Lo Strillone: Brera vuole l’etichetta UNESCO su Corriere della Sera. E poi Botticelli all’asta, Renzo Piano fallisce a L’Aquila, il senso della vita secondo Paul Auster…

Il possibile futuro UNESCO di Brera su Corriere della Sera, con il convegno che riattizza il fronte del no alla Fondazione di diritto privato che gestirà (gestirebbe) l’ente. La chiamano Madonna Rockefeller: su Quotidiano Nazionale una breve per il Botticelli, già nella collezione dello storico multimilionario, presto all’asta da Christie’s; ma spazio anche alle riflessioni […]

Quotidiani
Quotidiani

Il possibile futuro UNESCO di Brera su Corriere della Sera, con il convegno che riattizza il fronte del no alla Fondazione di diritto privato che gestirà (gestirebbe) l’ente. La chiamano Madonna Rockefeller: su Quotidiano Nazionale una breve per il Botticelli, già nella collezione dello storico multimilionario, presto all’asta da Christie’s; ma spazio anche alle riflessioni di Orio Vergani sul fuoco di fila milanese contro la scultura che Libeskind dedica a Leonardo da Vinci.

Archistar contestate pure su Libero: non piace l’Auditorium che Renzo Piano ha disegnato per l’Aquila; gli scritti di Giovanni Urbani, raccolti da Skira in Per un’archeologia del presente, meritano un’apertura di pagina su il manifesto.

Echi caravaggeschi nel contemporaneo per la collettiva – Ontani, Kounellis, Guttuso – alle Scuderie Aldobrandini di Frascati e su Il Secolo d’Italia; su Avvenire si festeggia il ritorno della Madonna con Bambino, terracotta formata da Donatello, nella chiesa di San Francesco a Citerna. Richiamo in prima pagina su La Repubblica per il senso della vita spiegato da Paul Auster.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.