Sono esposti anche i lavori di alcuni artisti contemporanei che prendono spunto dalla produzione dei paparazzi, riportando immagini colme di ironia e innescando un gioco di inganni e specchi, come nel caso di Alison Jackson e la sua Marilyn Monroe immaginaria.
Informazioni