Homo sapiens

Torino - 11/11/2012 : 12/02/2013

La Mostra Homo sapiens – La grande storia della diversità umana vuole rispondere a queste domande usando un linguaggio accessibile a tutti, coinvolgendo il visitatore in una narrazione emozionante.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI
  • Indirizzo: Via Giovanni Giolitti 36 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 11/11/2012 - al 12/02/2013
  • Vernissage: 11/11/2012
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: 10.00-20.00
  • Biglietti: € 12.50; Riduzioni: € 10.00

Comunicato stampa

a dove veniamo? Perché siamo tutti africani? Davvero nelle nostre cellule ci sono ancora le tracce della prima donna che ci ha lasciato il suo Dna mitocondriale e del primo uomo che ci ha lasciato il suo cromosoma Y?

Perché le razze umane esistono solo nella nostra testa? Ma è vero che fino a poche decine di migliaia di anni fa su questo pianeta noi convivevamo con altre quattro specie umane? Che fine hanno fatto? Le abbiamo estinte noi? Ci siamo fusi con loro? E poi, ancora: quando è nata la mente umana moderna? Come siamo riusciti a colonizzare terre lontane e difficili come l’Australia e le Americhe, attraversando mari, foreste, steppe e ghiacciai? Perché i geni del pidocchio ci dicono quando abbiamo cominciato a vestirci? Come è possibile che da 25mila fondatori siamo diventati sette miliardi? E perché quando arriviamo noi altre specie si estinguono?



La Mostra Homo sapiens – La grande storia della diversità umana vuole rispondere a queste domande usando un linguaggio accessibile a tutti, coinvolgendo il visitatore in una narrazione emozionante. E’ una Mostra per tutti: per i bambini e per i ragazzi che potranno giocare con gli exhibit interattivi e con gli exhibit hands-on appositamente progettati; per gli studenti, che troveranno le informazioni scientifiche più aggiornate sull’evoluzione umana, con un ampio ventaglio di approfondimenti; per gli insegnanti, che incontreranno chiavi di lettura inaspettate e intrecci interdisciplinari; per gli appassionati, che vedranno in Italia per la prima volta reperti unici; per chiunque sia curioso di conoscere una storia investigata da pochi anni a questa parte, piena di sorprese e di rivelazioni sul nostro passato e sulle parentele tra le popolazioni umane, partecipando a un’esperienza coinvolgente e unica.