Il Festival di Salisburgo celebra i cent’anni dallo scoppio del primo conflitto mondiale. Con due opere commissionate ad hoc e basate su storie realmente accadute. Fra nazismo e armi chimiche.
Aprire un teatro: quasi venti anni fa, nel discorso fatto in occasione dell’inaugurazione del suo spazio a Bologna, Leo de Berardinis definiva il teatro una “arte primordiale di conoscenza collettiva, di orrore e di gioia dell’essere, laboratorio per sperimentare...
Due allestimenti, teatralmente molto differenti, si confrontano al Festival Pucciniano di Torre del Lago e a quello dello Sferisterio di Macerata. Li abbiamo visti entrambi e questo è il nostro giudizio.
Fino al 30 luglio è in scena il festival Bolzano Danza. Tanti i coreografi coinvolti, per una edizione che punta tutto sulla rilettura contemporanea dei grandi classici, dal Lago dei cigni a Giselle. Ne abbiamo parlato con il direttore artistico Emanuele Masi.
“Strutture elementari dell'azione” si intitola il dialogo in azione tra Romeo Castellucci e Silvia Rampelli. È stato presentato all’Università Roma Tre lo scorso 31 gennaio e qui ce lo racconta Attilio Scarpellini.
L’eredità dantesca va in scena attraverso una rappresentazione teatrale che, partita da Ravenna, sbarcherà nei teatri di cinque continenti. La sua ideatrice ci ha raccontato i risvolti di questa avventura.
In questo nuovo appuntamento di Pillole di Teatro, recitato da casa dai grandi attori, va in scena Federica Fracassi, che recita un sonetto dal Macbeth di Shakespeare
È nata la Fondazione Lenz. Unisce la ricerca performativa e visiva di Lenz Rifrazioni e Natura Dèi Teatri, tra le più innovative realtà del panorama teatrale italiano. Per continuare l’azione di ricerca, creazione e formazione e ampliare la progettualità artistica e culturale. I direttori artistici Maria Federica Maestri e Francesco Pititto inaugurano il nuovo corso con “Habitat Pubblico”: un omaggio al poeta parmense Pier Luigi Bacchini e ad altre figure poetiche che hanno abitato la ricerca di Lenz.
Uno spettacolo en plein air a Bruxelles. Una clip per riflettere sul senso della parola “rifugiato”. Una storia dura, difficile, tra coraggio e passione. Un film, un libro, una carriera internazionale. E mentre l’Europa litiga per la gestione dei flussi migratori, Ahmad continua a danzare
Una croce blu in campo bianco. Nel linguaggio internazionale dei marinai: “sospendete quello che state facendo e prestate attenzione ai miei segnali”. Questa l‘immagine-icona dell’artista Marzia Migliora rappresenta l’edizione 2011 del Festival delle Colline Torinesi.
Un Festival itinerante, il più grande mai realizzato, in favore dei diritti dei bambini rifugiati. Il viaggio di una marionetta per 8000 Km dal confine tra Siria e Turchia a Manchester
“When the student is ready, the teacher will appear”: questa frase, scritta in uno straniante font Disney rosa, campeggia sulla cartolina di presentazione del trentaquattresimo appuntamento di Centrale Fies con le performing art, a Dro, con la trentaquattresima edizione...