Riccardo Arena, Ludovica Carbotta, Adelita Husni-Bey, ZAPRUDER filmmakersgroup. Chi vincerà il Premio Maxxi? Ecco le immagini da Roma

Il vincitore sarà annunciato il prossimo 7 novembre. La sua opera entrerà a far parte della collezione permanente del Maxxi e gli verrà dedicato un catalogo

PREMIO MAXXI, ZAPRUDER filmmakersgroup
Zeus Machine, di ZAPRUDER filmmakersgroup, l'opera vincitrice

Il vincitore sarà annunciato il prossimo 7 novembre, ma la mostra delle opere finaliste sarà visibile da tutti da domani 30 settembre fino al 29 gennaio 2017. Una modalità che ricalca quella del più celebre Turner Prize, la cui mostra relativa si è aperta nei giorni scorsi – dove resterà allestita fino al 2 gennaio – alla Tate Britain, mentre il premio sarà consegnato il 5 dicembre, con l’ormai classica diretta di Channel 4 della BBC. Ora comunque siamo a Roma, e parliamo del Premio Maxxi: che si sottopone al giudizio del pubblico con la mostra dei lavori site specific dei quattro finalisti della sua ottava edizione. Riccardo Arena con Everlasting Sea, installazione composita e ricca di riferimenti culturali alla Russia, Ludovica Carbotta con un nuovo capitolo del progetto Monowe (the city museum)Adelita Husni-Bey con La Luna in Folle, riflessione su una società in cui realtà e finzione sono ormai completamente compenetrati, ZAPRUDER filmmakersgroup con Zeus Machine, un parallelepipedo dorato sopraelevato, che si staglia come un oggetto misterioso negli spazi del museo.

IN GIURIA ANCHE IL REGISTA MATTEO GARRONE
L’opera del vincitore, che sarà annunciata appunto a novembre 2016, entrerà a far parte della collezione permanente del Maxxi e a lui verrà dedicata una pubblicazione bilingue, con interviste, saggi e una sezione antologica dei più importanti testi critici pubblicati sul suo lavoro. A decretarne il nome una giuria internazionale composta da Hanru Hou, direttore artistico Maxxi, Matteo Garrone, regista, Helena Kontova, giornalista e critica d’arte, Anna Mattirolo, per il Ministero dei Beni Culturali, Francesco Manacorda, Direttore Tate Liverpool e Adelina von Fürstenberg, curatore e direttore e Fondatore di Art for The World. In occasione del 15mo anniversario del premio, la mostra si arricchisce poi di una sezione documentaria dedicata alle sette precedenti edizioni: esposti materiali di archivio, fotografie, video dei 35 artisti che, dal 2001 al 2014, vi hanno preso parte. In concomitanza, si apre anche una nuova tappa di The Independent, il progetto di ricerca del museo sul pensiero indipendente a cura di Giulia Ferracci e Elena Motisi, che vede come ospite come un bel display di memorabilia, video, inviti, manifesti lo spazio Base / progetti per l’arte di Firenze. Noi eravamo presenti alle preview, ecco una galleria di immagini…

30 settembre 2016 – 29 gennaio 2017
Premio Maxxi – Riccardo Arena, Ludovica Carbotta, Adelita Husni-Bey, ZAPRUDER filmmakersgroup.
Maxxi
Via Guido Reni, 4A – Roma
www.fondazionemaxxi.it

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.