Arte e Cinema, da Cinecittà a Hollywood

Milano - 12/09/2013 : 12/10/2013

In questa esposizione le due arti visive si intrecciano e si fanno interpreti della contemporaneità offrendo al visitatore una profonda chiave di lettura della società.

Informazioni

  • Luogo: PISACANE ARTE
  • Indirizzo: Via Carlo Pisacane 36 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 12/09/2013 - al 12/10/2013
  • Vernissage: 12/09/2013 ore 18,30
  • Generi: arte contemporanea, collettiva

Comunicato stampa

Dopo la pausa estiva, la galleria Pisacane Arte inaugura la stagione degli eventi 2013/2014 con un’insolita mostra, giovedì 12 settembre alle ore 18.30, che vede protagonista l’arte cinematografica interpretata in maniera differente e geniale da tre artisti: Andy Warhol, Mimmo Rotella e Enrico Pambianchi.

Arte e Cinema, da Cinecittà a Hollywood, è un’esposizione collettiva nella quale diversi artisti contemporanei rendono omaggio ai grandi protagonisti del cinema internazionale.

L'esposizione si apre con le opere iper-visionarie di Enrico Pambianchi che celebrano il regista Michelangelo Antonioni

Entrambi ferraresi, l'artista contemporaneo ha partecipato alla mostra collettiva IS MICHELANGELO DEAD? che Ferrara ha organizzato nell'ultimo anno proprio in onore del centenario della nascita del grande maestro. Pambianchi, con il suo iperrealismo visionario, ricompone fotogrammi tratti dai film di Antonioni grazie al collage per poi intervenire con il disegno e pittura ad olio per creare nuove realtà e nuove possibilità interpretative.

Non potevano mancare i seridécollage di Mimmo Rotella con protagonisti i volti dei grandi attori, da Cinecittà a Hollywood. Proprio le locandine dei film, strappate e poi ricomposte, sono diventate oggetto della sua riflessione: con il suo gesto artistico l'artista vuole esaltare, ma nello stesso tempo ridare espressività ad una certa vuota serialità.

Dalla pop art italiana passiamo infine a quello che ne è universalmente riconosciuto come il massimo esponente, Andy Warhol, del quale vengono presentate le copie firmate della celebre rivista Interview. Fondata dall'artista nel 1969, il magazine, tutto'oggi punto di riferimento per gli amanti del glamour, testimonia gli interessi trasversali e la creatività di Warhol: dalla musica, al cinema, all'editoria. Dagli anni Settanta trovano sempre più spazio in copertina le star dello spettacolo, da Silvester Stallone a Diane Keaton, celebrati con quei colori accesi tipici dell'artista pop.

Inoltre in occasione di questa mostra, il poliedrico artista Dario Ballantini metterà in esposizione due opere a lui molto care legate al mondo del cinema italiano, il ritratto de “il principe della risata” Antonio De Curtis, in arte Totò, e il ritratto del cineasta e letterato Pier Paolo Pasolini.

In questa esposizione le due arti visive si intrecciano e si fanno interpreti della contemporaneità offrendo al visitatore una profonda chiave di lettura della società.

Le opere di Andy Warhol e Mimmo Rotella presenti nella mostra fanno parte di una collezione della Galleria Pisacane Arte.

I lavori esposti di Enrico Pambianchi appartengono all’archivio dell’artista gestito e curato dal Centro Studi Dante Bighi, una realtà culturale che dal 2007 ha sposato numerosi progetti di innovazione strategico-culturale e sostiene vari artisti.