Dorothy Miller: Americans 2063

Bologna - 21/09/2013 : 26/10/2013

P420 espone una selezione di 14 dipinti provenienti dalla collezione del Museum of American Art (MoAA) di Berlino. Tali dipinti, realizzati in acrilico su tela da un artista sconosciuto, rappresentano le copertine dei cataloghi che hanno accompagnato le mostre di arte Americana organizzate al MoMA di New York dalla curatrice Dorothy Miller.

Informazioni

  • Luogo: P420
  • Indirizzo: via Azzo Gardino 9 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 21/09/2013 - al 26/10/2013
  • Vernissage: 21/09/2013 ore 18
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: da mercoledi a venerdì ore 15/19.30 sabato ore 9.30/13.30 e 15/19.30 altri giorni solo su appuntamento

Comunicato stampa

P420 espone una selezione di 14 dipinti provenienti dalla collezione del Museum of American Art (MoAA) di Berlino (inaugurazione sabato 21 Settembre ore 18.00 in p.zza dei martiri 5/2 a Bologna, mostra visitabile già da giovedi 19 Settembre in concomitanza con l’inaugurazione di Artelibro).
Tali dipinti, realizzati in acrilico su tela da un artista sconosciuto, rappresentano le copertine dei cataloghi che hanno accompagnato le mostre di arte Americana organizzate al MoMA di New York dalla curatrice Dorothy Miller


Tra i primi anni '40 e l'inizio degli anni '60 Dorothy Miller introdusse, per la prima volta, nel programma espositivo del MoMA, un vasto numero di artisti americani in una serie di mostre tra cui ricordiamo 14 Americans (1946), 12 Americans (1952), 12 Americans (1956) e Americans 1963 (1963).
Grazie ad un programma internazionale per la circolazione delle mostre che il MoMA aveva istituito anche con fondi privati, una delle mostre più note organizzate da Dorothy Miller, The new american painting (1958-59), approdò nei musei di otto diverse nazioni europee, con l’effetto di modificare radicalmente la conoscenza e la percezione della scena artistica americana da parte del Vecchio Continente, con l’ulteriore effetto di consolidare quanto proposto da Alfred Barr e Dorothy Miller come l’unica possibile Storia dell’Arte Moderna.
I cataloghi di quelle mostre, simbolo di un preciso programma espositivo, attraverso i dipinti qui esposti che li rappresentano, diventano mostra essi stessi, innescando una processo di riflessione sulle dinamiche della Storia dell’Arte Moderna e sul concetto stesso di Arte.
Il Museum of American Art di Berlino è un’istituzione didattica il cui scopo è quello di raccogliere, preservare ed esporre le testimonianze dell’attività del MoMA di New York e delle sue mostre di Arte Americana realizzate in Europa durante gli anni ’50. Quelle mostre contribuirono a creare la comune identità culturale dell’Europa nel dopoguerra, basata sull’individualismo, sul modernismo e sull’internazionalismo.