New York Updates: la top 5 delle mostre viste in città durante la settimana di Frieze

Non è stato facile districarsi attraverso la bombastica offerta culturale newyorkese, alla fine, dopo una settimana passata in città, siamo venuti a capo di una piccola lista di eventi da non perdere per chi, come vi auguriamo, passerà a New York nei prossimi mesi. Si tratta infatti di tutte mostre che hanno ancora tante settimane […]

Non è stato facile districarsi attraverso la bombastica offerta culturale newyorkese, alla fine, dopo una settimana passata in città, siamo venuti a capo di una piccola lista di eventi da non perdere per chi, come vi auguriamo, passerà a New York nei prossimi mesi. Si tratta infatti di tutte mostre che hanno ancora tante settimane di vita davanti e, in alcuni casi, di eventi che saranno ancora al loro posto durante la prossima estate.

LA MODA AI TEMPI DELLA TECNOLOGIA AL MET
La mostra si chiama Manus x Machina e cerca di capire come i fashion designer abbiano in questi anni tenuto insieme la produzione a macchina (ivi comprese le nuove tecnologie) e quella a mano, più propria dell’haute couture, facendole convivere nelle stesse realizzazioni. Lo fa con due piani allestiti magistralmente con una sorta di panopticon di abiti incredibili provenienti dalle maison più titolate del mondo (Vuitton, Saint Laurent, Prada, Chalyan, Valentino, Balenciaga, Chanel…). Imperdibile non solo per gli appassionati di moda.
http://www.metmuseum.org/

NICOLE EISENMAN AL NEW MUSEUM
Che bella questa mostra sui quadri della cinquantenne pittrice francese. La prima grande mostra di questa artista che gioca sul confine tra l’assurdo, il fumetto, le immagini senza tempo, il sesso e la sua rappresentazione più surreale e affascinante. Un intero piano del museo, quadri di dimensioni grandi ma anche piccole chicche.
http://www.newmuseum.org/

JORDAN WOLFSON DA DAVID ZWIRNER
Un enorme marchingegno che occupa una sala ampia della galleria; un sistema pesante di catene; un fantoccio in legno, fuori scala, con gli occhi iniettati di luce, il ghigno terribile e i capelli rossi fuoco viene martoriato in quella che è una coreografia e una tortura continua e ripetuta. Alle volte diventa esso stesso una figura astratta. Il video fa capire meglio di tante chiacchiere questa sorprendente mostra di Jordan Wolfson.
http://www.davidzwirner.com

RICHARD TUTTLE DA PACE GALLERY
Nella galleria di Chelsea, con un allestimento sorprendente, ritmico, insolito, Richard Tuttle elenca e mette in fila tutte le sue 26 mostre personali che dal 1965 (aveva ventiquattro anni) al 2014 ha allestito nella città di New York cui la mostra è in qualche modo dedicata. Un display storico che ordina una dietro all’altra una serie di opere, anche storiche, dagli inizi della carriera fino ad oggi.
http://www.pacegallery.com

TOM SACHS AL BROOKLYN MUSEUM
Divertente, spiazzante e coerente la capacità del cinquantenne artista americano di portare dentro l’immaginario dell’arte elementi di vita normale e comune e di trasformare il tutto in una sinfonia sonora capace di ritmare musica nello spazio tanto quanto colore e forma. Diciotto opere di Tom Sachs costituiscono una retrospettiva dal sapore “pubblico” per allestimento e proposta nei confronti dello spettatore, i lavori (e le playlist che li accompagnano musicalmente) sono posizionati infatti “in piazza”, nella hall vetrata del museo. Tra l’altro a ingresso libero per tutti.
www.brooklynmuseum.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Kerb52

    Vado a fine maggio a newyork le vedo tutte è 5 erano nel mio giro, grazie