Libri e Album di Disegni nell’Età moderna, 1550-1800

Roma - 30/05/2018 : 01/06/2018

Nuove prospettive metodologiche e di esegesi storico-critica. Convegno Internazionale di Studi.

Informazioni

  • Luogo: ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI ROMA
  • Indirizzo: Via Di Ripetta 222 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 30/05/2018 - al 01/06/2018
  • Vernissage: 30/05/2018 ore 9.30
  • Generi: incontro – conferenza

Comunicato stampa

LIBRI E ALBUM DI DISEGNI NELL’ETÀ MODERNA
1550-1800
Nuove prospettive metodologiche e di esegesi storico-critica

Convegno Internazionale di Studi
Koninklijk Nederlands Instituut Rome
Auditorium - Via Omero 10/12, Roma
30 maggio 2018
Accademia di Belle Arti di Roma
Aula Magna - Piazza Ferro di Cavallo 3, Roma
31 maggio - 1 giugno 2018

Promozione:
Accademia di Belle Arti di Roma
Koninklijk Nederlands Instituut Rome

Ideazione:
Catherine Monbeig Goguel, Vita Segreto
Responsabilità scientifica e coordinamento:
Vita Segreto
Comitato scientifico:
Tiziana D’Acchille, Albert J

Elen, Catherine Monbeig Goguel, Simonetta Prosperi Valenti Rodinò, Vita Segreto, Arnold Witte
L’Accademia di Belle Arti di Roma, in collaborazione con il Koninklijk Nederlands Instituut Rome, presenta la prima edizione del Convegno Internazionale di Studi di storia dell’arte e del disegno, dedicato al tema “Libri e Album di Disegni nell’Età moderna / 1550-1800”. Un’importante e originale occasione di studio e approfondimento scientifico intorno a una specifica tipologia di documenti artistici, relativa alla produzione grafica tra Cinquecento e Ottocento.

IL DISEGNO TRA LIBRI E ALBUM
Secondo la distinzione introdotta dalla storiografia contemporanea, sulla base di evidenze documentarie e letterarie, l’espressione «libro dei disegni» veniva indicata in riferimento a “un volume rilegato di disegni originali (libro, codex), che consiste di uno o più fascicoli (raccolte), riempiti in modo predominante di disegni indipendentemente dall"età, dall’intenzione e dalla professione del disegnatore […] È irrilevante se la struttura del volume è stata costituita prima o dopo il processo disegnativo, se è stata protetta da una rilegatura in pelle o da una semplice coperta in pergamena o carta, purché i disegni siano eseguiti su fascicoli e non su fogli sciolti». (Elen, 1995, p. 2)
Mentre i libri di disegni integri nella loro costituzione originaria sono piuttosto rari, poco conosciuti e studiati (non ne esiste ancora un censimento sistematico e ragionato), innumerevoli sono invece gli album di disegni (monografici o collettanei), formati da conoscitori, collezionisti e curatori dei secoli XVII-XX, al cui interno sono confluiti singoli fascicoli o singoli fogli provenienti da libri di disegni più antichi.
PERCHÉ UN CONVEGNO INTERNAZIONALE
La capillare presenza di libri di disegni e album di disegni – giunti in condizioni più o meno frammentarie e dopo molti passaggi proprietari – nelle raccolte e nelle biblioteche pubbliche e private di tutto il mondo, chiede di indagarne e analizzarne compiutamente gli sviluppi storici delle forme, delle funzioni e dei contenuti, e di studiarli sotto la lente storica della fortuna critica e materiale, del gusto e del mercato dell’arte.
Attraverso i contributi di alcuni tra i maggiori studiosi dell’argomento, il Convegno Internazionale – che ha la cura scientifica e organizzativa di Vita Segreto, professore di Storia dell’Arte Moderna presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, supportata da un Comitato scientifico di prestigio - si propone di mettere in evidenza la relazione circolare e imprescindibile che lega lo studio dei libri di disegni creati dagli artisti e lo studio degli album di disegni costituiti nell’ambito del collezionismo.
Il fine è quello di rintracciare nuove prospettive di ricerca, censimento e classificazione tipologica, oltre che di esegesi materiale, storica e teorico-critica. Determinante, quindi, la conoscenza dei singoli oggetti (libri vs album) e la comprensione delle teoriche e delle prassi operative (autoriali e/o accademiche e/o di atelier) del disegno italiano e nord-europeo nell’Età moderna, mentre si punterà ad ampliare la complessa genealogia delle raccolte internazionali di grafica, a partire dalla ricostruzione storica del ricco patrimonio di volumi rilegati di disegni, lasciati a noi in eredità dagli artisti del passato.