OutDoor – Silvia Giambrone

Palermo - 08/10/2011 : 08/10/2011

Prevista una nuova installazione per “OutDoor. Eventi a cielo aperto”, a cura di Helga Marsala, che si va ad aggiungere alle due già presenti tra il giardino e il cortile di Palazzo Riso: “Bosco elettrico”, wall painting fluorescente di Francesco De Grandi, e “Observatorium (Blu.Tally)”, l’architettura effimera di Paolo Parisi, che irradia suono e luce.

Informazioni

Comunicato stampa

Sabato 8 ottobre
Giornata del Contemporaneo

Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia
corso Vittorio Emanuele 365 – Palermo


Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia aderisce alla settima Giornata del Contemporaneo dell’Amaci: sabato prossimo (8 ottobre) il Museo sarà aperto gratuitamente dalle 10 a mezzanotte, con un programma di visite guidate – una ogni ora, dalle 10 alle 22 - alla mostra in corso, “Sotto quale cielo?”, curata da Daniela Bigi.
Alle 17.30, il tradizionale appuntamento del sabato per i più piccoli: il laboratorio gratuito “Tutti a tavola

Carta, colori e stoffe sono i nostri ingredienti”, per bambini dai 4 agli 11 anni stavolta sarà dedicato a comporre una mastodontica tavola “sui generis”. Muffins, ciambelle, torte su carta e stoffa, pasticcini giganti che i bambini potranno decorare e colorare.

Prevista una nuova installazione per “OutDoor. Eventi a cielo aperto”, a cura di Helga Marsala, che si va ad aggiungere alle due già presenti tra il giardino e il cortile di Palazzo Riso: “Bosco elettrico”, wall painting fluorescente di Francesco De Grandi, e “Observatorium (Blu.Tally)”, l’architettura effimera di Paolo Parisi, che irradia suono e luce. La nuova installazione, con inaugurazione alle ore 20, è firmata da Silvia Giambrone, artista di origini siciliane, romana d’adozione, che fa parte dell’archivio di S.A.C.S. Sportello per la promozione degli artisti siciliani creato da Riso. L’opera, dal titolo Dichiarazione d’amore, completa scenograficamente l’allestimento che ha preso vita tra luglio e settembre in questa porzione del giardino. Silvia Giambrone, tra le più interessanti artiste emergenti italiane – reduce da una doppia personale con Liliana Moro presso la galleria Paolo Deanesi di Rovereto – porta avanti una ricerca di grande intensità emotiva e concettuale, in cui convivono grazia e forza, incisività e delicatezza, crudeltà e poesia. Attraverso installazioni, sculture e opere video, l’artista indaga dinamiche affettive e relazionali, meccanismi relativi al linguaggio e alla comunicazione, complesse tematiche di natura esistenziale.

Alle 21, nel cortile di Palazzo Riso, “ae”, performance audio-video di Hatori Yumi, che rappresenta un nuovo step nel linguaggio creativo dell’artista e producer siciliano. Le forme astratte che connotano solitamente i set di Yumi, non scompaiono del tutto ma vengono alterate da immagini legate al paesaggio metropolitano: luci degli uffici, traffico caotico, folla che anima le strade delle città. Intenzionalmente conciso, “ae” – inedito per il pubblico - sfrutta l’impatto di suoni che abbracciano una gamma molto ampia di frequenze, dai bassi profondi, al limite massimo della soglia di udibilità.

CAPPELLA DELL’INCORONAZIONE

“ConGIUNZIONE”
progetti urbani per RISO Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia

Sempre per la Giornata del Contemporaneo, a pochi passi da Riso, alla Cappella dell’Incoronazione (via Incoronazione 11) alle 18,30 si inaugura la mostra didattica “ConGIUNZIONE,” del corso di Progettazione architettonica e urbana (Architettura, Università di Catania, sede di Siracusa) guidato da Marco Navarra.
“ConGIUNZIONE”, realizzata in collaborazione con il Museo Riso di Palermo, offre l’occasione per ripensare i materiali didattici di un intero semestre: disegni, modelli e foto raccontano i passaggi più significativi del laboratorio di progettazione architettonica.
La mostra è divisa in due sezioni: INNESTI: le installazioni presentano, attraverso modelli e disegni, quattro progetti urbani per Palazzo Riso, quattro variazioni per un possibile ampliamento del Museo. L’esposizione è caratterizzata da maquette evocative in ceramica, disegni e quattro modelli in dettaglio che descrivono con precisione ciascun progetto. WORK IN PROGRESS: Si tratta del lavoro creativo a monte che anticipa l’elaborazione di ciascun progetto. La sezione permetterà di entrare nel laboratorio di architettura, dai disegni preliminari all’edificio finito nel suo uso.

La mostra sarà aperta fino all’8 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.30, mercoledì anche dalle 15.30 alle 18.30.

S.A.C.S.

Palazzo Riso, a Palermo, ospita alla Galleria S.A.C.S., la personale “Vis à Vis” di Paolo Parisi e nella sede presso la Fondazione Brodbeck (via Gramignai, 93 a Catania), "Collaterali evidenze" di Annalisa Furnari
Info: www.fondazionebrodbeck.it