Alek O., Victor, 2017. Courtesy Gallery Frutta, Roma. Photo Andrea Rossetti

Natura e tecnologia. Cinque artisti a Merano

Merano Arte – fino all’8 aprile 2018. “Into the wild”. Un libro, un film, una mostra. Cinque artisti accomunati da una profonda nostalgia nei confronti della natura esprimono nelle loro opere il senso di questa mancanza. Non si tratta più di opporre la natura alla civiltà. Oggi, infatti, la tecnologia è la sola in grado di salvare specie vegetali e animali. Lo dimostra il caso dell’appena scomparso Rinoceronte bianco, protagonista del video di Luca Trevisani.
Discovery Building, Nottingham, facciata by Wolfgang Buttress

Discovery Building. Arte, architettura e tecnologia per un nuovo centro scientifico a Nottingham

Un’opera d’arte che funziona in sinergia con il sole. Alta tecnologia e creatività contemporanea, per un nuovo edificio che completa uno tra i più grandi centri per la ricerca scientifica in Inghilterra…
Marina Abramović, Five Stages of Maya Dance, 2018, presented by Factum Arte and Lisson Gallery at Masterpiece Presents, Photo: Oak Taylor Smith for Factum Arte

Marina Abramović presenta alla fiera Masterpiece a Londra la scultura Five Stages of Maya...

L’artistar serba, in occasione della fiera londinese, presenta una nuova opera che coniuga perfomance e scultura. In che modo? Attraverso una serie di ritratti in alabastro che sembrano cambiare forma…
ll Quirinale

L’arte contemporanea debutta al Quirinale. Con una mostra internazionale curata da Anna Mattirolo

Per la prima volta nella storia il Palazzo del Presidente della Repubblica accoglie una mostra d’arte contemporanea. Un luogo unico, sempre più aperto alla città e alla progettualità museale. Restituito ormai da qualche anno ai romani e ai turisti di tutto il mondo.
Armen Avanessian-Alexander Martos, DISCREET. An Intelligence Agency for the People, 2016 - © Spatial Design by Studio Miessen

Intelligence e democrazia. Parola ad Armen Avanessian (2)

Si conclude la lunga intervista a uno dei fondatori del progetto Discreet, presentato durante la Biennale di Berlino e destinato a evoluzioni future. Nell’ottica di sviluppare nuovi approcci critici con cui guardare non solo alla tecnologia ma anche all’arte e alla società globale.

Palermo riscalda i motori in vista di Manifesta. Ecco il progetto di studio sulla...

É stato presentato Palermo Atlas che è lo step iniziale di Manifesta 12. Un’indagine interdisciplinare della città che si propone come strumento per la pianificazione e lo sviluppo a lungo termine del territorio
Marino Marini. Passioni visive. Installation view at Peggy Guggenheim Collection, Venezia 2018. Photo Matteo de Fina

Scultura e sostanza. Marino Marini a Venezia

Collezione Peggy Guggenheim, Venezia ‒ fino al 1° maggio 2018. Parte dagli Anni Venti e raggiunge gli Anni Cinquanta l’itinerario espositivo che si dipana attraverso gli ambienti della sede veneziana. Racchiudendo la vicenda scultorea di Marino Marini.
Goshka Macuga, Of what is, that it is; of what is not, that it is not 1 and 2, 2012 - Pinault Collection - Courtesy the artist - Installation view at Punta della Dogana, 2016 - © Palazzo Grassi, photo Fulvio Orsenigo

Accrochage. Il lato minimal di Pinault

Punta della Dogana, Venezia – fino al 20 novembre 2016. La nuova collettiva di opere del magnate francese presenta lavori caratterizzati dall'essenzialità e dalla sottrazione. Emozionanti nella loro semplicità. Un titolo generico per una mostra di qualità.
Karol Radziszewski - ALI - exhibition view at BWA Gallery, Varsavia 2016

Prove di cubismo per Karol Radziszewski. A Varsavia

BWA, Varsavia – fino al 28 ottobre 2016. Metti uno degli artisti polacchi più talentuosi davanti a un mostro sacro come Picasso. Il risultato è “Ali”, un progetto irriverente, che mescola stilemi cubisti e simboli della tradizione iconografica nazionale polacca.

Di arte e neuroni specchio. Cinque domande a Jan Fabre

Nelle sue ultime mostre romane, fra Magazzino e Ram, Jan Fabre ha dialogato con lo scienziato Giacomo Rizzolatti, padre della teoria dei neuroni specchio. A Fabre abbiamo posto cinque domande.
Photo by Guillaume Ziccarelli Courtesy of Creative Time

Bandiere d’artista sventolano a New York. Un nuovo progetto di arte pubblica di Creative...

Si chiama Pledge of Allegiance il progetto di Creative Time che invita 16 artisti noti, da Tania Bruguera a Yoko Ono, a lanciare messaggi politici tramite una bandiera. Non dichiaratamente contro Trump il progetto riflette sul difficile momento storico.

Rhizoma, la pianta del deserto. L’Arabia Saudita in Biennale

Non proprio un padiglione, ma ufficialmente un evento collaterale della Biennale di Venezia. Ai Magazzini del Sale, sponsorizzati da Edge of Arabia, sono in mostra un pugno di interessanti artisti sauditi. Ben lontani dagli stereotipi.

I PIÙ LETTI