I giovedì della Villa. Questions d’art

Roma - 08/09/2016 : 10/09/2016

Il nuovo ciclo di incontri sarà inaugurato dal viticoltore Pierre Charriol e la regista Noémie Lvovsky, ma sarà inoltre l’occasione per presentare, alla stampa e al pubblico, i nuovi borsisti residenti all'Accademia di Francia a Roma da settembre 2016.

Informazioni

  • Luogo: VILLA MEDICI - ACCADEMIA DI FRANCIA
  • Indirizzo: Viale Della Trinità Dei Monti 1 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 08/09/2016 - al 10/09/2016
  • Vernissage: 08/09/2016 ore 19
  • Generi: presentazione

Comunicato stampa

GIOVEDI DELLA VILLA – QUESTIONS D’ART

giovedì 8 settembre 2016


alle ore 19.00 la direttrice Muriel Mayette-Holtz presenterà alla stampa e al pubblico il nuovo ciclo de I giovedì e i borsisti residenti all'Accademia di Francia a Roma – Villa Medici
per l'anno 2016-2017

ore 19.45 Aromi e fragranze
degustazione di vini con Pierre Charriol, produttore di vini

ore 20.30 Dalla regia alla recitazione
incontro e proiezione con Noémie Lvovsky, sceneggiatrice, regista e attrice


ingresso gratuito nel limite dei posti disponibili


Da giovedì 8 settembre torna a Villa Medici la rassegna I giovedì della Villa. Questions d’art, organizzata dall'Accademia di Francia a Roma – diretta da Muriel Mayette-Holtz – e dedicata alla creatività contemporanea. Il nuovo ciclo di incontri sarà inaugurato dal viticoltore Pierre Charriol e la regista Noémie Lvovsky, ma sarà inoltre l’occasione per presentare, alla stampa e al pubblico, i nuovi borsisti residenti all'Accademia di Francia a Roma da settembre 2016.

I giovedì della Villa è un ciclo di appuntamenti gratuiti che ospiterà, ogni settimana, artisti e studiosi di tutte le discipline con cui il pubblico potrà confrontarsi in un dialogo aperto e dinamico. Conferenze, proiezioni, concerti, spettacoli, mostre, performance e altro ancora, per un programma che presenterà gli esponenti più significativi della cultura internazionale.

Giovedì 8 settembre il primo rendez-vous sarà aperto alle 19.00 dalla presentazione dei borsisti e del programma 2016;
alle 19.45 seguirà una degustazione di vini guidata da Pierre Charriol, viticoltore e patron della tenuta Château de Lescours;
alle 20.30 si terrà l’incontro con Noémie Lvovsky, sceneggiatrice, regista e attrice, alla quale l’Accademia di Francia dedica un breve ciclo di proiezioni, la prima in programma dopo l’incontro.

Pierre Charriol, la cui famiglia è proprietaria della tenuta Château de Lescours – Grand cru Saint Emilion, presenterà la sua attività di viticoltore impegnato nella difesa dei principi dell’“agricoltura ragionata”, illustrando la storia e gli aromi dei suoi vini, anche attraverso un gioco di degustazione realizzato assieme alla boutique romana Va Sano.

Attorno al duplice sguardo dell’artista, davanti e dietro la macchina da presa, si svolgerà l’incontro Dalla regia alla recitazione con Noémie Lvovsky. Sceneggiatrice e regista dai primi anni Novanta, a partire da Mia moglie è un'attrice, film del 2001 diretto da Yvan Attal, Lvovsky intraprende anche una fortunata carriera di attrice, che le vale ben cinque candidature in dieci anni ai Premi César come migliore attrice non protagonista.
Sono del 1989 i primi cortometraggi come regista, Dis-moi oui, dis-moi non ed Embrasse-moi, con l’allora debuttante Emmanuelle Devos; nel 1991-1992 collabora come sceneggiatrice con Arnaud Desplechin per i film La Vie des morts e La Sentinelle, mentre è del 1993 il suo primo lungometraggio Oublie-moi, con Valeria Bruni Tedeschi. Riceve il premio Jean Vigo per La vie ne me fait pas peur (1999). Alcuni dei suoi film più noti sono Les Sentiments (2003, premio Louis Delluc), Faut que ça danse ! (2007) e Camille redouble (2012). Oltre Mia moglie è un’attrice è interprete di I re e la regina (2004) di Arnaud Desplechin e Les Adieux à la reine di Benoît Jacquot (2012). Nel 2013 ha scritto la sceneggiatura di Un castello in Italia per Valeria Bruni Tedeschi.

Per l’occasione, l’Accademia di Francia a Roma organizza un breve ciclo di proiezioni dei film diretti da Noémie Lvovsky: Camille redouble, diretto e interpretato da Lvovsky (giovedì 8 settembre, dopo l’incontro), La vie ne me fait pas peur con Valeria Bruni Tedeschi (venerdì 9 settembre ore 19.00), Les Sentiments con Jean-Pierre Bacri, Nathalie Baye, Isabelle Carré (sabato 10 settembre ore 19.00).

Ospiti della rassegna nei prossimi incontri, il critico e storico letterario Andrea Cortellessa, l’autrice e regista Lina Prosa, lo scrittore, poeta e drammaturgo Erri De Luca, lo storico e critico d’arte Vittorio Sgarbi, l’attrice Emmanuelle Riva per lo spettacolo dell’artista Sheila Concari, il quartetto Béla, gli scenografi Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo.

Ampio spazio sarà dedicato all’arte. Nell’ambito de I giovedì della Villa, il 13 ottobre inaugura la mostra 350 anni di creatività. Gli artisti dell’Accademia di Francia a Roma da Luigi XIV ai giorni nostri, a cura di Jérôme Delaplanche: un viaggio affascinante che accompagnerà i visitatori attraverso tre secoli e mezzo di arte francese, con oltre cento opere realizzate dai più celebri borsisti e direttori dell’Accademia di Francia a Roma.

Torna anche Art Club, la sezione a cura di Pier Paolo Pancotto incentrata sulla creatività contemporanea còlta in tutte le sue articolazioni espressive e semantiche. Alcuni artisti, selezionati tra le presenze più significative della scena internazionale, sono invitati a concepire un progetto specifico ispirato al contesto storico e culturale che li accoglie, individuato, di caso in caso, in uno o in più spazi della Villa. In programma, tra gli altri, Adriana Varejão, Paola Pivi e Piero Golia, alternati a mostre collettive.

Tra gli appuntamenti più attesi del ciclo, la Notte bianca di Villa Medici in calendario giovedì 27 ottobre. Installazioni, performance e opere d’arte negli spazi della Villa e dei suoi giardini, dalle 19.00 fino a notte fonda, in un’atmosfera unica, determinata dai colori e dalle luci della notte romana.

Nell’ambito di Short Theatre, festival capitolino multidisciplinare, giovedì 15 settembre Villa Medici ospiterà lo spettacolo di danza Venerdì (les autres) della compagnia Mk, per la coreografia di Michele Di Stefano, Leone d’Argento alla Biennale di Venezia per la danza nel 2014.

In allegato comunicato stampa e 2 immagini di Noémie Lvovsky.


CALENDARIO PROIEZIONI

Giovedì 8 settembre dopo l’incontro
Camille redouble di Noémie Lvovsky
Francia, 2012, 115’
con Noémie Lvovsky, Samir Guesmi, Judith Chemla

Venerdì 9 settembre ore 19.00
La vie ne me fait pas peur di Noémie Lvovsky
Francia/Svizzera, 1999, 111’
con Valeria Bruni Tedeschi, Magali Woch, Ingrid Molinier, Julie-Marie Parmentier

Sabato 10 settembre ore 19.00
Les Sentiments di Noémie Lvovsky
Francia, 2003, 104’
con Jean-Pierre Bacri, Nathalie Baye, Isabelle Carré

Le proiezioni sono in lingua originale.

Ingresso gratuito (nel limite dei posti disponibili).
I giovedì della Villa – Questions d’art si svolgono tutti i giovedì. Ogni giovedì si articola in due appuntamenti, alle 19.00 e alle 20.30.
Incontri in italiano con traduzione in francese o in francese con traduzione in italiano.