Art-è Cura

Firenze - 20/10/2012 : 21/10/2012

Un evento internazionale con interventi di grandi personalità del mondo culturale, scientifico e della comunicazione per esplorare insieme l’arte come mezzo trascendente e catartico per purificare le zone d’ombra dell’uomo ed illuminarne l’esistenza, organizzato da La Compagnia del Tao.

Informazioni

Comunicato stampa

Art-è Cura
20 - 21 Ottobre 2012 - La Compagnia del Tao – Auditorium, Palazzo Congressi – Firenze

Domani sabato 20 ottobre alle ore 9.15 Franco Cracolici aprirà il convegno Art-è Cura, un evento internazionale con interventi di grandi personalità del mondo culturale, scientifico e della comunicazione per esplorare insieme l’arte come mezzo trascendente e catartico per purificare le zone d’ombra dell’uomo ed illuminarne l’esistenza, organizzato da La Compagnia del Tao.

Relatori della prima giornata di lavori: Philippe Daverio, Oliviero Toscani, Alessandro Meluzzi, Franco Cracolici, Patch Adams, Ottavio Rosati e Gioacchino Allasia



Filo conduttore tra i vari interventi della giornata saranno le musiche del maestro Fabio Pianigiani, ispirate al Ramayana, poema epico e testo sacro della tradizione induista.

Franco Cracolici, Presidente de La Compagnia del Tao, introdurrà e presiederà i lavori delle due giornate, scandite da quattro momenti fondamentali: “Simboli e immagini: paradigmi del curare”, “The joy of care”, “ Art-è Terapia” e “Le trame del curare”. Filo conduttore saranno le musiche del maestro Fabio Pianigiani, ispirate al Ramayana, poema epico e testo sacro della tradizione induista.

Proseguiranno nella mattinata gli interventi del famoso critico d’arte e giornalista Philippe Daverio, conduttore di celebri trasmissioni Rai come Il Capitale di Philippe Daverio, Passepartout ed Emporio Daverio, Oliviero Toscani, fotografo, conosciuto internazionalmente come la forza creativa dietro i più famosi giornali e marchi del mondo, Alessandro Meluzzi, noto psichiatra e personaggio televisivo.

Nel pomeriggio l'atteso intervento del popolare medico statunitense Patch Adams, ideatore della terapia olistica del sorriso, fondatore del Gesundheit! Institute, struttura sanitaria alternativa e gratuita, basata sulla connessione tra ambiente e benessere e sulla convinzione che non si possa separare la salute dell’individuo da quella della famiglia, della comunità e del mondo (ispirato alla storia di Patch Adams è l’omonimo film del 1998 con Robin Williams nel ruolo principale).

A questo faranno seguito Ottavio Rosati, da sempre attivo sulla scena teatrale con personaggi del calibro di Vittorio Gassman e Gioacchino Allasia, esperto in Craniosacrale e Shiatsu.

Per la giornata di domenica grande attesa per gli interventi di Alejandro Jodorowky personaggio carismatico, drammaturgo, sceneggiatore teatrale e scrittore, autore di grandi successi della storia del cinema e Michela Murgia, scrittrice, vincitrice del Premio Campiello con il romanzo “Accabadora”

In tutte le fasi della storia l’arte è “utile”, “funzionale”: rappresenta un veicolo di emozioni e manifestazioni umane, un mezzo per esprimere gioia, potere, scienza e conoscenza, fede, amore. La radice etimologica della parola “arte” ha il significato di “fare”, perciò arte ha in sé un’accezione pratica riguardo specifiche abilità (arte medica, arte figurativa, arte sonora, arte del pensiero). La nozione di “cura” dal suo significato originario collegato a “guardare”, nell’evoluzione storica verso il sapere medico assume il significato di “premura”, “attenzione”, verso qualcosa o qualcuno. Da qui Art-è Cura: un invito a condividere un percorso fatto di arte come forza taumaturgica, e di cura, intesa in senso ampio, come disposizione d’animo che sostiene e orienta nell’atto del prendersi cura di se stessi e degli altri.