Per la prima volta Francesco Clemente va in scena con un live painting. Un’originale incursione dell’arte e della pittura nella danza contemporanea. Sul palcoscenico del Belvedere di Villa Rufolo, nell’ambito della 65esima edizione del Ravello Festival.
Una conversazione con Michele Spanghero, giovane artista veneto, che unisce una raffinata ricerca sul suono all’uso di diversi linguaggi creativi. È lui a raccontarci di Monologues, un lavoro affascinante e dalle molte possibili letture. Dedicato ai più bei teatri d’Italia.
Un docufilm, “Dancer”, e uno spettacolo, “Satori”, raccontano la vita del grande ballerino ucraino dal passato turbolento, alla ricerca della sua libertà artistica. Due ritratti rivelatori di un giovane che ha lottato per affrontare traumi famigliari e il peso del suo straordinario talento.
Dopo l’anteprima alla Festa del Cinema di Roma martedì 31 ottobre, la pellicola dedicata al celeberrimo attore raggiungerà il piccolo schermo, proiettata in esclusiva dal canale tematico satellitare.
La mostra in corso al Palazzo Reale di Napoli fino al 2 ottobre racconta, per immagini, documenti, proiezioni, suoni e tracce, la storia di una delle compagnie più importanti della scena italiana, e non solo. A partire dall’anno di fondazione sancito da un documento a firma di Mario Martone, che la configura come “un laboratorio permanente per la produzione e lo studio dell’arte scenica contemporanea”. Percorsi e ricordi del produttore Angelo Curti.
La curatrice belga, vincitrice nel 2014 del più importante riconoscimento europeo per la cultura, il Premio Erasmo, nonché del Premio Franco Quadri per gli Ubu nello stesso anno, invitata da Masque Teatro, dialoga con Catia Gatelli e il pubblico sulla responsabilità del curatore per una nuova definizione di artista capace di resistere alla proliferazione di festival sempre più omologanti e semplificati.
La danza aiuta a esplorare il ricordo del periodo più fragile di tutti: l’adolescenza. Quando ti senti onnipotente e pensi di essere immortale. Una lunga intervista al fondatore della compagnia Ultima Vez, dove in poche pagine si racconta la storia della danza.
Il femminismo non è morto, si è semplicemente evoluto. È questo l’assunto a partire dal quale lavorano Erika Z. Galli e Martina Ruggeri, ovvero il collettivo Industria Indipendente. Che dal 2014 fa parte del gruppo di registe riunito intorno al nome Le Ragazze del Porno. Ecco cosa ci hanno raccontato.
Parola a Eva Neklyaeva, nuova guida del festival romagnolo dedicato alle arti performative, e alla co-curatrice Lisa Gilardino. Una panoramica su una rassegna istituito quasi mezzo secolo fa.
Una selezione di foto dal mega-palco che ospita Divo Nerone Opera Rock, il musical di cui tanto si era discusso per via della collocazione in un’importante area archeologica romana...
Un progetto che unisce danza e nuove tecnologie, per offrire ai partecipanti un'esperienza unica. Tra giganti, creature lillipuziane e paesaggi psichedelici. Dopo Venezia, lo spettacolo torna a novembre in occasione di Romaeuropa Festival
Fino al 3 Marzo il Pac di Milano si interroga sulle questioni legate all’identità e al “gender” attraverso incontri, proiezioni e performance. Ne abbiamo parlato con il curatore Diego Sileo.

I PIÙ LETTI