Musee de l’OHM – Archivio Mobile

Bologna - 18/10/2014 : 23/10/2014

Archivio Mobile. La vita in un comò, una selezione di materiali filmici, ma non solo, dell'archivio di Home Movies.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO CIVICO MEDIEVALE
  • Indirizzo: Via Alessandro Manzoni 4 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 18/10/2014 - al 23/10/2014
  • Vernissage: 18/10/2014 ore 16,30
  • Generi: documentaria, cinema
  • Orari: sabato 18 e domenica 19 ore 10-18.30 / da martedì 21 a giovedì 23 ore 9-15
  • Biglietti: 5 euro
  • Email: openingheremuseum@gmail.com

Comunicato stampa

Per la settima edizione di ARCHIVIO APERTO, la manifestazione annuale di Home Movies – Archivio Nazionale del Film di Famiglia dedicata alla rilettura e rielaborazione del cinema privato, il Musée de l’OHM è lieto di ospitare dal 18 al 23 ottobre 2014 la raccolta Archivio Mobile. La vita in un comò, una selezione di materiali filmici, ma non solo, dell'archivio di Home Movies.

Spesso gli archivi di famiglia sono custoditi in contenitori che nascono per altri utilizzi: scatole da scarpe, scatole per i biscotti, casse per le bottiglie di vino. Contenitori a loro volta conservati dentro vecchi mobili

Questa installazione, realizzata insieme a Giuseppe De Mattia, vuole simulare il punto di partenza del lavoro di Home Movies e cioè la scoperta di un giacimento di immagini conservate amatorialmente in una casa, in un comò.

La mostra si pone in continuità con l’idea alla base della costituzione di OHM, di come oggetti di affezione che attengono alla sfera del privato siano in realtà l’espressione condensata di un universo storico e sociale. Ciò è tanto più vero quando divengono essi stessi contenitore di immagini o di strumenti di riproduzione tecnica, in un gioco infinito di rimandi di cui costituiscono – con un termine caro alla storia della fotografia – il “precipitato”.

---
Portando avanti la formula già sperimentata con successo del network cittadino, con soggetti pubblici e privati, quest'anno ARCHIVIO APERTO si apre ed espande in vari luoghi della città nel corso di un periodo di un mese e mezzo, dal 17 ottobre al 29 novembre proponendo un'ampia varietà di iniziative, da proiezioni a performance musicali, incontri, mostre, installazioni, workshop.
Anche quest’anno il programma propone produzioni di Home Movies, realizzate in collaborazione con artisti e musicisti, e un’ampia rassegna internazionale, con la partecipazione di molti ospiti. Tra i registi, gli artisti e i musicisti coinvolti, o di cui si presenta il lavoro, Massimo Bacigalupo, Jaap Pieters, Enthusiasts Archive, Neil Cummings, Marysia Lewandowska, Krzysztof Kieślowski, Nino Strohecker, Dario Marcon, Giuseppe De Mattia, Hobocombo, Massimo Carozzi, Mauro Mingardi, Eva Marisaldi.
Accanto alla storica sinergia con l'Istituto Parri, in questa proposta di topografia urbana ridisegnata a partire dagli sguardi amatoriali dei film di famiglia e non solo, Home Movies ha lavorato in collaborazione con la residenza per artisti Nosadella.due e l'Istituzione Bologna Musei coinvolgendo le due sedi del Museo della Musica e del Museo Civico Medievale in cui è ospitato il Musée de l'OHM di Chiara Pergola. Mentre si rinnovano le partecipazioni della Soprintendenza Archivistica per l'Emilia-Romagna e di Xing, che aprono i loro spazi, si aggiungono nuovi luoghi coinvolti, Spazio& e il Centro Natura. ARCHIVIO APERTO è realizzato grazie al sostegno del Comune di Bologna. Partnership tecnica di Kinè e BraDypUS.

---
HOME MOVIES ha creato e gestisce l’Archivio Nazionale del Film di Famiglia, un archivio storico la cui missione è salvare le memorie filmiche private: le pellicole 9,5mm Pathé Baby, 16mm, 8mm e Super 8 girate principalmente in famiglia tra gli anni ’20 e ’80 del secolo scorso. L’Archivio è la prima struttura italiana dedicata al recupero, alla conservazione e alla valorizzazione del cinema privato, e l’unica organizzazione in Italia che svolge la sua attività di raccolta delle pellicole su tutto il territorio nazionale e garantisce la conservazione dei documenti audiovisivi originali.