La fiera ArtVerona 2016 inaugura con una buona cornice di pubblico. Le prime immagini

Apre a Verona l’edizione 2016 della fiera d’arte diretta da Andrea Bruciati. Poche sorprese ma tanta qualità nel moderno, buoni spunti per il contemporaneo

ArtVerona 2016 - foto Roberta Morgante
ArtVerona 2016 - foto Roberta Morgante

What’s art for? A cosa serve l’arte? ArtVerona 2016 parte sollecitando il mondo dell’arte a interrogarsi sul senso del proprio lavoro, accogliendo l’indagine lanciata da Anna Somers Cocks direttrice di The Art Newspaper, poi rimbalzata nelle più grandi capitali mondiali dell’arte.  Il dibattito prosegue nel dibattito moderato da Adriana Polveroni sulla funzione sempre più pubblica del collezionista. Talk gremiti: la fiera registra fin dal primo giorno ottima affluenza di pubblico per numero e qualità. Come sempre di alto livello la proposta del settore moderno, con parata di capolavori da parte delle gallerie ammiraglie (con i vari Campigli, Savinio, de Chirico, Capogrossi per citarne alcuni) senza però ad una prima visita, grandi novità rispetto agli anni passati ad artisti e allestimento. Consueta predominanza di arte cinetica e programmata, meno rappresentata la pittura analitica.

IL RITORNO DELLA PITTURA
Di maggiore impatto rispetto allo scorso anno la sezione King Kong, dedicata alle installazioni che richiedono maggiore respiro, anche se un po’ penalizzata dall’illuminazione. Varia e qualitativamente elevata la selezione del settore contemporaneo, con un efficace display dei progetti. Prevalenti pittura e fotografia, ma anche diffuso utilizzo di materiali poveri. Tra le curiosità da vedere, per l’originalità dei materiali e felicità di realizzazione i vortici di spine di rosa e di spilli di Ketty Tagliatti e i micro tripudi anatomici di Federico Tosi. Tutti gli aggiornamenti nei prossimi giorni, su Artribune. A voi intanto la prima fotogallery.

– Roberta Morgante

14 – 17 ottobre 2016
Art Verona
Veronafiere
Verona, Viale dell’Industria – Ingresso Re Teodorico
http://www.artverona.it/

 

 

CONDIVIDI
Roberta Morgante
Roberta Morgante è curatrice e operatrice culturale indipendente. Si è laureata in filosofia all'Università di Verona, dove vive. Ha collaborato con enti e associazioni culturali, per i quali ha realizzato esposizioni, festival, spettacoli, cicli di incontri e conferenze, dedicandosi prevalentemente a progetti su suolo e in spazi pubblici, nonché all'ideazione di percorsi di avvicinamento e partecipazione attiva di pubblici trasversali alle forme espressive artistiche contemporanee.