Giuliano Briganti – Giornata di studio

Roma - 10/01/2013 : 10/01/2013

Una giornata di studio per ricordare Giuliano Briganti, a vent’anni dalla sua scomparsa.

Informazioni

Comunicato stampa

Nel Salone di Pietro da Cortona di Palazzo Barberini, a Roma, giovedì 10 gennaio (ore 10.30) si tiene una giornata di studio per ricordare Giuliano Briganti, a vent’anni dalla sua scomparsa. Ad organizzarla è il Dipartimento di Studi Umanistici di Roma Tre, l’Ateneo dove Briganti ebbe la cattedra di Storia dell’Arte Moderna, che vuole ricordarne la figura di grande conoscitore e intellettuale, animato al contempo da competenze storico-artistiche e passione civile, qualità che lo hanno reso interprete ineguagliato dei dibattiti sulla cultura italiana in un lungo arco cronologico, dall’immediato dopoguerra fino agli anni Novanta



In palazzo Barberini, sotto gli affreschi di Pietro da Cortona, a cui lo studioso aveva dedicato una monografia che ancora oggi occupa negli studi sulla pittura del Seicento un ruolo cardine, colleghi ed amici rifletteranno sugli ambiti di ricerca e sui testi più significativi di Giuliano Briganti, per contestualizzarli nella storia della disciplina, sottolineandone il significato innovatore al momento della loro prima comparsa e il valore di attualità che possono mantenere ancora oggi. Tra i partecipanti ci sarà, infatti, anche una allieva del Dottorato in Storia dell’Arte di Roma Tre, per dimostrare il valore esemplare che i contributi di Briganti hanno saputo conservare in relazione alle attuali ricerche di una giovane studiosa. L’attenzione di Briganti per l’arte contemporanea avrà in questa giornata due conferme d’eccezione: Luigi Ontani e Nunzio parleranno dell’intenso rapporto che con gli artisti ebbe questo studioso, e completeranno con i loro ricordi l’immagine complessa di una personalità tanto rigorosa quanto affabile e indipendente.

Oltre agli artisti, dopo i saluti di Mario De Nonno, direttore del Dipartimento di Studi Umanistici e di Liliana Barroero, coordinatrice del Dottorato in e conservazione dell’oggetto d’arte e di architettura, parteciperanno alla giornata Alvar González-Palacios, Anna Lo Bianco, Evelina Borea, Ludovica Trezzani, Matteo Lafranconi, Bruno Toscano, Laura Laureati, Valentina Russo, Barbara Cinelli, Ester Coen.

Ufficio Stampa
Davis & Franceschini
Piazza Santa Maria in Campo - 50122 Firenze
Tel. 055 2347273 - email: [email protected]

Programma


ore 10.30
Mario De Nonno, Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici
Liliana Barroero, Coordinatore del Dottorato in Storia e conservazione dell’oggetto d’arte e di architettura
Apertura dei lavori

ore 11.00 – 12.00
Alvar González-Palacios
Giuliano Briganti e le opere d’arte
Anna Lo Bianco
“Pietro da Cortona”
Evelina Borea
Giuliano e Bellori

ore 12.00 – 13.00
Ludovica Trezzani
Cinquant’anni di studi sul Palazzo del Quirinale: scoperte, conferme, novità
Matteo Lafranconi
Gli studi sul manierismo
Bruno Toscano
L’ecfrasis di Giuliano


ore 13.00 – 14.30 coffee break


ore 14.30 – 16.00
Laura Laureati
Giuliano Briganti: uno storico dell’arte prestato al giornalismo
Valentina Russo
“Grigie sono le teorie, verde l’albero della vita”: Giuliano Briganti sull’arte povera
Barbara Cinelli
Uno sguardo rinnovato per le immagini della pittura
Ester Coen
Giuliano e gli enigmi metafisici

Luigi Ontani e Nunzio parleranno dell’intenso dialogo di Giuliano Briganti con gli artisti contemporanei