Architecture after Revolution

Venezia - 04/06/2014 : 04/06/2014

In occasione della pubblicazione del loro libro “Architecture After Revolution” (Sternberg Press, Berlin 2013), i membri di DAAR (Decolonizing Architecture Art Residency) Alessandro Petti, Sandi Hilal e Eyal Weizman condurranno un workshop su Al Masha (la terra condivisa) come una possibilità di lavorare sulla relazione tra gli spazi pubblici e comuni in Palestina e gli eventi e luoghi delle rivolte arabe.

Informazioni

Comunicato stampa

In occasione della pubblicazione del loro libro “Architecture After Revolution” (Sternberg Press, Berlin 2013), i membri di DAAR (Decolonizing Architecture Art Residency) Alessandro Petti, Sandi Hilal e Eyal Weizman condurranno un workshop su Al Masha (la terra condivisa) come una possibilità di lavorare sulla relazione tra gli spazi pubblici e comuni in Palestina e gli eventi e luoghi delle rivolte arabe.
Questo workshop unirà architetti, artisti, attivisti e ricercatori per discutere il ruolo odierno degli spazi comuni nelle lotte per la giustizia e l’uguaglianza


La seconda parte del workshop verrà dedicata alla presentazione dell’installazione “Italian Ghosts”, presente alla Biennale di Architettura di Venezia. La discussione si concentrerà sull’architettura italiana, modernista, costruita in Libia negli anni Trenta e sui suoi “fantasmi” ereditati dal tempo presente.
Decolonizing Architecture
Il lavoro di DAAR combina combina discorso, intervento spaziale, formazione, apprendimento collettivo, incontri pubblici e battaglie legali. Propone la sovversione, il riuso, la profanazione e il riciclo delle infrastrutture esistenti dell’occupazione coloniale. I progetti di DAAR sono stati esposti in varie biennali e musei internazionali. Nel 2010 DAAR ha vinto il Price Claus per l’Architettura, ha ricevuto un Art Initiative Grant ed è stato selezionato per il Chrnikov Prize. I membri di DAAR sono Sandi Hilal, Alessandro Petti end Eyal Weizman.
http://www.decolonizing.ps/site/
Iscrizione + info
- Il workshop è gratuito e aperto a tutti.
- Mandare la propria iscrizione a: [email protected]
- Deadline per l’iscrizione: 2 giugno
- Il workshop sarà attivato con un minimo di 20 iscritti
- Nella mail indicare: nome e cognome, età, numero di telefono, interessi, eventuale corso di studio (se studenti).

DAAR-Decolonizing Architecture Art Residence
“Architecture after Revolution”
Wednesday, June 4 th from 5.00 pm to 8.00 pm


On the occasion of the publication of their book "Architecture After Revolution" (Sternberg Press, Berlin, 2013), members of DAAR (Decolonizing Architecture Art Residency) Alessandro Petti, Sandi Hilal and Eyal Weizman will conduct a workshop on Al Masha (the shared land) as a chance to work on the relationship between public spaces and common in Palestine and events and places of the Arab uprisings.
The workshop will join architects, artists, activists and researchers to discuss the role of common areas in the struggles for justice and equality.
The second part of the workshop will be pledged to the presentation of the installation "Italian Ghosts" at the Biennale of Architecture in Venice. The discussion will focus on Italian modernist architecture built in the thirties in Libya and its "ghosts" inherited from the present time.
Decolonizing Architecture
DAAR’s work combines discourse, spatial intervention, education, collective learning, public meetings and legal challenges. It proposes the subversion, reuse, profanation and recycling of the existing infrastructure of a colonial occupation. DAAR projects have been shown showed in various biennales and museums. In 2010 DAAR was awarded the Price Claus Prize for Architecture, received Art initiative Grant, and shortlisted for the Chrnikov Prize. DAAR members are Sandi Hilal, Alessandro Petti, Eyal Weizman.
http://www.decolonizing.ps/site/

>> Enrollment + info
- The workshop is free and open to everybody
- Send an email to: [email protected]
- Deadline: 2/06
- The workshop will be activated with a minimum of 20 participants
-Specify in the email: name and surname, age, phone, interests and eventual course of study.