Angelo Bozzola – Spazio e ferro

Luino - 11/07/2020 : 15/09/2020

Le sculture di Angelo Bozzola nel giardino di Palazzo Verbania.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO VERBANIA
  • Indirizzo: Via Dante Alighieri 6 - Luino - Lombardia
  • Quando: dal 11/07/2020 - al 15/09/2020
  • Vernissage: 11/07/2020
  • Autori: Angelo Bozzola
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Palazzo Verbania riapre, dopo la chiusura forzata dovuta al Covid 19, con una mostra di Angelo
Bozzola (1921-2010) artista legato al Mac, il Movimento Arte Concreta, fondato nel 1948 a Milano
da Dorfles, Soldati, Munari, Monnet.
Nel parco a lago del Palazzo sono state installate oggi due sculture monumentali degli anni Cinquanta
e primi anni Sessanta, Funzione-Sviluppo di Forma Concreta (1958) e Iterazione (1962), sei quintali
di ferro e acciaio corten affacciati sul lago e in dialogo col paesaggio

Anche sul balcone al primo
piano, spicca, con lo sfondo delle montagne, la grande Funzione-Sviluppo di Forma Concreta (1955)
in acciaio inox con finitura lucida a specchio. Il percorso in esterno, pensato nella logica del
distanziamento, ma anche per valorizzare lo splendido progetto dei giardini, mette in luce la ricerca
dell'artista concentra sulla costruzione di forme plastiche astratte, create dal concatenarsi di un
modulo elementare. Una “mono-forma” che si moltiplica e crea sequenze infiniti di soluzioni
possibili. Ispirato dalle ricerche spaziali del secondo dopoguerra, Bozzola immagina superfici mobili,
varchi nella materia, tagli prospettici per spingere lo sguardo verso l'orizzonte.
Nella sala mostre, il percorso prosegue con una selezione di dipinti abitati dalla medesima forma
modulare orchestrata con giochi di colori e incastri geometrici. Tutto nato tuttavia da una originaria
riflessione sulle forme essenziali della natura, delle foglie e dei frutti spinti in una visione sublimata
dalla sintesi assoluta. Completa la mostra una vetrina con i bozzetti e i modelli studiati dal grande
scultore prima di trasferire le sue forme plastiche e dinamiche nella dimensione monumentale dei
suoi colossi di ferro.