Fiera d’arte o studio visit? Da New York le immagini di Volta 2016, al Pier 90: 100 gallerie con solo show di artisti emergenti

Il giro per gli ampi corridoi di Volta al Pier 90, proprio di fianco al 92 dell’Armory Show, assomiglia un po’ a farsi una serie di studio visit a tanti singoli artisti. Questo è il concept scelto dal direttore artistico Amanda Coulson al suo debutto a New York nel 2008: tanti solo show di artisti […]

Il giro per gli ampi corridoi di Volta al Pier 90, proprio di fianco al 92 dell’Armory Show, assomiglia un po’ a farsi una serie di studio visit a tanti singoli artisti. Questo è il concept scelto dal direttore artistico Amanda Coulson al suo debutto a New York nel 2008: tanti solo show di artisti emergenti, un ambiente abbastanza distante da quello di una fiera tradizionale. La novità di quest’anno è la sezione curata dall’artista Derrick Adams col titolo Something I Can Feel, e lo schermo di 9 metri in cui saranno proiettati, tra gli altri, i lavori di Sonny Sanjay Vadgama e Diana Nerwen. Le gallerie presenti, tra profit e non profit, sono un centinaio, nessuna italiana: noi un occhio l’abbiamo comunque buttato con la nostra art-porter Veronica Santi, ecco le immagini…

http://ny.voltashow.com/

 

 

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.