Erman Izzi – I’m not That

Pesaro - 15/03/2013 : 14/04/2013

Le opere, concepite per essere volutamente evocative, sono sospese tra la luce e l’ombra. In questi venti ritratti che Rita Bonomo vede "destinati a diventare una moltitudine", Erman Izzi "mette in atto l’abile gioco del ricondurre il fruitore alla pratica del riconoscimento".

Informazioni

  • Luogo: CIRCOLOCULTURALE L'OTTO
  • Indirizzo: via Bramante 65 - Pesaro - Marche
  • Quando: dal 15/03/2013 - al 14/04/2013
  • Vernissage: 15/03/2013 ore 19,30
  • Autori: Erman Izzi
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: tutti i giorni, escluso lunedì

Comunicato stampa

Le opere, concepite per essere volutamente evocative, sono sospese tra la luce e l’ombra. In questi venti ritratti che Rita Bonomo vede "destinati a diventare una moltitudine", Erman Izzi "mette in atto l’abile gioco del ricondurre il fruitore alla pratica del riconoscimento". In esse infatti l’osservatore è obbligato ad addentrarsi e a rintracciare un significato che “prima si nasconde nel gioco dello straniamento ed infine -sotto le mentite spoglie dell’oggetto feticcio- si restituisce.”

Durante la serata inaugurale di venerdì 15 marzo verrà allestito un set fotografico dove l'artista realizzerà alcuni ritratti in estemporanea



Erman Izzi è nato a Foggia nel 1977 e si è diplomato in pittura presso l'Accademia di BB.AA. di Urbino nel 2005. Durante gli anni di studio la ricerca espressiva pittorica e la passione per la fotografia, costantemente accompagnata dall’interesse per l’arte cinematografica, hanno portato l'artista a lavorare contaminando e fondendo i linguaggi figurativi. Tra le sue opere si ricordano le stampe digitali su tela (plotter di grandi dimensioni) nelle quali l’intervento ad olio trasforma e ammorbidisce i netti controluce, facendo sì che le immagini emergano dal buio o appaiano come ectoplasmi su bianchi totali. I’M NOT THAT è l’ultimo lavoro realizzato da Erman Izzi.

L'esposizione resterà aperta fino al 14 aprile (aperta tutti i giorni, escluso lunedì). Il set fotografico resterà aperto per la creazione di nuovi ritratti.