Guido Harari – Lectio Magistralis

Milano - 03/07/2014 : 03/07/2014

Nel sua Lectio, Guido Harari parlerà del "Ritratto come incontro" con Gino Castaldo, critico musicale e giornalista de "La Repubblica", e Franz Di Cioccio, frontman e batterista della PFM, col quale ricorderà tra l'altro il suo rapporto con Fabrizio De André - del quale per vent'anni Harari è stato uno dei fotografi personali.

Informazioni

Comunicato stampa

Giovedì 3 luglio 2014, alle ore 19.00, alla Triennale di Milano si terrà il quinto appuntamento delle Lectio Magistralis di "Fotografia e dintorni", promosse da AFIP International e CNA Professioni, giunte al loro terzo ciclo. Protagonista della serata sarà GUIDO HARARI,
tra i maggiori interpreti della fotografia di ritratto

La sua passione per la musica (tra gli anni Settanta e Ottanta è stato anche giornalista
e critico musicale per riviste come Ciao 2001, Gong, Rockstar) lo ha portato a incontrare e a collaborare con i maggiori esponenti
del panorama musicale italiano e internazionale, per i quali ha anche realizzato numerose copertine di dischi. Tra questi,
Claudio Baglioni, Andrea Bocelli, Kate Bush, Vinicio Capossela, Paolo Conte, David Crosby, Pino Daniele, Bob Dylan, B.B. King,
Paul McCartney, Gianna Nannini, Michael Nyman, PFM, Lou Reed, Vasco Rossi, Frank Zappa e altri ancora.

Nel sua Lectio, Guido Harari parlerà del "Ritratto come incontro" con GINO CASTALDO, critico musicale e giornalista
de "La Repubblica", e FRANZ DI CIOCCIO, frontman e batterista della PFM, col quale ricorderà tra l'altro il suo rapporto con
Fabrizio De André - del quale per vent'anni Harari è stato uno dei fotografi personali - e la leggendaria tournée del 1979
che vide la mitica rock band accompagnare il cantautore genovese con un repertorio da loro magistralmente riarrangiato.

Ingresso libero (fino a esaurimento posti).

Tutte le Lectio Magistralis verranno trasmesse in diretta streaming all’indirizzohttp://afiponline.blogspot.it/

L’iniziativa Lectio magistralis di "Fotografia e dintorni" è promossa da AFIP International e CNA Professioni, realizzata
in collaborazione con La Triennale di Milano e il Maxxi - Museo Nazionale delle Arti del XII secolo di Roma,
con il contributo di Epson, Canon, Nikon.

Oltre a ciò, l’attività dell’AFIP International si concretizza con una serie di eventi, quali conferenze, mostre
e un blog (http://afiponline.blogspot.it/ ) dove verranno segnalati gli eventi più interessanti e saranno discussi i temi
e gli argomenti legati alla fotografia e alla professione.

L’AFIP nasce nel 1960 da un gruppo di fotografi e vede tra i primi associati Aldo Ballo, Davide Clari, Giancolombo,
Mario Dainesi, Gianni Della Valle, Luciano Ferri, Gian Greguoli, Edoardo Mari, Paolo Monti, Alfredo Pratelli, Italo Pozzi,
Gian Sinigaglia, Fedele Toscani e Roberto Zabban, col proposito di rinnovare tecnicamente e culturalmente il mestiere della fotografia, difendendo la libera professione, rivolgendosi soprattutto alla produzione industriale e pubblicitaria, alla moda, all’editoria.

Il nuovo direttivo dell’AFIP International è composto da Giovanni Gastel (presidente), Alfredo Pratelli (presidente onorario),
Giuseppe Biancofiore (vicepresidente), Andreas Ikonomu (segretario), Sauro Sorana (tesoriere), Antonio Mecca (portavoce),
Debora Barnaba, Silvia Bottino, Gianluca Cisternino, Rosolino Croce, Roberto Ghislandi, Federica Lazza, Annalisa Mazzoli, Rocco Toscani.

Note biografiche:
GUIDO HARARI
Ispirato dai grandi fotografi di rock e jazz degli anni Cinquanta e Sessanta, Guido Harari si è affermato nei primi Settanta
come fotografo e critico musicale. Nel tempo ha approfondito anche il reportage, il ritratto istituzionale,
la pubblicità, la moda e il graphic design dei propri libri. La sua reputazione rimane legata alle numerose copertine di dischi
firmate per artisti internazionali come Kate Bush, David Crosby, Bob Dylan, BB King, Ute Lemper, Paul McCartney,
Michael Nyman, Lou Reed, Simple Minds e Frank Zappa. Sue fotografie sono state utilizzate anche, tra gli altri,
da Dire Straits, Duran Duran, Peter Gabriel, Pat Metheny e Santana. In Italia ha collaborato soprattutto con
Claudio Baglioni, Andrea Bocelli, Angelo Branduardi, Vinicio Capossela, Paolo Conte, Pino Daniele, Fabrizio De André,
Eugenio Finardi, Ligabue, Mia Martini, Gianna Nannini, PFM e Vasco Rossi. È stato anche uno dei curatori della grande mostra
multimediale su Fabrizio De André, prodotta da Palazzo Ducale a Genova.
Ha realizzato numerose mostre personali e diversi libri tra cui “Fabrizio De André. E poi, il futuro” (2001), "Strange Angels" (2003),
"The Beat Goes On" (con Fernanda Pivano, 2004), "Vasco!" (2006), “Wall Of Sound” (2007), "Fabrizio De André. Una goccia di splendore" (2007), “Fabrizio De André & PFM. Evaporati in una nuvola rock” (con Franz Di Cioccio, 2008), “Mia Martini. L’ultima occasione per vivere” (con Menico Caroli, 2009), "Gaber. L'illogica utopia" (2010), “Quando parla Gaber” (2011), “Vinicio Capossela” (2013), “Tom Waits” (2013).
Nel 2011 ha lanciato ad Alba, dove risiede da anni, la sua galleria fotografica, Wall Of Sound, interamente dedicata all’immaginario della musica.
www.guidoharari.com
www.wallofsoundgallery.com


Milano, giugno 2014