Nasce a Torino il Polo del ‘900. Un Centro culturale nei Quartieri juvarriani dove studiare, leggere, vedere mostre. Co-progettato dalla Compagnia di San Paolo

Apre i battenti il 22 aprile – con una settimana di eventi – il Polo del ‘900 di Torino: un contenitore per dodici enti culturali, depositari di fonti documentarie significative, impegnati nella ricerca intorno al Secolo Breve, le sue guerre e le sue eredità. Il nuovo Centro culturale, con sede presso il complesso juvarriano dei […]

Il complesso juvarriano dei Quartieri Militari, a Torino

Apre i battenti il 22 aprile – con una settimana di eventi – il Polo del ‘900 di Torino: un contenitore per dodici enti culturali, depositari di fonti documentarie significative, impegnati nella ricerca intorno al Secolo Breve, le sue guerre e le sue eredità. Il nuovo Centro culturale, con sede presso il complesso juvarriano dei Quartieri Militari (Palazzo San Celso e Palazzo San Daniele), risponde allo schema giuridico della fondazione di partecipazione (di appena qualche giorno la firma dell’atto di costituzione da parte di Comune di Torino, Regione Piemonte e Compagnia di San Paolo) – quindi senza scopo di lucro – per offrire alla cittadinanza un ricco panorama di servizi (biblioteca, mostre, performance, ludoteca, bar, bookshop, archivi cartacei e audiovisivi, l’allestimento permanente Torino 1938-1948 con il rifugio antiaereo).
Qualche numero per dare un’idea dell’imponenza del progetto? 3mila mq di superficie pubblica – dei 4.800 mq complessivi dei Quartieri Militari, sviluppati per quattro piani fuori terra e un piano interrato – in cui i cittadini possono leggere, studiare, partecipare a incontri, spettacoli, presentazioni di libri, mostre temporanee; 2 sale lettura; 3 aree per la didattica; 1 biblioteca; 1 bar-bookshop; 300mila monografie di argomento storico a disposizione, oltre a numerosi fondi archivistici provenienti dalle istituzioni coinvolte, dall’ANCR – Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza al Museo Diffuso della Resistenza, della Guerra, della Deportazione, dei Diritti e della Libertà.

– Claudia Giraud

http://www.polodel900.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).