Alessandro Lupi – Percezione

Genova - 28/10/2011 : 13/11/2011

Lo spazio ed il tempo. Come relazionarsi con il nostro modo di percepire la forma e la materia? “Percezione” è una mostra focalizzata su questo quesito. Partendo da questa ricerca i lavori e le installazioni che la compongono cercano di stimolare la nostra interpretazione mnemonica e nel contempo la mettono in discussione. Sono presenti opere dal taglio sperimentale e progetti in divenire.

Informazioni

Comunicato stampa

Lo spazio ed il tempo. Come relazionarsi con il nostro modo di percepire la forma e la materia?
“Percezione” è una mostra focalizzata su questo quesito. Partendo da questa ricerca i lavori e le installazioni che la compongono cercano di stimolare la nostra interpretazione mnemonica e nel contempo la mettono in discussione. Sono presenti opere dal taglio sperimentale e progetti in divenire.
Il centro della ricerca artistica di Alessandro Lupi parte dalla luce, e si sviluppa con installazioni e nuove tecniche dove colore, luce suono e spazio si fondono dinamicamente

Nel 1997 inventa una nuova tecnica che chiama densità fluorescente, fili di poliestere dipinti uno ad uno con pigmenti fluorescenti e/o fotoluminescenti ed illuminati da luce nera di Wood. I soggetti sono spesso corpi tridimensionali, che dialogano con lo spazio in modo cinetico o statico, ogni lavoro nasce come un mondo a se, tutto si concentra sul concetto di “inversione” cioè sulla possibilità di offrire allo spettatore un punto di vista contrario a quello previsto e prevedibile, nelle sue opere la dicotomia di situazioni opposte come interno-esterno, libertà-prigionia, vita-morte è annullata dalla percezione quasi contemporanea dei due aspetti, che non privilegia alcuna prevalenza percettiva o gerarchica.

In occasione dell’inaugurazione, venerdì 28 ottobre alle ore 19.30, si terrà una performance sonora di Riccardo Barbera (contrabbasso).
Contributo scientifico: Marco Rusconi.

Alessandro Lupi
E' nato nel 1975 a Genova, da tre anni vive e lavora a Berlino.
Ha studiato al Liceo Artistico e successivamente all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova dove si è diplomato con il massimo dei voti presentando una tesi intitolata “ la Luce nell’Arte Contemporanea”.
La sua ricerca artistica si può collegare alla sua infanzia quando, all’età di 10 anni, desiderava inventare una torcia che facesse buio invece che luce.
Ha esposto in numerose esposizioni e concorsi in Italia e all’estero tra cui la Kunsthaus Tacheles di Berlino, la Biennale dei Giovani artisti dell’Europa de del Mediterraneo a Roma, Break 21 festival internazionale artisti indipendenti di Lubiana, il progetto Bologna art first nel museo palazzo Poggi, l’Hotel de Ville di Lione, il Belgrade of Light in Serbia e la Biennale internazionale La Habana a Cuba.
Le sue opere sono presenti in diverse collezioni pubbliche e private.
Nel 2010 ha presentato una mostra personale “site specific” alla Halle am Wasser di Berlino ed ha inaugurato una scultura permanente nella Trubar House of Literature commissionata dalla città di Lubiana (Slovenia) in occasione della nomina capitale mondiale del Libro dell’UNESCO.
Un’ installazione è permanente negli spazi della esquela nacional de Bellas Artes S. Alejandro, La Habana, Cuba.
Nel 2003 ha organizzato e insegnato nel seminario laboratorio all’Accademia Ligustica di Belle Arti “la Luce nell’arte contemporanea” che ha impartito nel 2009 anche nella Esquela Nacional de Bellas Artes de la Habana a Cuba e in altri diversi istituti scolastici.