Matera 2019

Matera 2019

Grazie alla collaborazione con la Fondazione Matera Basilicata 2019, Artribune dedica una nuova sezione di approfondimento al programma di Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Scaricabile qui gratuitamente anche la guida bimestrale in distribuzione a Matera e in tutta Italia.

Future Digs. Temi caldi per discussioni aperte

Matera 2019. Future Digs. Franco Cardini
A Matera si è discusso di democrazia, migrazioni e artificializzazione. In attesa della seconda fase del progetto “Future Digs”, in programma a metà novembre.

Il patrimonio dei bambini

Patrimonio in gioco. Photo credits Paolo e Giuseppe Fedele – Namias
Edutainment. Cos’è? Una chiave per educare divertendo e divertire educando. È questo l’obiettivo del progetto Patrimonio in gioco, che mette in relazione il patrimonio culturale e artistico lucano con un approccio ludico

Matera suona

IN ViTRØ ~ Artificial sønificatiøn. Photo Giulio Colangelo & Donato Corbo
Immancabile sottofondo delle nostre esistenze, il suono – nelle molte forme che lo caratterizzano – è il cuore pulsante di numerosi interventi che stanno prendendo vita sul palcoscenico della Capitale Europea della Cultura.

Un esercito di pace. I volontari di Matera 2019

Un gruppo di giovani volontari di Matera 2019
Partecipazione e dialogo sono due colonne portanti di Matera 2019, bussole che orientano non solo le attività e gli eventi in programma, ma anche la macchina organizzativa da cui dipende la buona riuscita dell’intera rassegna.

La città come palcoscenico

Matera Città Aperta. Photo Luca Centola
Danza, teatro e performance animano lo spazio pubblico e i teatri di Matera. Gli artisti creano narrazioni del presente, allo stesso tempo fluide e articolate, attraverso formati aperti.

Suona & mangia. Un’orchestra… edibile

video
A Matera 2019 c’è spazio anche per connubi piuttosto inediti. Ad esempio, un’orchestra i cui strumenti si possono mangiare.

Le vie del pane

Breadway. Photo credits MatriDay
Quattro giorni per celebrare il Consorzio Pane di Matera IGP.

Memorie ritrovate

M.E.M.O.R.I.. Photo © Luca Centola
M.E.M.O.R.I. è un progetto mediterraneo e lucano che si è concentrato sugli oggetti “obsoleti” che scartiamo in maniera automatica e irragionevole. E che possono – devono? – rivivere nel riuso.

Il Pollino chiama Matera

Ka Art. Photo © Luca Centola
Dal Parco del Pollino a Matera, una serie di itinerari ad arte alla scoperta del territorio. Vi raccontiamo il progetto Ka Art.

Il suono della città. Georg Friedrich Haas per Matera

Georg Friedrich Haas
Music for Matera è l’opera composta dal compositore Georg Friedrich Haas per la città lucana.

Partenze e ritorni

Materre. Photo Luca Centola
La questione delle cosiddette aree interne è estremamente complicata. Un tema affrontato anche dalla Biennale di Architettura di Venezia nel 2018, nel Padiglione Italia curato dall’architetto Mario Cucinella. Basti pensare che in queste aree, che rappresentano il 60% della superficie del nostro Paese, vive il 22% della popolazione italiana. I problemi principali sono lo spopolamento, l’invecchiamento, la riduzione dei servizi e l’arresto dello sviluppo. Per contrastare questi fenomeni, dal 2014 è attivo il programma governativo SNAI – Strategia Nazionale Aree Interne. Ma come si riflette questo macro-problema in Basilicata, dove 101 su 131 paesi sono colpiti dal flagello dell’abbandono?

Giappone chiama Italia. Gakutoshi Kojima a Matera

Gakutoshi Kojima
L’architetto giapponese Gakutoshi Kojima ricostruisce la singolare vicenda della sua partecipazione al Concorso Internazionale per la sistemazione dei Sassi di Matera nel 1974.