Accanto alla programmazione musicale, Ariano Folkfestival ha creato negli anni una rete di attività satelliti che contribuiscono alla creazione di un evento dall'offerta poliedrica, spaziando dal cinema alla poesia, dal teatro all'arte, fino al turismo enogastronomico.

Informazioni

  • Luogo: AUDITORIUM
  • Indirizzo: Via D'Afflitto - Ariano Irpino - Campania
  • Quando: dal 15/08/2012 - al 19/08/2012
  • Vernissage: 15/08/2012
  • Generi: arte contemporanea, performance – happening, serata – evento, musica, cinema, teatro
  • Sito web: www.arianofolkfestival.it
  • Email: info@arianofolkfestival.it

Comunicato stampa

L'Ariano Folkfestival è un progetto etno-culturale che nasce nel 1996 per iniziativa di un gruppo di amici non ancora trentenni, soliti incontrarsi in un piccolo bar di provincia. La piccola rassegna di musica folk delle prime edizioni ha progressivamente acquisito i tratti di un vero e proprio festival, concentrando la propria attenzione sulla scena world internazionale, con una particolare predilezione per le proposte più innovative e di avanguardia, lasciandosi affascinare dalle contaminazioni

In meno di dieci anni l'Ariano Folkfestival ha così selezionato ed ospitato i maggiori esponenti del genere, folk, gypsy, jazz manouche, reggae e dub di tutto il mondo, diventando un punto di riferimento nei paesi europei e del Mediterraneo. Il Festival ha ospitato fino ad oggi circa 130 bands provenienti da 20 diverse nazioni. Ariano Folkfestival si pone come un evento culturale non più gratuito ma ancora indipendente, vivendo grazie alla collaborazione di numerosi volontari e finanziando le sue attività attraverso il sostegno di enti pubblici ed una rete di imprenditori locali che in ogni nuova edizione rinnovano il loro contributo alla manifestazione.

Dal 2003 Ariano Folkfestival partecipa al Womex di Siviglia. Dal 2001 è parte di Talento, la rete dei festival folk e world italiani. Accanto alla programmazione musicale, Ariano Folkfestival ha creato negli anni una rete di attività satelliti che contribuiscono alla creazione di un evento dall'offerta poliedrica, spaziando dal cinema alla poesia, dal teatro all'arte, fino al turismo enogastronomico.

----

L’Ariano Folkfestival e le sue aree collaterali: le tante sfaccettature di un’unica creatura. E proprio come l’Idra di Lerna, la fantastica creatura a nove teste della mitologia greca, le aree del Festival spuntano, ognuna a dar linfa alla creatura irpina.

Gradite riconferme e novità si inseriscono nel programma dell’AFF 2012, attraverso numerose e diversissime aree collaterali, che offrono servizi di ospitalità e accoglienza al suo pubblico, ma anche momenti culturali e di svago. Tutte le aree collaterali del Festival rappresentano la sua stessa forza e particolarità, diventando un momento di richiamo di numerosissimi turisti ad Ariano, ma anche un collante forte per la comunità intera, che si adopera per la sua riuscita.

Per la migliore accoglienza del pubblico che desidera restare ad Ariano per tutta la durata del Festival ci sarà la storica area Volkscamp, che propone anche quest’anno musica dal vivo per sconfiggere il caldo pomeriggio festivaliero. Oltre all’area compeggio, quest’anno c’è AFFittacasa, un servizio per chiunque voglia soggiornare ad Ariano Irpino in caratteristiche case del centro storico, o in ville in campagna, acquistando un pacchetto turistico all-inclusive.

Per gli spazi ricreativi e culturali c’è il Folkintour, che vede una massiccia partecipazione e ripropone i suoi particolarissimi itinerari alla scoperta dell’Irpinia: attraverso percorsi sconosciuti e spesso dimenticati, il popolo del festival ha ritrovato storie, facce, sapori persi ormai nel tempo, ma non ancora scomparsi. Ritroveremo ancora una volta degli itinerari speciali anche con la presenza di accompagnatori d’eccezione.

Il pomeriggio del Festival, per chi voglia rilassarsi, riposarsi e acculturarsi, si colora con le proiezioni della Cinezone, presso l’Auditorium Comunale, seguite da dibattiti, incontri, riflessioni, chiacchiere. Giunto alla sua terza edizione è lo Spazio Yoga, che si tiene nella Villa Comunale, diventato un rituale imprescindibile per chi ha bisogno di fare pace con se stesso e dialogare con il proprio chakra, prima di affrontare il vorticoso flusso del Folkstage. Nuove proposte musical-parlate sono quelle della Corazone, suonate rinfrescate da un aperitivo nella famosissima piazzetta John Coltrane.

Naturalmente non finisce qui: ci sarà ancora il Folkart, giunto ormai alla sua quinta edizione; il Folkbullettino, storico organo di stampa dell’AFF; verrà inaugurato quest’anno uno spazio espositivo con una mostra di foto, locandine, t-shirt e materiale di ogni genere che racconta la storia bellissima di questi 17 anni di Ariano Folkfestival, perché finché c’è qualcuno che ricorda, una storia non può morire.

Insomma, non manca nulla, la nostra testarda creatura è nata e cresce, a vista d’occhio, più bella che mai: manca solo l’ingrediente segreto, il nostro pubblico.