È Guido Curto il nuovo direttore di Palazzo Madama a Torino. A lungo alla guida dell’Accademia Albertina, succede a Enrica Pagella, andata a dirigere il Polo Reale

La girandola delle poltrone museali innescata dalla selezione franceschiniana per i 20 superdirettori dei musei italiani segna un nuovo step: stavolta ad essere colmato è il vuoto lasciato da Enrica Pagella – scelta per guidare tutto il Polo Reale di Torino – a Palazzo Madama. E al contempo ritrova così una configurazione abbastanza completa tutto […]

La girandola delle poltrone museali innescata dalla selezione franceschiniana per i 20 superdirettori dei musei italiani segna un nuovo step: stavolta ad essere colmato è il vuoto lasciato da Enrica Pagella – scelta per guidare tutto il Polo Reale di Torino – a Palazzo Madama. E al contempo ritrova così una configurazione abbastanza completa tutto il complesso quadro museale torinese, dopo che si è risolta la questione GAM-Rivoli con la nomina di Carolyn Christov-Bakargiev. Per la direzione del Museo Civico d’Arte Antica – questo è Palazzo Madama – la scelta della Fondazione Torino Musei è ricaduta su Guido Curto, ex direttore dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, della quale dal 2012 è coordinatore della Pinacoteca annessa e dal 2005 curatore della programmazione di mostre temporanee.
Un personaggio da sempre comunque al centro delle dinamiche artistiche cittadine: da più parti menzionato come possibile candidato proprio alla direzione di GAM-Rivoli, anche lui ha partecdipato alla selezione ministeriale di cui si accennava, giungendo nella shortlist dei 10 finalisti per la direzione della Reggia di Caserta. “Sono convinta che la sua esperienza nella valorizzazione culturale della nostra Città e la sua professionalità saranno alla base dello sviluppo di un Museo molto amato dai torinesi”, ha dichiarato Patrizia Asproni, Presidente della Fondazione Torino Musei. La giuria che ha portato alla scelta era formata da Guido Guerzoni, docente Università Bocconi, Daniele Jalla, museologo presidente di ICOM – Italia, e da Antonio Natali, già Direttore della Galleria degli Uffizi.

  • paolo

    un professionista, serio e colto.

  • Fantastico la città di Torino in questi ultimi tempi va proprio verso il rinnovamento, prima la Carolyn Christov-Bakargiev e ora Guido Curto; spazio all’innovazione!!!

    • artriste

      Una città che guarda all’arte giovane, c’è tutto un futuro

      • paolocarniti

        Ma anche molto passato..

  • giorgio

    un vero professionista, in bocca al lupo!