Basel Updates: ha inaugurato Design Miami con il restyling di Martina Mondadori. Foto e video

Un antidoto al Minimalismo. Presenze floreali, automobili vintage, cristalli Swarovski e avvistamenti dedicati ai giovani designer di domani: è Design Miami l’evento dedicato al design nella settimana dell’arte contemporanea

Design Miami Basel 2016
Design Miami Basel 2016

Non solo arte contemporanea: a Basilea – nei giorni di Art Basel – c’è posto anche per il design sebbene nell’ambito di una fiera che fa un po’ di fatica a trovare la sua vera identità.
Ecco dunque, fino al 19 giugno, Design Miami / Basel, creatura di Rodman Primack: 46 gallerie provenienti da tutto il mondo – Maniera, la moscovita Heritage Gallery e Galerie Marcel Poil al debutto – progetti speciali, talk e focus sui talenti emergenti. L’appuntamento internazionale con il design da collezione appare rinnovato, a partire da una nuova declinazione della sua identità visiva: l’ha pensata Martina Mondadori Sartogo, fondatrice e direttrice editoriale di Cabana magazine, accostando al logotipo di Design Miami due distinte fantasie fiorite. Un antidoto al minimalismo, l’ha definito lei, che contagia anche la sezione Design at Large di cui quest’anno è curatrice: ispirata alla potenza evocativa dei giardini, vede tra gli altri la partecipazione di Ron Arad, Kengo Kuma, Dimore Studio, Kiki van Eijk e Bethan Laura Wood li ritrovate tutti nel video.

CONTRO IL MINIMAL: AUTO DI LUSSO E CRISTALLI GRIFFATI
Ancora, grande curiosità per la sezione dedicata alle macchine sportive italiane tra gli anni ’50 e ’70 curata dai francesi di Hess Classic, che celebrano la presenza scultorea delle supercar del Bel Paese firmate da marchi storici come Pininfarina, Gandini, Lamborghini e Bizzarrini (per capire meglio trovate un video sul nostro profilo Instagram). Anche quest’anno, lo Swarovski Designers of the Future Award premia la ricerca fuori dagli schemi delle giovani generazioni: in mostra, i designer di Studio Brynjar & Veronika, Yuri Suzuki e Anjali Srinivasan con i loro progetti applicati alla sperimentazione con il cristallo. Occhi puntati infine sulla retrospettiva su Zaha Hadid (trovate una gallery sul nostro Twitter), architetto iracheno britannico prematuramente scomparsa che verrà celebrata per il suo contributo al mondo del design con una mostra a cura di Zaha Hadid Architects. Per i più avantgarde, poi, da non perdere il ritorno della sezione Design Curio con le sue proposte a cavallo tra memorabilia e hi tech. Tutto nella nostra ampia fotogallery qua sotto.

-Giulia Zappa

www.designmiami.com

CONDIVIDI
Giulia Zappa
Laureata in comunicazione all’Università di Bologna con una tesi in semiotica su Droog Design, si specializza in multimedia content design e design management a Firenze e New York. Da oltre dieci anni lavora come design&communication strategist, occupandosi di progetti a cavallo tra comunicazione e prodotto. Ha insegnato Comunicazione Multimediale all’Accademia di Belle Arti di Roma. È consulente per programmi internazionali di design per lo sviluppo. Giornalista pubblicista, per Artribune è responsabile editoriale delle pagine dedicate al design.