International Feel – Live at the Museum

Firenze - 27/01/2012 : 18/05/2012

Prima edizione di International Feel – Live at the Museum, sei performance di musica e video art con alcuni dei più grandi artisti internazionali, tutti in esclusiva toscana e alcuni italiana.

Informazioni

Comunicato stampa

International Feel - Live at the Museum”
sei performance di musica e video art con grandi artisti della scena internazionale
Dal 27 gennaio al 18 maggio al Museo Marino Marini di Firenze

Esclusiva toscana: Alva Noto (Germany, 27.1), Fennesz (Austria, 17.2), Carter Tutti (UK, 30.3), Mouse on Mars (Germany, 13.4), Sic Alps (USA, 27.4), Nurse With Wound (UK, 18.5)

COMUNICATO STAMPA

Dal 27 gennaio al 18 maggio 2012 si svolge a Firenze, nei suggestivi spazi del Museo Marino Marini (Piazza San Pancrazio) la prima edizione di International Feel – Live at the Museum, sei performance di musica e video art con alcuni dei più grandi artisti internazionali, tutti in esclusiva toscana e alcuni italiana. La rassegna è organizzata da International Feel in collaborazione con Museo Marino Marini, Marquee Moon, Blow Up, Libreria Brac e Sociéte Anonyme, ed è pensata per un pubblico trasversale e attento ai linguaggi del contemporaneo.

Il cartellone di International Feel si apre venerdì 27 gennaio con una serata animata dal set di Alva Noto, sigla sotto cui agisce l'artista visivo tedesco Carsten Nicolai come performer di musica elettronica, che presenterà l’ultimo album, Univrs, un lavoro immerso nel mondo alfanumerico e matematico (€ 20). Si prosegue il 17 febbraio con l’austriaco Fennesz, il cui sound è considerato il più visivo dell'elettronica contemporanea, quasi pittorico. L’artista sonorizzerà il capolavoro del cinema muto Berlino. Sinfonia di una grande città, girato da Walter Ruttmann nel 1927, accompagnando la narrazione di un’intera giornata a Berlino, dalle prime luci dell’alba alla mezzanotte, alla scoperta della vita, del lavoro e del divertimento dei cittadini (€20). Terzo appuntamento il 30 marzo con i britannici Carter Tutti, affiatata coppia formata da Cosey Fanni Tutti e Chris Carter, Ex Throbbing Gristle, leggende della musica industrial, termine coniato proprio per loro, con il nuovo progetto Harmonic Coaction (€20). Ed ancora, venerdì 13 aprile, Parastrophics, il nuovo lavoro dei Mouse on Mars, duo tedesco "post techno", composto da Andi Toma e Jan St Warner, punta d’iceberg della grande ondata new wave tedesca degli anni ’90 (€25), a cui seguono venerdì 27 aprile gli americani Sic Alps, duo formato da Mike Donovan, veterano della scena di San Francisco, e Matt Hartman, gia' con i Coachwhips ed ex chitarrista di Cat Power, freschi dell'uscita del loro nuovo album, Napa Asylum (€15).

International Feel si chiude il 18 maggio con il set, in esclusiva italiana, dei Nurse With Wound, il progetto di musica sperimentale del musicista inglese Steven Stapleton, iniziato nel 1978 e influenzato dal krautrock, la musica concreta, l'improvvisazione jazz, il surrealismo, il dadaismo, e pervaso da un sinistro ed assurdo umorismo (€25).

Il Museo Marino Marini, oltre all’attività espositiva, ospita regolarmente una serie di appuntamenti con contributi di artisti, autori, critici, performers e musicisti. L'idea nasce dalla volontà di mettere in gioco lo spazio, le opere e la storia di Marino Marini con protagonisti della scena artistica contemporanea. Il museo verrà pervaso ogni volta da presenze che porteranno le loro esperienze, la loro poetica la loro identità all'interno dello spazio di San Pancrazio a Firenze.

L’inizio dei concerti è alle ore 21.30. Dalle 20, presso il Museo, sarà possibile fare un aperitivo light al corner della Brac. Posti limitati. Info e prevendite on line su www.internationalfeel.it, presso il Marquee Moon (piazza Santa Maria Maggiore, 7R, Firenze, 055 2645715) e presso la Libreria Brac (via de vagellai 18R, Firenze, 0550944877).

Museo Marino Marini
Firenze, Piazza San Pancrazio - tel.+39 055.219432
e.mail: [email protected] - www.museomarinomarini.it
Orario: dalle 10 alle 17, chiuso la domenica e il martedì

Ufficio stampa per International Feel
Sara Chiarello 329 9864843; [email protected]
Ufficio stampa Museo Marino Marini
Davis & Franceschini
tel.+39 055.2347273 – fax +39 055.2347361
e.mail: [email protected] - www.davisefranceschini.it



Calendario Eventi
Inizio aperitivo ore 19, concerto ore 21

Info e prevendite:
on line su www.internationalfeel.it
presso il Marquee Moon (piazza Santa Maria Maggiore, 7R, Firenze, 055 2645715)
presso la Libreria Brac (via de vagellai 18R, Firenze, 0550944877)




• Venerdì 27 gennaio
Alva Noto
Carsten Nicolai, Germany
Presentazione dell’ultimo album Univrs (Raster Noton, 2011)
Esclusiva Toscana
Ingresso €20

International Feel si apre Venerdì 27 gennaio con la performance di Alva Noto, al secolo Carsten Nicolai, tra le collaborazioni, Bjork, Ryuichi Sakamoto, Ryoji Ikeda. Nato a Karl-Marx-Stadt nell'ex Germania Est nel 1965, Nicolai appartiene ad una generazione di artisti che opera nell'area di transizione tra arte e scienza. Il suo talento si è affermato in esposizioni importanti, come Documenta X a Kassel, le 49sima e 50sima Biennale d'Arte Contemporanea a Venezia, per approdare nei musei più prestigiosi del pianeta. La sua attività come Alva Noto riflette la sua estetica di artista visivo: Alva Noto si presenta come un fabbricante, un generatore di suoni, visto che opera principalmente al computer, e si colloca idealmente in un ambito espressivo dove convivono l'avanguardia storica, tra influenze di John Cage e Morton Subtonick, il minimalismo iterativo, la musica industriale, la ricerca glitch, incrociati alle teorie della meccanica quantistica, a pratiche di costruzione e decostruzione sonora. A Firenze presenterà l’ultimo album, Univrs, in cui il landscape è concetrato nel data-sound: ad animarlo, dati trasferiti, rimodulati e irradiati, che rimangono fonemi sonori del progetto. Un lavoro in grado di aprire la mente. www.alvanoto.com

• Venerdì 17 febbraio
Fennesz
Christian Fennesz, Austria
Sonorizzazione del capolavoro del cinema muto Berlino. Sinfonia di una grande città di Walter Ruttman (1927)
Esclusiva Toscana
Ingresso €20

Secondo appuntamento, Venerdì 17 febbraio, con l’austriaco Fennesz, senza dubbio fra i più ironici e complessi autori della nuova generazione. Il suo sound è considerato il più visivo dell'elettronica contemporanea, quasi pittorico: tra le collaborazioni si ricordano quelle con David Sylvian, Mike Patton e Mark Linkous degli Sparklehouse. Con un passato da chitarrista punk, Fennesz unisce il suono acido e distorto della sua chitarra elettrica con i glitch e i rumori generati dal suo laptop, in chiave elegante e potente, con una cura maniacale per dettagli e prospettive, e sempre sensibilmente al confine tra sperimentazione e ammiccamenti elettrici. Per International Feel presenta la sonorizzazione del capolavoro del cinema muto Berlino. Sinfonia di una grande città, primo film che ha per protagonista assoluta una città, girato nel 1927 da Walter Ruttmann. Fennesz accompagnerà la narrazione di un’intera giornata a Berlino, dalle prime luci dell’alba alla mezzanotte, alla scoperta della vita, del lavoro e del divertimento dei cittadini. Un film che rappresenta il documento di un’epoca controversa: gli anni ruggenti e la cultura mitteleuropea al loro massimo splendore, ben lontani dal disastro economico che di lì a poco avrebbe cambiato il mondo. Una visione pioneristica e insieme decadente, che, non accorgendosi del baratro vicino cui si trova, offre uno spunto di riflessione sui nostri tempi. www.fennesz.com

• Venerdì 30 marzo
Carter Tutti / UK
Cosey Fanni Tutti elettronica, chitarra
Chris Carter elettronica
Presentano il nuovo progetto di live set e visuals Harmonic Coaction
Esclusiva Toscana
Ingresso €20

Terzo evento, Venerdì 30 marzo, con Carter Tutti, progetto composto da Cosey Fanni Tutti e Chris Carter, leggende della musica industrial, che negli anni hanno diradato le loro apparizioni dal vivo: questo di International Feel sarà quindi un appuntamento particolarmente atteso, in cui ritrovare due autentici protagonisti della musica contemporanea. Con collaborazioni all’attivo del calibro di Erasure, Coil, Robert Wyatt, Eurythmics, portano a Firenze il loro ultimo progetto, dal titolo Harmonic Coaction, una performance, fatta di live set e visuals, che continua la loro ricerca tra elettronica sperimentale e immagini, dischiudendo orizzonti post-urbani, dominati spesso da spaesamento e inquietudine. Un’escursione notturna sperimentale e a tratti dance-oriented, che vedrà intervallarsi momenti di sottile e riverberata malinconia a passaggi più caustici e ossessivamente percussivi. Le immagini saranno così immerse in atmosfere sonore sempre mutevoli, sospese tra musica ambient, techno e suggestioni varie. www.chriscarter.co.uk http://www.cartertutti.com/


• Venerdì 13 aprile
Mouse on Mars / Germany
Andi Toma, elettronica
Jan St Warner, elettronica
Dodo Nkishi, percussioni e voci
Presentazione del nuovo lavoro Parastrophics (Monkeytown Records)
Esclusiva toscana
Ingresso €25

Venerdì 13 aprile è la volta dei Mouse on Mars, ovvero Andi Toma e Jan St Warner, una delle poche band elettroniche che riesce a rinnovarsi ad ogni progetto e ad ogni concerto. Il duo tedesco "post techno", in attività da 15 anni sull'asse Dusseldorf/Colonia, presenta in esclusiva toscana ad International Feel il nuovo lavoro, Parastrophics, primo per l’etichetta Monkeytown Records, in formazione inedita con il polistrumentista Dodo Nkishi alle percussioni e voci. Un progetto definito glamorous, funky e con bassi profondi. La loro sintesi intrigante di ambient, kraut-rock, techno, lounge è riuscita negli anni a fare convivere l'immediatezza del tessuto rock con le dilatazioni del dancefloor, la ricerca con la piacevolezza dell'ascolto. Mettendosi sempre in gioco, hanno portato la musica elettronica a livelli altissimi, grazie a sonorità che fondono potenza ritmica, frammenti melodici e esplorazioni timbriche: non a caso, sono stati definiti da molti i pionieri dell'elettronica tedesca contemporanea e “veri eredi della lezione dei Kraftwerk"( Muzak Magazine). www.mouseonmars.de

• Venerdì 27 aprile
Sic Alps / USA
Mike Donovan, chitarra
Matt Hartman, chitarra
Noel Von Harmonson alla batteria
Presentazione del nuovo lavoro Napa Asylum (Drag City)
Esclusiva toscana
Ingresso €15

Dalla stessa scena garage-punk di San Francisco da cui sono usciti Thee Oh Sees, Venerdì 27 aprile ecco i Sic Alps, duo formato da Mike Donovan, e Matt Hartman. Presentano il nuovo album, Napa Asylum, appena pubblicato dalla Drag City, ventidue canzoni in 45 minuti, che ci mostrano la band, coaudivata da Noel Von Harmonson alla batteria, in una forma smagliante. Melodie costruite su due accordi che rimbalzano su distorsione e rumore, il tutto presentato con uno stile che piu' che lo-fi, sarebbe piu' corretto chiamare old-fi, come se i Sic Alps avessero registrato ammassati intorno ad un unico scalcinato microfono in un polveroso studio degli anni ‘50. Una garanzia. www.sicalps.com


• Venerdì 18 maggio
Nurse With Wound / UK
Steven Stapleton
Presentazione del nuovo lavoro Dirter
Prima e unica data italiana
Ingresso €25

Infine, Venerdì 18 maggio International Feel si chiude con un’esclusiva italiana, la performance dei Nurse With Wound, dal 1978 il progetto di musica sperimentale del musicista inglese Steven Stapleton, che in questi anni ha realizzato oltre 100 titoli tra album ed ep ed un'impressionante lista di collaboratori tra i quali Coil, Current 93, Whitehouse, Jim Thirlwell (aka Foetus), Faust, Larsen, Stereolab, Jim O' Rourke, Christoph Heemann, Cyclobe. Dopo un assenza di 20 anni nel 2005, NWW è tornato ad esibirsi dal vivo con una line up aperta e mutevole, attorno al nucleo formato da Andrew Liles, Colin Potter, Matthew Waldron e lo stesso Steven Stapleton ai quali spesso si sono aggiunti ed alternati sul palco Diana Rogerson, David Tibet, Eberhard Kranemann (aka Fritz Mueller, ex member of Kraftwerk and Neu!) e, per una serie di concerti incentrati su reinterpretaizoni semi-improvvisate del classico album di musica astratta "Soliloquy For Lilith", il trio elettro-acustico Blind Cave Salamander formato da Paul Beauchamp, Fabrizio Modonese Palumbo e la violoncellista Julia Kent. http://brainwashed.com/nww www.myspace.com/nursewithwound