Naked City Project

Roma - 13/01/2013 : 13/01/2013

Primo incontro di preparazione alla missione fotografica su Roma “Naked City Project”. Durante l’incontro saranno proiettate le immagini dei progetti fotografici di Naked City Project, ma anche immagini sulle missioni fotografiche storiche e il documentario di Gianfranco Rosi “Tanti futuri possibili”, un giro di “Raccordo” in macchina con il compianto Renato Nicolini.

Informazioni

  • Luogo: MATTATOIO
  • Indirizzo: Piazza Orazio Giustiniani 4 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 13/01/2013 - al 13/01/2013
  • Vernissage: 13/01/2013 ore 16-20
  • Generi: presentazione, incontro – conferenza
  • Sito web: http://blog.fotografiafestival.it

Comunicato stampa

Su iniziativa di Macro e Comitato NCP domenica 13 gennaio 2013 (ore 16-20 presso il Macro Testaccio - Piazza Orazio Giustiniani, 4) si terrà il primo incontro di preparazione alla missione fotografica su Roma “Naked City Project”. La storia della fotografia è stata fortemente influenzata da imprese collettive che vengono definite “missioni fotografiche”

Le prime e le più note sono la “mission Héliographique” in Francia (1851), per il censimento del patrimonio storico, e la Fsa americana (Farm Security Administration, 1935-1944), che ha svolto il delicato compito di sostenere il New Deal roosveltiano perlustrando gli effetti della “grande depressione” sulla provincia Usa. In seguito ce ne sono state molte altre, da Città del Messico all’Île de France, all’Emilia Romagna, a documentare le profonde trasformazioni che hanno investito i territori nella seconda metà del Novecento. L’unica iniziativa di questo genere che si era svolta fino ad oggi a Roma è la Rome Commission, curata dal Festival della Fotografia di Roma con un approccio prevalentemente artistico. La missione fotografica avviata da Naked City Project da più di un anno si annuncia come la più ampia e articolata mai realizzata nella capitale, poiché è parte integrante di un’indagine interdisciplinare volta a costituire un osservatorio integrato che aggreghi dati, ricerche scientifiche, inchieste giornalistiche e narrazioni visive su società e territorio. Finora sono stati raccolti circa 30 progetti che “illustrano” mediante diversi linguaggi lo “stato” della città, che negli ultimi anni ha subito gli effetti di una crisi economica molto pesante, ma anche trasformazioni massiccie, e spesso discutibili, del suo esteso territorio.

Durante l’incontro che si svolgerà domenica 13 al Macro saranno proiettate le immagini dei progetti fotografici di Naked City Project, ma anche immagini sulle missioni fotografiche storiche e il documentario di Gianfranco Rosi “Tanti futuri possibili”, un giro di “Raccordo” in macchina con il compianto Renato Nicolini.

www.museomacro.org
http://blog.fotografiafestival.it

NAKED CITY
Roma nella fotografia, dalla Rome commission a Naked City Project

Introduzione (Marco Delogu)

Le missioni fotografiche nella storia: committenze, metodi e finalità (Stefano Simoncini)
Proiezione (a cura di Alessandra Quadri)

Precedenti e prospettive per una raffigurazione fotografica della metropoli (Maurizio De Bonis)
Proiezione

Proiezione dello slideshow della missione fotografica su Roma

Raccontare Roma: dalla ricerca quantitativa al documento visivo
- dialogo tra Luca Lo Bianco e Stefano Simoncini

Tanti futuri possibili
- Gianfranco Rosi, Niccolò Bassetti e Sapo Matteucci dialogano con Maurizio De Bonis del documentario “Tanti futuri possibili”, un giro di “Raccordo” con Renato Nicolini, e del progetto di documentario “SacroGra”.
Proiezione del documentario (30’)

Fotografi e progetti presenti nello slideshow

Antonio Carbone; Giancarlo Ceraudo; Giuseppe Chiantera; Ezio D'Agostino; Alessandro Digaetano; Giorgio de Finis; Giuliano Del Gatto; Ruggero Delfini; Antonio Faccilongo; Paola Favoino; Luca Ferrari; Gianfranco Gallucci; Fabio Gasparri; Rachele Gigli; Marianna Leone; Francesca Leonardi; Sebastiano Luciano; Francesco Natalucci; Emanuele Occhipinti; Romolo Ottaviani, Danilo Palmisano; Raffaele Petralla; Alessandra Quadri; Rocco Rorandelli; Luciano Sansone.
Per Punto di Svista (“Quattro cose che so di lei”): Alfredo Covino; Pietro D'Agostino; Pietro Guglielmino; Orith Youdovich.
Per Officine Fotografiche: Movida (laboratorio curato da Emanuele Inversi); Nuove periferie (laboratorio curato da Fulvia Delfini)