Memphis… again…

Vimercate - 25/09/2014 : 19/10/2014

Mobili, lampade, vetri , ceramiche ed argenti progettati dallo storico gruppo di creativi degli anni 80 e provenienti dalla produzione Memphis, saranno interpreti d’eccezione di questa nuova scena.

Informazioni

Comunicato stampa

“Memphis…again” nuovamente in viaggio, terza tappa!
Questa volta ad accogliere la mostra sarà l’associazione Heart - Pulsazioni culturali di Vimercate.

Mobili, lampade, vetri , ceramiche ed argenti progettati dallo storico gruppo di creativi degli anni 80 e provenienti dalla produzione Memphis, saranno interpreti d’eccezione di questa nuova scena.
Un percorso espositivo tra questi oggetti “senza tempo”, protagonisti della storia del design dell’ultimo secolo.

L’esposizione ripercorrerà gli anni '80 con incontri e serate dedicate all’intreccio tra arte, design e cultura di quegli anni con la partecipazione di vari protagonisti di quel decennio



“Carlton”, “Brazil”, “Santa Fe”, “Oceanic”, “Tahiti” nomi che ci hanno già fatto sognare nelle precedenti due esposizioni. In questa tappa, con l'inserimento di nuove opere, documenti e disegni dei creatori del movimento Memphis, avremo la possibilità di esplorare nuovi confini del design.

La mostra si aprirà con un nuovo tributo sensoriale e visivo dedicato al “decennio effimero”, con musiche e video a tema, ed ancora una volta, come una sera di 33 anni fa a casa di Ettore Sottsass, potremo immaginare un giradischi dove gira ancora il disco di Bob Dylan:

“Stuck inside of Mobile with the Memphis blues again”



INFO:
[email protected] IL MONDO DEL VETRO
www.memphis-milano.it [email protected]
t.: 02-6554731 t.: 392 3495794




La Società Memphis viene fondata nel 1981 per produrre i prodotti disegnati da Ettore Sottsass e da un gruppo di giovani architetti e designers riunitisi attorno a lui
Memphis nasce come laboratorio per lo sviluppo di nuove idee progettuali e ben presto diventa un vero e proprio fenomeno culturale
Con Ettore Sottsass e Barbara Radice come riferimento del gruppo, il design di Memphis ha acquisito una nuova concezione espressiva legata a nuove forme, nuovi materiali e nuovi patterns, ha ridisegnato le abitudini circa l’idea dell’abitare, rivoluzionando le logiche del mondo del design.
Il movimento Memphis è così diventato il simbolo quasi mitico del “Nuovo Design”.
L’ultima collezione del gruppo Memphis è stata disegnata nel 1988.






E’ un’associazione di promozione sociale, senza fine di lucro, che opera in ambito culturale a vari livelli: organizzazione di mostre ed esposizioni d'arte, concerti e performance live, spettacoli teatrali e cinematografici, corsi tematici per adulti e bambini, convegni, dibattiti, presentazioni e incontri, raccolta documentazione e realizzazione di materiale divulgativo quali libri e prodotti editoriali.
L’Associazione heart – pulsazioni culturali è stata creata da un gruppo di persone già molto attive nella diffusione e divulgazione dell’arte e della cultura. I soci fondatori sono, infatti, tutti professionisti del settore o esperti d’arte, cultura e didattica che in più occasioni si sono occupati in prima persona dell’organizzazione di eventi ed esposizioni sul territorio di Milano e provincia. Insieme, ad esempio, hanno collaborato a progetti quali Qui, già, oltre (2009/2010) e Omaggio a Morlotti (2010) che, con una notevole serie di mostre, conferenze, spettacoli teatrali, momenti di incontro, hanno visto coinvolti numerosi comuni, enti pubblici, aziende private e associazioni culturali.
heart – spazio vivo è stato inaugurato al pubblico il 24 settembre 2011 e in pochi mesi ha già organizzato e ospitato numerose iniziative di successo: dalla mostra Oltreluogo – dedicata allo Studio Casati, storica galleria degli anni Settanta, con opere di Joseph Beuys, Gianni Colombo, Grazia Varisco, Dadamaino, François Morellet, Herbert Distel, Giuseppe Spagnulo, Nanni Valentini, Antonio Scaccabarozzi, Jorrit Tornquist, Luigi Veronesi, Mario Nigro, Andreas Christen, Christian Megert, Verena Loewensberg, Paolo Minoli, Nato Frascà, Kuno Gonschior, Mario Deluigi, Sandro de Alexandris e Antonio Calderara – alla mostra Glass in heart – straordinaria panoramica sul vetro d’artista dal Nouveau ai nostri giorni, con una sezione interamente dedicata all’opera di Ugo Nespolo –, fino alle presentazione di libri, alle conferenze d’arte e ai laboratori per bambini. Con le mostre denominate heartismi, invece, lo Spazio si apre alle personali: una proposta variegata, ma sempre mirata e selezionatissima, di artisti emergenti e non provenienti da tutta Italia. Negli spazi di AAM 2012 heart ha, invece, presentato l’opera Who wants to live forever di Vittorio Comi, a cura di Simona Bartolena: un progetto che suggerisce ampie riflessioni sul tema della deperibilità dell’opera d’arte, sul suo rapporto con l’ambiente e sulle possibilità di sperimentazione di nuove tecnologie nel fatto creativo. Nel maggio 2012 l’Associazione heart ha seguito Colori, progetto sul tema del colore nell’arte, che ha coinvolto numerosi comuni del territorio della provincia di Lecco, Monza e Brianza e Milano con mostre, conferenze ed eventi. Il 2012 si è chiuso con altre due importantissime mostre: Antonio Saccabarozzi: la certezza del dubbio (un’antologica su due sedi dedicata al grande artista scomparso nel 2008, a cura di Simona Bartolena e Alessandra Galbusera) e Fotografia dell’identità (una collettiva di fotografi internazionali, curata da Roberto Mutti, con opere di artisti del calibro di: Yasumasa Murimura, Bill Brandt, Seidou Keïta, William Klein, Helmut Newton, Sante D’Orazio, Nobuyochi Araki, Jan Saudek, Sebastiaõ Salgado, David LaChapelle, Robert Mapplethorpe, Andres Serrano, Kim Joon, Wolfgang Tillmans, Thomas Ruff, Loretta Lux, Robert Gligorov, Vaness Beecroft, Sandy Skoglund, Irina Ionesco, Nicollas Sinclair, Nan Goldin, Shirin Neshat, Giovanna Torresin, Matteo Basilé e David Hamilton.
Nel febbraio del 2013 heart ha ospitato nel suo spazio espositivo la seconda edizione di Glass in heart, kermesse dedicata al vetro d’artista che già aveva proposto, con successo, l’anno precedente. Nella seconda edizione, dedicata al tema del bestiario, la manifestazione ospitava, tra l’altro, più di cento pezzi firmati da Archimede Seguso, alcuni dei quali inediti. Nei mesi successivi sono stati, invece, protagonisti dello Spazio heart Ugo Nespolo, con una personale, e Luigi Russolo, in una grande antologica storica nella quale sono state esposti, oltre numerose incisioni e opere su tela, quattro moduli dell’Intonarumori provenienti dal MART di Rovereto.
Dal febbraio al maggio del 2014 heart ha curato e organizzato il progetto Materie, una straordinaria panoramica su dieci sedi dedicata al rapporto tra scultore e materiale. Dieci mostre tematiche che hanno coinvolto più di 160 artisti di generazioni diverse, mettendo a confronto maestri ampiamente storicizzati a giovani emergenti.
Dal 2012, in occasione della Manifestazione Ville Aperte in Brianza, heart, con il Bice Bugatti Club di Nova Milanese e la Provincia di Monza e della Brianza, cura, organizza e promuove Tracce di contemporaneo: presenze di opere contemporanee nel percorso dell’evento.