Asta 119

Roma - 07/05/2013 : 10/05/2013

La Casa d’Aste Babuino di Roma, secondo tradizione, è riuscita a collezionare opere e oggetti di estremo interesse storico artistico e collezionistico, di opere d’arte italiana ed europea.

Informazioni

  • Luogo: CASA D'ASTE - BABUINO
  • Indirizzo: Via Dei Greci 2 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 07/05/2013 - al 10/05/2013
  • Vernissage: 07/05/2013 ore 15
  • Generi: asta
  • Orari: Martedì 7 maggio, ore 15 – Arredi e dipinti antichi Mercoledì 8 maggio, ore 15 –Arredi e Dipinti del XIX secolo Giovedì 9 maggio, ore 15 – Arredi e Dipinti del XIX e XX secolo Venerdì 10 maggio, ore 15 – Antiquariato corrente, Argenti e Collezionismo

Comunicato stampa

RREDI E DIPINTI ANTICHI
ARREDI E DIPINTI DEL XIX SECOLO
ANTIQUARIATO CORRENTE, ARGENTI E COLLEZIONISMO

ASTE
Martedì 7 maggio, ore 15 – Arredi e dipinti antichi
Mercoledì 8 maggio, ore 15 –Arredi e Dipinti del XIX secolo
Giovedì 9 maggio, ore 15 – Arredi e Dipinti del XIX e XX secolo
Venerdì 10 maggio, ore 15 – Antiquariato corrente, Argenti e Collezionismo

Esposizione da venerdì 3 a lunedì 6 maggio 2013

La Casa d’Aste Babuino di Roma, secondo tradizione, è riuscita a collezionare opere e oggetti di estremo interesse storico artistico e collezionistico, di opere d’arte italiana ed europea.
Questo evento porterà all’attenzione del pubblico opere e arredi provenienti da una prestigiosa ascendenza nobiliare, quella della collezione di Antonio Maria Filippo Luigi d'Orléans duca di Montpensier, ultimogenito del sovrano di Francia nonché consorte della secondogenita di Ferdinando II e Maria Cristina di Borbone, Maria Luisa Ferdinanda Infanta di Spagna; una parte della loro collezione, trasferita da Madrid a Bologna nel Palazzo Caprara di Galliera, verrà proposta all’incanto. Inoltre, verranno proposte anche opere provenienti da una delle più illustri famiglie nobiliari italiane, quella dei principi Boncompagni Ludovisi. La vendita comprende una offerta varia e di qualità, dai mobili antichi, all’argenteria, alla porcellana e all’oggettistica di ogni livello e genere.

Il dipartimento di DIPINTI ANTICHI propone una interessante collezione che raccoglie opere di livello internazionale. Tra i fiamminghi, un’opera di Justus Sustermans (Anversa 1597 - Firenze 1681) con Ritratto virile in armatura databile al 1645-1650 (Olio su tela, cm. 68 x 51)(lotto 54, €15.000-22.000), di Daniel Seghers (Anversa 1590 - 1661) con la Figura della Vergine col Bambino entro ghirlanda di fiori (Olio su tela, cm. 100 x 71)(lotto 131, € 4.000-6.000), di Andries Van Eertvelt (Anversa 1590 - 1652) con una Battaglia navale (Olio su tela, cm. 93 x 109)(lotto 134, € 4.000-6.000), di Pittore fiammingo del XVII secolo una coppia di dipinti raffiguranti Nature morte di vitello, pollame e cacciagione (Olio su tela, cm. 177 x 108,5)(lotto 30, € 10.000-15.000) e del francese Hyacinthe Rigaud (Perpignano 1659 - Parigi 1743) con Ritratto di nobile (Olio su tela ovale, cm. 94 x 74)(lotto 163, € 8.000-12.000),
Infine, tra gli artisti italiani, di Pittore veneziano della metà XVIII secolo una Veduta di Piazza San Marco verso San Geminiano (Olio su tela, cm. 55 x 72)(lotto 186, € 10.000-15.000), di Pittore Italia settentrionale del XVIII secolo un Manigoldo nell'atto di legare Salomè con la testa del Battista (Coppia di dipinti ad olio su tela ovale, cm. 137 x 100,5)(lotto 72, € 4.000-6.000), di Pittore genovese del XVII secolo con Baccanale (Olio su tela, cm. 111 x 164)(lotto 56, € 4.000-6.000), oltre a numerose opere interessanti di pittori napoletani, emiliani, lombardi e veneti.

Il dipartimento dei DIPINTI DELL’OTTOCENTO propone una rara coppia di dipinti firmati dal pittore della corte spagnola Josè Gutierrez De La Vega (Siviglia 1791 - Madrid 1865) che dipinse nel 1833 il Ritratto di Ferdinando II di Spagna (Olio su tela, cm. 142 x 105)(€ 7.000-10.000) e nel 1832 della consorte Maria Cristina di Borbone principessa Delle Due Sicilie (Olio su tela, cm. 142 x 104)(€ 7.000-10.000), entrambi provenienti dalla collezione bolognese di Antonio Maria Filippo Luigi d'Orléans duca di Montpensier. Ancora arte europea, con l’opera di John Seymour Lucas (Londra 1849 - 1923) che raffigura Luigi XI visita i contadini nella loro dimora (Olio su tela, cm. 107 x 157)(lotto 280, € 6.000-8.000), di Anders Leonard Zorn (Mora 1860 - 1920) che presenta il Ritratto di gentiluomo allo scrittoio (Olio su tavoletta, cm. 25 x 33)(lotto 253, € 4.000-6.000), di Charles-François Daubigny (Parigi 1817 - 1878) con Paesaggio fluviale con borgo e figure (Olio su tela, cm. 29 x 52)(lotto 331, € 4.000-5.000) e di Nikolaj Dmitrievic Kuznecov (Russia 1850 - 1929) con Cosacco con cani e cavallo (Olio su tavoletta, cm. 23 x 33)(lotto 318, € 1.000-1.500).
Inoltre, di Giacinto Gigante (Napoli 1806 - 1876) una bella Veduta dell'acquedotto presso Salerno con viandanti (Olio su tela, cm. 33 x 47)(lotto 309, € 1.500-2.000), di Cafiero Filippelli (Livorno 1889 - 1973) una Donna che allatta (Olio su tavoletta, cm. 70 x 50)(lotto 297, € 1.500-2.000), due opere di Giovanni Panza (Capo Miseno 1894 - Napoli 1989) con L'antiquario al mercatino (Olio su tela, cm. 43 x 58)(lotto 285, € 1.000-1.500), di Orfeo Orfei (Massa Lombarda 1836 - Bologna 1915) Il figlio dell'antiquario (Olio su cartone, cm. 30 x 22,5)(lotto 360, € 3.000-4.000), di Francesco Longo Mancini (Catania 1880-Roma 1941) un bel nudo giovanile titolato L'adultera (Olio su tela, cm. 110 x 83)(lotto 348, € 4.000-5.000). Ma soprattutto, una raccolta dell’artista veneto Gian Battista Carrer (Cavalier di Gorgo al Monticano 1800 - Venezia 1868) con una rassegna di fini e rari ritratti di giovani e fanciulle, tra cui Ritratti (Quattro dipinti ad olio su tela, cm. 35 x 26)(lotto 227, € 1.000-1.500).
Accompagnano la raccolta, numerose Sculture in bronzo e in marmo databili all’Ottocento, di stile neoclassico e verista.

Per finire ricordiamo la presenza di MOBILI ANTICHI E DELL’OTTOCENTO, tra cui una splendida Ribalta romana del XVIII secolo in ebano viola con intarsi in legno di bosso (lotto 12.000-18.000) e una serie di diciotto sedie romane del XVIII secolo in noce scolpita con tappezzeria in pelle marrone (lotto 109, € 5.000-7.000). Inoltre, il mobilio proveniente dal palazzo di Galliera con gli stemmi Borbonici della casa reale spagnola, quali la Coppia di credenze borboniche a vanteaux in noce e radica di olmo con stemmi di casata e cornici in bronzo dorato della metà del XIX secolo (lotto 255, € 2.000-3.000), un Tavolo emiliano degli inizi XVIII secolo in noce ebanizzata e intagliata (lotto 66, € 2.000-2.500), un Canterano emiliano del XVIII secolo in noce e radica con intarsi (lotto 78, € 3.500-4.000) e Consoles bolognesi del Settecento, una Stanza da letto in noce dell’Ottocento con gli stemmi Borbonici provenienti dalla collezione bolognese del principe d'Orléans duca di Montpensier.

Tra gli ARREDI ANTICHI E DELL’OTTOCENTO proponiamo un raro Arazzo fiammingo degli inizi XVII secolo con trapunta a 'punto lanciato', raffigurante scena dell'educazione di Maria (cm. 59 x 50)(lotto 126, € 4.000-6.000) e uno straordinario Trittico da camino francese in bronzo dorato della prima metà XIX secolo con orologio con figura di rinoceronte (cm. 54 x 37 x 16,5)( lotto 158, € 8.000-12.000). Sono proposti anche piccoli Orologi da tavolo, Candelieri e Candelabri dal Seicento all’Ottocento.
Inoltre, nell’ampia è la proposta di Porcellane e Maioliche antiche, italiane ed europee databili dal Seicento al Novecento,

Importanti TAPPETI ANTICHI sia persiani che caucasici, sono proposti a prezzi da vero investimento per il rapporto qualità-epoca-prezzo.

Arricchisce la tornata dei COLLECTABILIA in vendita venerdì l’ampia offerta di Argenti antichi, con una rara Coppia di boccali tedeschi in bronzo dorato del XVII secolo di manifattura Augsburg (lotto 18, € 4.000-5.000).