Lu Astell – Sotto Sopra

Napoli - 16/05/2014 : 03/06/2014

La mostra si prefigge lo scopo di mostrare al fruitore un tassello dell’arte contemporanea napoletana attraverso un lavoro artistico fresco, ironico, dinamico, vulcanico, e variopinto.

Informazioni

Comunicato stampa

La mostra personale “SOTTO SOPRA” di Luca Castellano in arte “Lu Astell”, promossa dall’Associazione culturale INTENTART e curata da Simona Pasquali, si prefigge lo scopo di mostrare al fruitore un tassello dell’arte contemporanea napoletana attraverso un lavoro artistico fresco, ironico, dinamico, vulcanico, e variopinto.
Innovativo è il supporto utilizzato dall’artista, il cartone, che diviene mezzo per esprimersi senza condizionamenti, attraverso una pittura fantastica ed in continua evoluzione, che si avvale di figure moderne, stilizzate, delineate nella loro essenzialità e che si accosta fugacemente ai graffiti writing, all’arte africana, al primitivismo e all’arte azteca


Le opere di Lu Astell raccontano frammenti del mondo – volti, abbracci, sovrapposizioni, smarrimenti. Sono tessere stipate di segni fittissimi e sottili, metà fotogrammi, metà proiezioni della coscienza.
La mostra si svolgerà dal 16 Maggio al 3 Giugno 2014 nella splendida cornice del Castel dell’Ovo di Napoli, con il patrocinio del Comune di Napoli e dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli. L’ingresso alla mostra sarà gratuito.
Cenni critici sull’artista:
“..L’opera di Lu non si può declinare come finestra, specchio o passaggio, non ha il senso di una chiarificazione del mondo, tutt’altro: la pittura qui è costruzione di un enigma, del tempo come dell’arte…Le sue opere sono aperte fenomenologie dell’immaginario, tese ad attrarre, accogliere e coinvolgere, assorbire, figure e schegge della memoria artistica, le quali nel processuale pensiero dell’inventio si fanno mondo, mito e metalinguaggio…” (Franco Cipriano)
“..Metafora di un’arte materica, quella di Lu Astell si esprime oltre la pittura tradizionale, attraverso un materiale di supporto inusuale: il cartone, quello già usato, che acquista nuova vita e diventa supporto di una variopinta esperienza artistica, in un “sotto sopra” che lo capovolge da contenitore a fondamento di un messaggio visivo… Ogni cartone si colora istintivamente, in un spazio lontano e sconosciuto della mente, e vive nel presente storico nel quale è stato generato, e per questo porterà sempre in sé le stigmate dei processi culturali e sociali di quel tempo..”. (Simona Pasquali)
Cenni biografici dell’artista:
Luca Castellano Castellano in arte “Lu Astell”, figlio d’arte (il padre è Luca Luigi Castellano) è nato il 9 Febbraio 1975 a Napoli dove attualmente vive e lavora.
Fin da piccolo è stato circondato dal “mondo dell’arte”, entrando in contatto con i grandi artisti napoletani della seconda metà del’900.
Diplomato in grafica pubblicitaria e fotografia presso il Liceo d’Arte Boccioni di Napoli, da subito si avvicina alla pittura e decide di perseguire la strada artistica. Intensa e versatile la sua produzione pittorica e grafica ed in perenne sperimentazione ed evoluzione.
Al suo attivo numerose mostre collettive, tra cui “Pomigliano Jazz Festival” nel 2010, “L’Arte e la crisi economica” al Castel dell’Ovo di Napoli e “Cremano Art Festival” a Villa Bruno a San Giorgio a Cremano nel 2012, la “Fiera dell’arte contemporanea e moderna” a Forlì e “Arte ai Bastioni” a Brindisi nel 2013. Mostra personale nella Saletta Rossa della Libreria Guida Portalba di Napoli nel 2012.