20 anni di Biennale di Liverpool. Agnès Varda debutta in UK con un nuovo lavoro per i suoi 90 anni

Il più grande evento di arte contemporanea del Regno Unito celebra il 20esimo anno dalla sua fondazione con l’anteprima di una nuova produzione della regista belga, pioniera del cinema mondiale. Alle soglie dei 90 anni

Agnès Varda alla Biennale di Liverpool
Agnès Varda alla Biennale di Liverpool

La Biennale di Liverpool, il più grande evento temporaneo di arte contemporanea del Regno Unito che affianca nuove commissioni a lavori già esistenti, festeggia il ventesimo anno dalla sua fondazione. E per celebrare questa edizione speciale – in programma dal 14 luglio al 28 ottobre – riunirà più di 40 artisti di 22 Paesi sotto il comune tema Beautiful World, Where Are You?, dislocandoli tra 15 siti e 11 edifici civici, compresi gli spazi pubblici, gallerie, e musei. Tra i vari progetti ci sarà anche il debutto britannico della regista belga Agnès Varda (Ixelles, 30 maggio 1928), conosciuta nel mondo per il suo ruolo fondante nel movimento della Nouvelle Vague e pioniera del cinema mondiale con una carriera lunga sei decenni che, due anni fa, ha avviato una curiosa collaborazione co-firmando il film Visages Villages con lo street artist JR. Ora, alle soglie del suo novantesimo compleanno, presenterà una nuova produzione per la prima volta nel Regno Unito. “Stabilire quali artisti selezionare non è stato un compito facile. Varda è stata una scelta immediata – e l’anteprima del suo primo lavoro nel Regno Unito, è stato un bel colpo, se si considera che la regista è a due mesi dal suo novantesimo compleanno”, ha dichiarato qualche tempo fa la direttrice della Biennale Sally Tallant in un’intervista sul Guardian.

Agnès Varda alla Biennale di Liverpool
Agnès Varda alla Biennale di Liverpool

VARDA LA LEGGENDA

“È una leggenda e una delle voci più importanti che non è stata degnamente celebrata. Sarà qui, con la nuova installazione video multi-schermo, le proiezioni del suo seminale lavoro del 1982, Ulysse, e un programma che fonde il suo catalogo posteriore con altri film che ha scelto”. Commissionata da Liverpool Biennial e FACT – il principale centro di media art del Regno Unito -, 3 Mouvements (il titolo è ancora provvisorio) è, infatti, un’installazione video a tre canali che combina estratti di suoi film precedenti come Vagabond (1985), Documenteur (1981) e The Gleaners (2000). Insieme a 3 Mouvements, Varda mostrerà un’installazione che comprende il suo film Ulysse (1982) e una fotografia che lei stessa ha scattato nel 1954, oltre a un’installazione fotografica su grande scala intitolata 5 rêveurs (2012). La presentazione sarà accompagnata da un programma di proiezioni settimanali delle sue opere e da una selezione di film curata personalmente per accompagnarla. “Bel mondo dell’arte, cosa possiamo fare per renderlo più bello?”, ha domandato Varda, parafrasando il titolo della Biennale di Liverpool. “Penso che sia nostro dovere come artisti essere consapevoli della presenza del male, ma anche cercare di costruire qualcosa che abbia più a che fare col bello che col brutto”.

– Claudia Giraud

Liverpool Biennial 2018
Beautiful world, where are you?
14 luglio – 28 ottobre
Sedi varie, Liverpool
www.biennial.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).