Mohammad Hassan Forouzanfar sceglie alcuni siti culturali iraniani per lanciare un messaggio di pace e di rispetto. E racconta, in un bellissimo post, la forza dell’antica civiltà persiana. Parlano le fotografie, sulle tracce di un altro suo progetto, dedicato proprio al patrimonio culturale dell’Iran. Posto in dialogo con la contemporaneità.
Sembrano video montati al rallentatore, ma non lo sono. Sette scatti dell'oceano si trasformano in sequenze ipnotiche grazie alla collaborazione tra due fotografi, Armand Dijcks e Ray Collins, e l'aiuto di un paio di software. Ecco il filmato
L’Afrodite accovacciata in vico Lungo Gelso, il Doriforo nella stazione della linea 1, Amore e Psiche Stanti che amoreggiano nel Real Orto Botanico, l’Afrodite di Capua che stende i panni nei quartieri spagnoli. Che sta succedendo per le vie di Napoli?
I Nirvana, Courtney Love, ma anche i Pearl Jam, i Soundgarden, i Mudhoney: la scena musicale della Seattle di fine secolo rivive negli scatti di Charles Peterson e Michael Lavine, testimoni della controcultura grunge.
Sono passati 34 anni da quell’operazione memorabile di fotografia e paesaggio, di sociologia ed ecologia che fu “Viaggio in Italia”. Da qui è partito a fine 2017 un nuovo ciclo di grandi interviste, che ripercorrono il filo di quel viaggio. Abbiamo cominciato con Giovanni Chiaramonte e qui proseguiamo con Guido Guidi.
Il Santa Maria della Scala di Siena ospita una enorme retrospettiva sul fotografo giapponese.
Facciamo tutti le stesse foto quando siamo in viaggio? Stando a quello che si vede su Instagram, vetrina social per eccellenza, sembra proprio di si. Un video riunisce tutti i clichè delle foto turistiche contemporanee
I consigli del maestro ligure Mario Cresci per costruire lo strumento di lavoro più prezioso per un fotografo: il portfolio. In una intervista esclusiva realizzata a margine di un seminario del master sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia a Modena.
Ma un edificio è soggetto a copyright? Come al solito, dipende. Dipende se ha “evidenti profili architettonici e urbanistici”. E un discorso analogo vale per la riproduzione fotografica. Ma le cose si complicano con le varianti al progetto…
Finalmente aperta dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria, la grande mostra dedicata da Palazzo Grassi a uno dei fotografi più celebrati al mondo offre cinque punti di vista inediti sulla poetica di Cartier-Bresson. Grazie a un taglio curatoriale che strizza l’occhio al Surrealismo e al gioco del cadavre exquis.
Nell'era dello scatto veloce, Gregory Crewdson va controcorrente. Le sue fotografie sono immagini costruite con maniacale attenzione, frutto di anni di lavoro. Alla ricerca della location giusta, del modello giusto, di ogni minimo dettaglio. In questo video l'artista racconta la sua ultima serie, “Cathedral of Pines”, attualmente esposta nelle due sedi della Galerie Daniel Templon, a Parigi e Bruxelles.
Galleria Victoria Miro, Venezia ‒ fino al 15 dicembre 2018. Ripercorre il legame tra la fotografa americana e l’Italia la mostra allestita nella sede lagunare di Victoria Miro. Lasciando emergere un racconto visivo fatto di suggestioni classiche mischiate all’estetica fortemente contemporanea che accompagna il linguaggio di Francesca Woodman.

I PIÙ LETTI