Parola a Eva Neklyaeva, nuova guida del festival romagnolo dedicato alle arti performative, e alla co-curatrice Lisa Gilardino. Una panoramica su una rassegna istituito quasi mezzo secolo fa.
Il femminismo non è morto, si è semplicemente evoluto. È questo l’assunto a partire dal quale lavorano Erika Z. Galli e Martina Ruggeri, ovvero il collettivo Industria Indipendente. Che dal 2014 fa parte del gruppo di registe riunito intorno al nome Le Ragazze del Porno. Ecco cosa ci hanno raccontato.
Scenografo, regista teatrale e allestitore di mostre. La lunga storia professionale di Pier Luigi Pizzi dimostra che i confini disciplinari sono fatti per essere oltrepassati, sfruttandoli come trampolino di lancio per lo sviluppo di un linguaggio autonomo e consapevole. Lo abbiamo incontrato e questo è il racconto di una vita all’insegna della determinazione.
Un progetto che unisce danza e nuove tecnologie, per offrire ai partecipanti un'esperienza unica. Tra giganti, creature lillipuziane e paesaggi psichedelici. Dopo Venezia, lo spettacolo torna a novembre in occasione di Romaeuropa Festival
Fino al 3 Marzo il Pac di Milano si interroga sulle questioni legate all’identità e al “gender” attraverso incontri, proiezioni e performance. Ne abbiamo parlato con il curatore Diego Sileo.
Due allestimenti, teatralmente molto differenti, si confrontano al Festival Pucciniano di Torre del Lago e a quello dello Sferisterio di Macerata. Li abbiamo visti entrambi e questo è il nostro giudizio.
Parola a Raffaella Giordano, che dal 12 al 16 settembre condurrà a Cà Colmello, sull’Appennino bolognese, il workshop “La bellezza (o dell'inverosimile)”, inserito nel cartellone “Sottili Innesti amorevoli”.
Andrea Chénier di Umberto Giordano ha entusiasmato il pubblico di Sant’Ambrogio per l’inaugurazione della stagione 2017-2018 del Teatro alla Scala di Milano.
Dopo l’anteprima mondiale al Napoli Teatro Festival, dal 30 settembre al primo ottobre il visionario artista belga porta a Roma l'omaggio alla sua terra natale, nell’ambito del Romaeuropa Festival. Con una carrellata di citazioni, autocitazioni e allusioni, contaminando arte e teatro in un crogiolo di immagini.
Leonardo Delogu è attore, danzatore, autore. In occasione del Festival Periferico, andato in scena a Modena dal 26 al 28 maggio, l'abbiamo intervistato per scoprire il suo linguaggio e per capire come questo si intrecci a un contesto che si focalizza sulla relazione tra corpo e paesaggio. Partendo da tre parole chiave: sogno, intimità, camminare.
Una pittrice e due ballerini collaborano per la realizzazione di un cortometraggio. “Color of Reality” è un poetico video di protesta contro l'uso delle armi da fuoco. Una sperimentazione che unisce danza, musica e pittura.
Nel 1831 Victor Hugo, destinato a diventare il padre del Romanticismo francese, scrive un dramma che avrà una sola recita alla Comédie-Française a causa della censura dell'epoca. Le Roi s'amuse narra dei divertimenti di re Francesco I, un padre della patria francese, guerrafondaio...

I PIÙ LETTI