Open Studios dei borsisti 2014

Roma - 27/03/2014 : 27/03/2014

Prima importante tappa dell’anno accademico di Villa Massimo. Lungo il Viale degli Artisti nel parco di Villa Massimo i borsisti 2014, arrivati a febbraio a Roma, aprono gli atelier e presentano il loro lavoro al pubblico.

Informazioni

  • Luogo: VILLA MASSIMO - ACCADEMIA TEDESCA
  • Indirizzo: Largo di Villa Massimo 1-2, 00161 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 27/03/2014 - al 27/03/2014
  • Vernissage: 27/03/2014 ore 19
  • Generi: serata – evento

Comunicato stampa

Giovedì, 27 marzo 2014, dalle ore 19.00, all’Accademia Tedesca Roma Villa Massimo hanno luogo gli Open Studios, la prima importante tappa dell’anno accademico di Villa Massimo. Lungo il Viale degli Artisti nel parco di Villa Massimo i borsisti 2014, arrivati a febbraio a Roma, aprono gli atelier e presentano il loro lavoro al pubblico.

PROGRAMMA DALLE ORE 19.00 ALLE 21.30:
Mostre, installazioni, musica e letteratura

Arte Visiva: Eli Cortiñas presenta delle installazioni video fra cui Confessions with an open curtain (2011, Confessioni a tende aperte). Annika Larsson fa vedere due lavori video

In BLIND (2011) l’artista osserva un gruppo di giocatori di calcio non vedenti durante una partita, mentre BLUE (2014), un’opera found-footage, è una storia dell’Europa di oggi, raccontata attraverso corpi e movimenti, che hanno perso il controllo. Il fotografo Hans-Christian Schink mostra le pubblicazioni di cinque progetti da lui realizzati e inoltre presenta le sue immagini con una presentazione power point. Nasan Tur espone lavori degli ultimi anni, fra cui video e fotografie.
Architettura: Jan Fabian Edler ha fondato nel 2000 insieme al fratello Tim Endler realities:united come studio for art and architecture e da allora realizzano installazioni artistiche e ibride su scala urbana e architettonica. L’architetto mette in mostra una selezione di lavori terminati e di altri ancora in progettazione.
Composizione: L’opera Rollende Wolken gezogener Flügel (2010) di Hanna Eimermacher, interpretata dai musicisti della Internationale Ensemble Modern Akademie all’Opera di Francoforte, viene presentata con una proiezione video. Vito Žuraj espone i suoi particolari spartiti e consente l’ascolto dei suoi brani tramite registrazioni o esibendosi all’occorrenza al pianoforte.
Letteratura: Oswald Egger si presenta al pubblico attraverso un intervento metapoetico in lingua tedesca.

Arti pratiche: Il regista e sceneggiatore Jan-Ole Gerster proietta scene dal suo film Oh Boy (2012, Oh Boy – un caffè a Berlino) in lingua tedesca con sottotitoli in italiano. Il gruppo Major Minors, composto da Florian Menzel (tromba), Igor Spallati (contrabbasso), Philipp Schaeper (batteria) e Christopher Colaço (pianoforte), suona estratti dalla colonna sonora del film.