Listen #2 – Distopie post-punk

Roma - 27/03/2014 : 27/03/2014

Incontro, ascolti e visioni sull’underground psichedelico tra Svizzera e Italia negli anni ‘60 e ‘70.

Informazioni

  • Luogo: ISTITUTO SVIZZERO
  • Indirizzo: Via Liguria 20 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 27/03/2014 - al 27/03/2014
  • Vernissage: 27/03/2014 ore 19
  • Generi: performance – happening, incontro – conferenza, serata – evento
  • Biglietti: ingresso libero
  • Uffici stampa: ALESSANDRA SANTERINI

Comunicato stampa

LISTEN #2
Distopie post-punk
Incontro, ascolti e visioni sull’underground psichedelico tra Svizzera e Italia negli anni ‘60 e ‘70


Giovedì 27 marzo 2014
ore 19.00
Ingresso libero

Parole, ricordi e selezioni musicali a cura di:
Vittore Baroni e Lurker Grand

Introducono:
Francesco de Figueiredo
Valerio Mattioli

Immagini e visioni selezionate da:
Lurker Grand per Popular Helvetica

Istituto Svizzero di Roma
Sala Elvetica, Via Liguria 20 00187 Roma
T

+39 06 420 42 620
[email protected]
www.istitutosvizzero.it


Un po’ simposio informale, un po’ seduta d’ascolto, e un po’ esperimento di immersione multisensoriale, LISTEN è una rassegna di incontri sulla cultura popolare svizzera e sulla musica in particolare. A mescolarsi sono le testimonianze degli esperti e i suoni recuperati da collezioni di dischi, nastri d’epoca e materiali d’archivio. Gli interni dell’Istituto Svizzero di Roma verranno trasformati in accoglienti listening rooms in cui il pubblico potrà partecipare, più che a una semplice conferenza, a un ritrovo immersivo nei meandri del suono.
Il secondo appuntamento della rassegna LISTEN è dedicato ai sommovimenti culturali che a inizi anni '80 segnarono la “nuova onda” post-punk, quando l’urgenza e l’iconoclastia del primigenio punk si condirono di sfumature più problematiche e contaminate. A raccontare le fosche visioni metropolitane della new wave svizzera è Lurker Grand, celebrato autore di volumi come “Hot Love – Swiss Punk & Wave 1976-1980” e “Heute und Danach”. Assieme a lui, in un ideale confronto con quanto è successo in Italia negli stessi anni, Vittore Baroni, imprescindibile figura dell’underground nostrano sin dai primi '80: musicista, mail artist, agitatore culturale, giornalista e critico, Vittore Baroni è stato fondatore della rivista Rumore e delle edizioni AAA.

Tutti gli incontri di LISTEN sono accompagnati dall’ascolto di musiche scelte dagli ospiti di ciascun evento, oltre che dalla presentazione di materiali visivi (foto, filmati, pubblicazioni d’epoca) e dalla pubblicazione di una speciale fanzine in edizione limitata che raccoglie materiali scelti dal curatore di turno: per LISTEN #2, a raccogliere istantanee di intimidenti dandy postindustriali, grigi squarci urbani e performance a cavallo tra provocazione artistica e raduni rock, è lo stesso Lurker Grand.

La rassegna LISTEN si inserisce all’interno di Popular Helvetica – dalle tradizioni folk ai nuovi riti urbani, il progetto a cura di Francesco de Figueiredo e Valerio Mattioli che documenta per l’Istituto Svizzero di Roma le evoluzioni della musica popular elvetica dalle antiche tradizioni folk alle complesse forme della contemporaneità.