Nell'era dello scatto veloce, Gregory Crewdson va controcorrente. Le sue fotografie sono immagini costruite con maniacale attenzione, frutto di anni di lavoro. Alla ricerca della location giusta, del modello giusto, di ogni minimo dettaglio. In questo video l'artista racconta la sua ultima serie, “Cathedral of Pines”, attualmente esposta nelle due sedi della Galerie Daniel Templon, a Parigi e Bruxelles.
I consigli del maestro ligure Mario Cresci per costruire lo strumento di lavoro più prezioso per un fotografo: il portfolio. In una intervista esclusiva realizzata a margine di un seminario del master sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia a Modena.
Galleria Victoria Miro, Venezia ‒ fino al 15 dicembre 2018. Ripercorre il legame tra la fotografa americana e l’Italia la mostra allestita nella sede lagunare di Victoria Miro. Lasciando emergere un racconto visivo fatto di suggestioni classiche mischiate all’estetica fortemente contemporanea che accompagna il linguaggio di Francesca Woodman.
Il senso della responsabilità politica e civile in un momento storico difficile. A Lodi si discriminano bambini stranieri, con norme scritte ad hoc, che un legalitarismo ottuso prova a giustificare. Ma dal festival cittadino nessuna voce si leva, mentre tutta Italia ne parla…
Ha preso il via al Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro ‘Vuoto’, il nuovo progetto fotografico di iosonopipo. 300 donne in collant bianchi sfilano nelle sue foto. Ecco le immagini.
Ma un edificio è soggetto a copyright? Come al solito, dipende. Dipende se ha “evidenti profili architettonici e urbanistici”. E un discorso analogo vale per la riproduzione fotografica. Ma le cose si complicano con le varianti al progetto…
Saper guardare e saper mostrare. La fotografia è soprattutto una questione di osservazione. Uno dei più grandi fotografi contemporanei, il canadese Jeff Wall, svela i suoi segreti in questa lunga intervista
La gioia della fotografa sui social network, dopo cinque anni di trattative e dibattiti. Il nuovo spazio sorgerà dentro i Cantieri Culturali alla Zisa.
La fotografia come auto-affermazione, la strada, il racconto degli emarginati, il successo arrivato postumo: la mostra delle Scuderie racconta la vicenda della fotografa-bambinaia la cui figura è ancora avvolta nel mistero
Camera, Torino – fino al 19 gennaio 2020. Una indagine profonda e inedita è alla base della mostra fotografica torinese dedicata a Man Ray.
In una doppia intervista, il gallerista e la curatrice ci raccontano la missione di questo nuovo spazio dedicato alla fotografia e della sua mostra di apertura
Un video ripercorre tutta la storia della fotografia di strada, dal 1838 a oggi, usando un'immagine per ogni anno. Mostrando così l'evoluzione del costume ma anche i cambiamenti tecnologici

I PIÙ LETTI