Grand Tour Film Photo Festival

Roma - 09/04/2014 : 09/04/2014

Rassegna cinematografica e fotografica gemellata alla Giornata di Studi del Grand Tour del Terzo Millennio.

Informazioni

Comunicato stampa

ONVERSAZIONE
Grand Tour, mangiare, bere e discorrere di architettura intorno a un tavolo
PRESENTAZIONE LAVORI
PROIEZIONE DEI CORTOMETRAGGI
PROCLAMAZIONE DEL VINCITORE
ESPOSIZIONE DEI LAVORI VINCITORI

mercoledì 9 aprile 2014 | dalle ore 09.30

Promosso dalla cattedra di Storia dell'Architettura della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma 2 Tor Vergata con la collaborazione dell’Accademia Nazionale di San Luca e del suo Nuovo Archivio Multimediale (NAM), il Grand Tour del Terzo Millennio è un incontro di studio a cui prendono parte architetti, ingegneri e storici dell’architettura e della città che provengono dai paesi europei, americani, australi e orientali e che presentano i risultati delle loro ricerche focalizzate su Roma e svolte, in gran parte, nelle Accademie e Istituti di cultura che i loro paesi di origine hanno istituito per lunga tradizione nella nostra capitale. Il viaggio di studio è una nobile consuetudine sia tra i progettisti sia tra i letterati e gli storici fin dal Rinascimento. Tali viaggi sono stati fondamentali, nella preparazione, nell’aggiornamento e nello svolgimento della loro futura professione, per tanti notissimi architetti, da Nicodemus Tessin a Joseph Hoffmann, da Le Corbusier a Frank Lloyd Wright, da Alvar Aalto a Louis Kahn.
Dal 2012 si è aggiunta un’appendice alla giornata di studi, consistente in una rassegna-concorso di cortometraggi promossa con la collaborazione dell’Accademia Nazionale di San Luca.
I soggetti dei corti dell’edizione 2014 hanno dovuto raccontare e/o interpretare il viaggio di studio a Roma degli artisti e/o borsisti stranieri che studiano l’architettura e/o la struttura della città capitolina. Il soggetto di quest’anno è: “mangiando si conosce Roma: il cibo e l’incontro, discorrendo di architettura”, ovvero come gli artisti stranieri raccontano le proprie ricerche sull’architettura romana in una trattoria, in un bar, in un caffè, in un cenacolo privato o nelle cucine delle Accademie dai tempi di Goethe sino ad oggi; prevista anche una sessione dedicata alla fotografia (intitolata: Grand Tour Photo Festival) a cui sono ammessi anche gli studenti.
Il Grand Tour Film-Photo Festival conclude il Grand Tour con la proiezione di tutti i video presentati per il concorso e con la premiazione del vincitore. Saranno premiati anche gli autori dei migliori scatti del concorso fotografico.

PROGRAMMA


9:30 – Messaggi di benvenuto

FRANCESCO MOSCHINI, Accademia Nazionale di San Luca | GIUSEPPE BONACCORSO, Università di Roma Tor Vergata


9:45 – Intorno al tema: “Grand Tour, mangiare, bere e discorrere di architettura intorno a un tavolo”

Presiede
CLAUDIA CONFORTI, Università di Roma Tor Vergata

Interventi
CARLA BENOCCI, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
Pagato con pane e vino: fra' Michele Bergamasco architetto cappuccino pontificio nella Roma barocca

ANTONELLA GRECO, Università di Roma La Sapienza
Gli artisti del Novecento tra chiacchiere, progetti e osterie

FRANCESCO MOSCHINI, Accademia Nazionale di San Luca – Politecnico di Bari
Architettura e architetti italiani: conversazioni intorno a un tavolo

GIUSEPPE BONACCORSO, Università di Roma Tor Vergata
L’architetto, il cibo e il cinema

BENEDETTA NERVI, Lia Polizzotti, Art Doc Festival
Conversazioni video


11:30 – Presentazione lavori della giuria

Intervengono
GIUSEPPE BONACCORSO, Università di Roma Tor Vergata; CLAUDIA CONFORTI, Università di Roma Tor Vergata; BERNERDO CORSETTI, fotografo; LORENZO GRIECO, FLAVIO LENOCI, Associazione studentesca “Architettiamoci”; SUSANNE KUBERSKY, Bibliotheca Hertziana; EMILIANO MORREALE, Università di Torino; FRANCESCO MOSCHINI, Accademia Nazionale di San Luca; HERMANN SCHLIMME, Bibliotheca Hertziana.


11:45 – Proiezione di tutti i cortometraggi pervenuti

Conduce
GIUSEPPE BONACCORSO, Università di Roma Tor Vergata


12:45 – Proclamazione dei vincitore della rassegna del cortometraggio 2014 e del concorso fotografico 2014


13:15 – Buffet e festa finale
DOCUMENTI ONLINE
comunicato
locandina
invito
L'ACCADEMIA NAZIONALE
DI SAN LUCA
"L'Accademia Nazionale di San Luca ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane." [Statuto 2005, art.1]
Il primo degli Statuti, voluto da Federico Zuccari, risale al 1593 e nel corso del Seicento, l'Accademia ha assunto come simbolo l'immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti.
Dal 1705 l'Accademia adotta come proprio emblema un triangolo equilatero, costituito da pennello, stecca e compasso, per esprimere la pari dignità ed unità delle tre arti: pittura, scultura ed architettura, sotto l'egida del disegno, come ribadito dal motto oraziano "aequa potestas" che lo accompagna. Nei secoli l'emblema accademico, pur sostanzialmente invariato, assume forme diverse fino alla trasformazione, nel 1934, con l'adozione di un medaglione con l'immagine di San Luca che dipinge, ancora oggi simbolo dell'istituzione accademica al pari del triangolo equilatero.
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.

L'Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
Seguendo la tradizione dell'Accademia, in base a quanto ribadito anche dagli ultimi statuti, l'Istituzione promuove diverse attività culturali finalizzate alla valorizzazione delle belle arti. Nell'ambito di tali iniziative vengono curati la pubblicazione di volumi relativi all'Accademia e alla sua storia e l'allestimento di mostre negli spazi espositivi. Le opere delle collezioni accademiche (dipinti, sculture, disegni ed altro) sono restaurate e concesse in prestito in occasione di mostre nazionali ed internazionali.
Le sale accademiche sono utilizzate anche per la presentazione di libri e per lo svolgimento di conferenze e convegni. Particolare attenzione viene rivolta dall'Accademia ai giovani artisti e ai giovani studiosi mediante il conferimento di premi e borse di studio.

L'Accademia pubblica un Annuario e, ogni sei mesi, un Notiziario nel quale vengono sinteticamente illustrate le attività più recenti o di prossima realizzazione.