Mirco Marchelli – Mezza bellezza

Pietrasanta - 25/08/2012 : 16/09/2012

Il titolo Mezza bellezza fa riferimento al detto popolare “Altezza mezza bellezza” giocando sull’idea opposta che la bellezza non è solo nelle grandi ma anche nelle piccole cose, come sempre infatti, i titoli di Marchelli sono giochi di parole, provocazioni colte che rispecchiano lo spirito ludico e arguto del loro padre-inventore.

Informazioni

  • Luogo: MARCOROSSI ARTECONTEMPORANEA
  • Indirizzo: Piazza Duomo 22 - Pietrasanta - Toscana
  • Quando: dal 25/08/2012 - al 16/09/2012
  • Vernissage: 25/08/2012 ore 19
  • Autori: Mirco Marchelli
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni 11.00 - 13.00 / 18.00 - 00.30
  • Editori: CARLO CAMBI

Comunicato stampa

MARCOROSSI artecontemporanea di Pietrasanta ha il piacere di presentare Mezza Bellezza, la nuova personale dell’artista piemontese Mirco Marchelli che sarà inaugurata nella sede di Pietrasanta, sabato 25 agosto alle ore 19.00 negli spazi espositivi di Piazza Duomo 22.

Il titolo Mezza bellezza fa riferimento al detto popolare “Altezza mezza bellezza” giocando sull’idea opposta che la bellezza non è solo nelle grandi ma anche nelle piccole cose, come sempre infatti, i titoli di Marchelli sono giochi di parole, provocazioni colte che rispecchiano lo spirito ludico e arguto del loro padre-inventore

Questo ciclo di opere è dedicato ai piccoli e medi formati con una connotazione fortemente simbolica ed allusiva e sarà affiancato da una nuova serie di ceramiche. Difficili da definire le sue opere sono molto vicine alla scultura; si tratta di curiosi assemblaggi di tele usate, legni, vecchi oggetti dimenticati e recuperati che partecipano alla creazione di opere composte da diversi strati che si alternano e sovrappongono in maniera insolita e affascinante, rifiniti poi dal colore e dalla cera. I nuovi lavori presentano, oltre agli elementi fondanti della poetica dell'artista, come il recupero di “vecchi” oggetti, colori più vivaci: gialli, arancioni, verdi squillanti che si affiancano ai consueti toni della terra, dell'ocra, del beige e del marrone. Appaiono inoltre nuovi simboli: rettangoli, quadrati, “ICS”, ironico acronimo della frase “in-cauti suoni”. Anche in questo ciclo di opere, infatti, il legame con la Musica ha una grande importanza, essendo Marchelli anche musicista e compositore, spesso le due forme artistiche si associano attraverso assonanze e rimandi che si riflettono sui titoli delle opere e sull'analisi di alcuni simboli che troviamo nelle sue creazioni. Dice infatti l’artista: “La mia arte, come la mia musica, parte da cose che esistono già. Il mio è un gioco di assemblaggio”. In occasione della mostra sarà pubblicato un ampio catalogo con testo critico di Marina Mojana, edito da Carlo Cambi editore (foto Enrico Minasso).

Mirco Marchelli, nato a Novi Ligure nel 1963, vive e lavora a Ovada (AL). Ha esposto in numerose città italiane e straniere (Verona, Genova, Venezia, Regensburg, Amburgo, Barcellona) e sue opere sono presentate con regolarità nelle più importanti fiere d’arte internazionali.