Leggere la città

Pistoia - 03/04/2014 : 06/04/2014

Quattro giornate per riflettere sulla città e sulle sue trasformazioni, teatro e sintesi dei mutamenti del mondo contemporaneo.

Informazioni

Comunicato stampa

Oltre 60 appuntamenti, tra presentazioni di libri, dibattiti, seminari, performance artistiche, mostre e spettacoli teatrali, 50 ospiti, tra scrittori, artisti, architetti, urbanisti, sociologi, giornalisti: torna a Pistoia, dal 3 al 6 aprile, Leggere la Città, la manifestazione promossa e organizzata dal Comune di Pistoia per riflettere sulla città e sulle sue trasformazioni, teatro e sintesi dei mutamenti del mondo contemporaneo

Un’occasione, appunto, per leggere la città e riscoprirla come il primo dei beni che abbiamo in comune nel quale si manifestano la pluralità e i mutamenti, luogo nel quale precipitano le contraddizioni, ma anche centro di nuove opportunità, creatività e futuro. In questa prospettiva si colloca il tema scelto per quest’anno, le differenze, che è in realtà il modo più pertinente che abbiamo per ragionare sull'eguaglianza.

In un tempo nel quale va accelerandosi nel mondo la tendenza all’inurbamento della popolazione, anche la migliore cultura urbanistica, che sarà presente con alcuni illustri esponenti nei quattro giorni di Leggere la Città, sta tornando ad interrogarsi sulle trasformazioni urbane in atto, potenzialmente pericolose per la stessa sopravvivenza di qualcosa come una città. È questa, tra le altre, la riflessione che nei mesi scorsi ha svolto Bernardo Secchi in un pamphlet denso e provocatorio su La città dei ricchi e la città dei poveri: due città che non comunicano, che secedono l'una dall'altra e che, anzi, tendono ad ignorarsi o ad entrare in conflitto nella diluizione di una crescita senza disegno del territorio urbanizzato. A lui sarà affidata, giovedì 3 marzo alle 17.00, la lectio magistralis di apertura dell’edizione di quest’anno di Leggere la Città.

Tanti altri saranno, poi, gli ospiti della manifestazione: sempre giovedì è in programma un incontro con Giulio Giorello, ordinario di Filosofia della scienza all’Università degli studi di Milano, con un intervento su “La città terrena – la città celeste” e alle 21.00, nella Sala Maggiore del Palazzo comunale, interverrà il famoso architetto e ingegnere di formazione Carlo Ratti.

Venerdì, parallelamente al seminario “Rigenerazione urbana e nuovi lavori nella città che cambia” promosso dal Comune di Pistoia e dalla Fondazione Michelucci, sono previsti diversi appuntamenti con numerosi ospiti tra i quali il magistrato e consigliere della Corte di Cassazione Domenico Gallo, il fondatore dell’associazione “Maschile plurale” Sandro Bellassai, l’architetto Alessandro Benevolo, il professore di Sociologia Urbana Giandomenico Amendola, il giornalista di Radio Rai Claudio Vedovati, il presidente emerito della Corte Costituzionale Ugo De Siervo.

Sabato saranno a Pistoia l’architetto Giacomo Borella, il giornalista dell’Espresso Enrico Arosio, Vezio De Lucia, già direttore generale dell’urbanistica del ministero dei Lavori pubblici e fondatore del Comitato per la bellezza, il ricercatore Ruben Baiocco, la scrittrice e saggista Tiziana Villani, Barbara Borlini, impegnata presso il Centro di iniziativa Europea sulla condizione femminile e dell’infanzia, l’architetto e ricercatrice Gisella Bassanini, Silvia Macchi, architetto e professore associato alla facoltà di ingegneria a La Sapienza Francesco Erbani, giornalista di Repubblica e il famoso architetto Italo Rota.

Ricco, anche il calendario degli incontri della domenica con Goffredo Fofi, direttore della rivista “Lo straniero”, l’architetto e saggista Franco Purini, il sociologo e professore universitario Carlo Donolo, lo scrittore e reporter Giancarlo Liviano D’Arcangelo, Luisella Battaglia, ordinario di Bioetica e filosofia morale all’Università di Genova.

Durante i quattro giorni della manifestazione, ci saranno, inoltre, spettacoli, mostre, concerti e proiezioni di film e momenti dedicati ai bambini, con il laboratorio multiculturale “Paese che vai cucina che trovi” e Pistoia: la città rocciosa e le sue piazze , passeggiata fotografica tra arte, storia e narrazione, in programma sabato 05 in Piazza Duomo.

Un’intera sezione di Leggere la città sarà dedicata alla musica: venerdì 4, alle 18,30 si terrà il Concerto del Contempoartensemble "I luoghi del contemporaneo" con Niccolò Ceccanti (critico musicale) e Roberto Agnoletti (architetto), sabato 5 aprile, alle 19,00 ci sarà "Il contemporaneo e la provincia" con Mario Setti (critico musicale) e Annamaria Iacuzzi (storica dell'arte) con il concerto del duo Elisabetta Benvenuti ed Elena Cecchi Fedi (pianoforte e voce), domenica alle 16,00 la performance sonora a cura di Tempo Reale-Centro di ricerca produzione e didattica musicale di Firenze "Tempo Reale/giardino musicale” con Andrea Gozzi e alle 18,30 il "Movimento e suono nel contemporaneo", la performance "Scoreforfive" con coreografia e danza di Paola Bianchi, musica di Fabio Barovero, violino e viola di Simone Rossetti Bazzaro, con Paola Bianchi (danzatrice e performer) e Fabio Barovero (musicista).

Saranno inoltre esposti, nei locali di via del Duca 17, i progetti risultati vincitori al concorso di idee “Uno spazio Urbano aperto a tutti” per la riqualificazione di piazza Spirito Santo.

Importante, per l’edizione di quest’anno, la collaborazione con il liceo artistico Petrocchi: durante Leggere la Città sarà allestito sotto le legge del Palazzo comunale un punto di accoglienza e informazioni che vedrà coinvolti gli studenti di due classi quarte dell’istituto, coordinati dal personale dell’Ufficio cultura del Comune.

Novità di questa edizione, la possibilità di seguire in diretta streaming sulla pagina facebook, https://www.facebook.com/LeggereLaCittaPistoia, gli appuntamenti più importanti.
Inoltre l’account Twitter ufficiale @leggere_lacitta e la pagina Facebook saranno aggiornate in tempo reale durante tutta la manifestazione.