Fotografia come pretesto: Pistoia Musei lancia programma di talk sulla mostra di Aurelio Amendola

Un ciclo di incontri dedicato al mondo della fotografia per riflettere sulla relazione tra immagine e Arte, in un dialogo aperto tra passato, presente e futuro del nostro patrimonio culturale: è questo il progetto di Pistoia Musei dal titolo Fotografia come pretesto che fino al 5 novembre 2021 vedrà coinvolti critici, scrittori, giornalisti e artisti […]

Aurelio Amendola Marino Marini Forte dei Marmi 1973 © Aurelio Amendola
Aurelio Amendola Marino Marini Forte dei Marmi 1973 © Aurelio Amendola

Un ciclo di incontri dedicato al mondo della fotografia per riflettere sulla relazione tra immagine e Arte, in un dialogo aperto tra passato, presente e futuro del nostro patrimonio culturale: è questo il progetto di Pistoia Musei dal titolo Fotografia come pretesto che fino al 5 novembre 2021 vedrà coinvolti critici, scrittori, giornalisti e artisti in una serie di talk che avranno quasi sempre come protagonista uno dei fotografi italiani più noti al mondo per eclettismo e stile: Aurelio Amendola (Pistoia, 1938).

Aurelio Amendola. Un’antologia. Michelangelo, Burri, Warhol e gli altri. Exhibition view at Fondazione Pistoia Musei. Photo Rebecca Amendola. Courtesy Fondazione Pistoia Musei
Aurelio Amendola. Un’antologia. Michelangelo, Burri, Warhol e gli altri. Exhibition view at Fondazione Pistoia Musei. Photo Rebecca Amendola. Courtesy Fondazione Pistoia Musei

CONVERSAZIONI INTORNO ALLA MOSTRA AURELIO AMENDOLA UN’ANTOLOGIA

Condotte da Monica Preti, Direttrice di Pistoia Musei, le conversazioni del ciclo Fotografia come pretesto – che si terranno a Pistoia, Palazzo de’ Rossi – si legano, infatti, alla mostra attualmente in corso fino al 7 novembre negli spazi espositivi di Pistoia Musei (Palazzo Buontalenti e Antico Palazzo dei Vescovi) Aurelio Amendola | Un’antologia. Michelangelo, Burri, Warhol e gli altri, una retrospettiva che racconta oltre 60 anni di carriera di Amendola, all’insegna della sperimentazione e soprattutto del rapporto tra fotografia e arte. Ma anche dell’architettura con l’arte antica e contemporanea e degli happening degli Anni Settanta che, in circa trecento immagini, raccoglie la quasi totalità della produzione del fotografo pistoiese.

Aurelio Amendola. Un’antologia. Michelangelo, Burri, Warhol e gli altri. Exhibition view at Fondazione Pistoia Musei. Photo Rebecca Amendola. Courtesy Fondazione Pistoia Musei
Aurelio Amendola. Un’antologia. Michelangelo, Burri, Warhol e gli altri. Exhibition view at Fondazione Pistoia Musei. Photo Rebecca Amendola. Courtesy Fondazione Pistoia Musei

I PROTAGONISTI DEL CICLO DI INCONTRI

Le fotografie di Aurelio Amendola ci ricordano che nessuno sguardo è neutrale: quale potrebbe essere lo sguardo collettivo con cui tornare a ‘vedere’ il nostro comune patrimonio culturale?”. Sono parole dello  Storico dell’arte, Rettore dell’Università per Stranieri di Siena Tomaso Montanari che ci offrono un esempio del tenore di queste discussioni che vedranno protagonisti, oltre a Montanari, lo stesso Amendola, l’artista Roberto Barni, lo storico dell’arte Marco Bazzini, Massimo Bray Direttore Generale dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani, Francesca Cappelletti Direttrice della Galleria Borghese di Roma, l’artista e giornalista Gianluigi Colin cover editor de “La Lettura” del Corriere della Sera, il critico Bruno Corà Presidente della Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri – Città di Castello, lo storico della fotografica Walter Guadagnini Direttore di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia di Torino, e l’artista Emilio Isgrò.

 

-Claudia Giraud

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).