Asta di Arte Moderna e Contemporanea

Roma - 01/12/2011 : 01/12/2011

L'asta inizierà con una sezione dedicata alla grafica proveniente dalla Galleria La Medusa di Roma, e si concluderà alle ore 18:00 con un’asta di beneficenza in favore di Telethon.

Informazioni

Comunicato stampa

ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
E LA COLLEZIONE DI GRAFICA DELLA GALLERIA LA MEDUSA


Bloomsbury Auctions, Roma, 1 dicembre 2011

Giovedì 1 dicembre verrà battuta da Bloomsbury Auctions in Palazzo Odescalchi, l’Asta di Arte Moderna e Contemporanea che inizierà alle ore 11:00 con una sezione dedicata alla grafica proveniente dalla Galleria La Medusa di Roma, e si concluderà alle ore 18:00 con un’asta di beneficenza in favore di Telethon.

Marino Marini Star dell’asta di Arte Moderna e Contemporanea di Bloomsbury Auctions, in calendario a Roma il prossimo 1 dicembre

Cavallo e Cavaliere, una tecnica mista su tavola, cm 50x40, eseguita negli Anni ’40 e proveniente dalla collezione di Cipriano Efisio Oppo, sarà posta in vendita con una stima di € 60.000/80.000.
In catalogo anche un bel dipinto di un altro grande Maestro toscano del secolo scorso: Ardengo Soffici, del quale si presenta un olio del 1923, Strada e case, cm 53,7x45,5 con la invitante stima di € 10.00/15.000; ancora tra i dipinti, si segnala un’opera desueta, l’enorme tela di Achille Capizzano raffigurante l’Assalto alla diligenza, quasi due metri per sei, realizzata nel 1946 per il cinema Rivoli, di Roma.
Otto le opere su carta, di Afro, fra queste, due disegni eseguiti per l’invito alla sua prima mostra personale astratta, presso la Galleria dell’Obelisco nel 1948 e una piccola ma raffinatissima Composizione del 1955, stimata € 15.000/20.000.
Nella sezione dedicata alle sculture, si segnalano un bel bronzo di Pietro Consagra, Bifrontale, del 1984; una composizione di Costantino Nivola, dal titolo Forms, del 1958 e il monumentale ed enigmatico volto di Igor Mitoraj, Sonno screpolato sdraiato, posto in vendita per € 60.000/80.000
La prima tornata d’asta, dedicata interamente alla grafica seriale, vedrà protagonista la Collezione di grafica della Galleria La Medusa, la nota galleria romana aperta, nel 1955, in Via del Babuino, da Claudio Bruni Sakraischik, fondatore insieme ad Isabella Far de Chirico, della Fondazione Giorgio e Isa de Chirico e curatore del Catalogo Generale delle Opere del Maestro.
L’importante raccolta di opere grafiche, in vendita da Bloomsbury Auctions a Roma, il 1 dicembre, testimoniano della fervida attività della galleria e della grande attenzione rivolta verso tale espressione artistica in Europa e negli Stati Uniti, dalla seconda metà degli Anni ’50 e per tutti gli Anni ’70. In quegli anni, la maggior parte degli artisti di ogni nazionalità si cimentò, con l’aiuto di validissimi Maestri incisori e stampatori, nelle affascinanti alchimie tecniche delle opere d’arte riproducibili in serie limitate.
Punta di diamante della Collezione, la vasta raccolta di incisioni e litografie di Giorgio de Chirico fra le quali si segnalano due preziosi fogli all’acquaforte del 1928, Combattimento di Gladiatori e Scuola di Gladiatori , eseguiti per Le Mystère Laic, di Jean Cocteau, a Parigi, per le editions des Quatre Chemins e proposte in vendita con stime da 2.000 a 4.000 euro e numerosi fogli, stampati prevalentemente tra il 1967 e il 1969 ed esposti alla Galleia La Medusa, nel 1969, in occasione della presentazione del volume, Giorgio de Chirico, Catalogo dell’ Opera Grafica (incisioni e litografie), 1921-1969, per le edizioni Alfonso Ciranna, Milano-Galleria della Medusa, Roma. Molti dei fogli che presentiamo in asta costituiscono gli ultimi esemplari delle tirature realizzate, di rarissima reperibilità sul mercato in così copiosa offerta.
Fra i molti autori presenti nella Collezione, segnaliamo la vivacissima litografia a 15 colori di Gino Severini, Danse Espagnole, stimata € 1.000/1.500; la cartella Idea e Spazio del 1963 con 12 incisioni all’acquaforte di Marino Marini e la nota cartella di Giuseppe Capogrossi, Album Marlborough/2RC, del 1968, completa delle sei incisioni eseguite in diverse tecniche calcografiche, valutata € 3.000/5.000 e, fra gli autori internazionali, una bella raccolta di incisioni e litografie di Max Ernst; diverse serigrafie con inteventi metallici di Friedensreich Hundertwasser come la molto ricercata Goodbye from Africa, 1967 edita proprio dalla Galleria La Medusa e proposta in vendita per € 2.500/3.500 oltre a molteplici, selezionate edizioni limitate, di artisti come Pierre Alechinsky, Karel Appel, Alexander Calder, Alan Davie, Richard Estes , Sebastian Matta,

Joan Mirò, Graham Sutherland e Claes Oldenburg. Fiore all’occhiello della raccolta, la rara litografia di Cy Twombly, Untitled, 1960, es.30/60, stimata € 4.500/5.500
Alle ore 18.00, la vendita sarà conclusa dall’asta benefica AMES per TELETHON. Tredici artisti, Tommaso Cascella, Bruno Ceccobelli, Sandro Chia, Teresa Coratella, Mariagrazia Dardanelli, Baldo Diodato, Giuseppe Gallo, Adriano Maraldi, Mimmo Paladino, Piero Pizzi Cannella, Erzsebet Palasti, Turi Sottile, Marco Tirelli, hanno generosamente aderito all’iniziativa donando le loro opere e gli allievi dell’Accademia Altieri, dell’Accademia di Costume e di Moda, dell’Accademia Koefia e dell’Istituto d’Arte “Roma2”, hanno realizzato tredici creazioni ispirandosi alle opere dei maestri. I proventi della vendita delle 26 opere, ideata e realizzata da AMES, l’associazione ArteModaeSolidarietà, saranno interamente devoluti a favore di TELETHON.