Pedalando verso le Olimpiadi 2016. Inaugurata a Rio de Janeiro la Ciclovia da Niemeyer, “la più spettacolare pista ciclabile del mondo”: ecco le immagini

Dopo i recenti campionati mondiali di calcio, Rio de Janeiro, seconda città del Brasile per numero di abitanti dopo San Paolo, si sta preparando ad ospitare l’edizione numero 20 delle Olimpiadi, al via ad agosto. Tra ritardi e blocchi nei cantieri, lo scorso dicembre è stato intanto inaugurato il Museu do Amanhã: porta la firma […]

La Ciclovia da Niemeyer, a Rio de Janeiro (foto ©Marcio Machado)

Dopo i recenti campionati mondiali di calcio, Rio de Janeiro, seconda città del Brasile per numero di abitanti dopo San Paolo, si sta preparando ad ospitare l’edizione numero 20 delle Olimpiadi, al via ad agosto. Tra ritardi e blocchi nei cantieri, lo scorso dicembre è stato intanto inaugurato il Museu do Amanhã: porta la firma di Santiago Calatrava e si propone di approfondire tematiche quali sostenibilità, consumi, rifiuti e salvaguardia ambientale.

Tra le emergenze sociali e abitative delle favelas, in netto contrasto con il fiorire di grandi opere monumentali, Rio riesce comunque a segnare un punto a suo favore classificandosi come la città con la più estesa rete ciclabile dell’America Latina. Sono infatti 2 milioni i viaggiatori che scelgono ogni giorno la “due ruote” per spostarsi sulle lunghe distanze, numeri che includono l’utilizzo della bicicletta anche a fini turistici e commerciali. Oltre 439 sono invece i chilometri di piste ciclabili diffuse in tutta la città a cui, secondo i programmi del Dipartimento municipale dell’Ambiente, se ne aggiungeranno altri 11 entro la fine del 2016.
Dopo un anno e mezzo di lavori, nei giorni scorsi è stata inaugurata la Ciclovia da Niemeyer: che snodandosi lungo un percorso molto suggestivo a picco sul mare per quasi 4 chilometri, collega i quartieri di Leblon e São Conrado e contribuisce ad alleggerire il traffico veicolare. Presto sarà operativa anche l’estensione di questa pista ciclabile che unirà l’intero tratto costiero con il centro città. Ecco le prime immagini di quella che è già stata ribattezzata “la più spettacolare pista ciclabile del mondo”…

Elisabetta Biestro

 

 

CONDIVIDI
Elisabetta Biestro
Laureata in Architettura per il restauro e la valorizzazione dei beni architettonici e ambientali, dal 2009 scrive per il mensile "Il Giornale dell'Architettura". Ha collaborato tra gli altri con Green Building Council Italia (GBC Italia), associazione no profit che promuove il protocollo per edilizia sostenibile certificata LEED®. Si è specializzata in corsi post-laurea legati alla gestione e controllo di progetti complessi, e nella divulgazione di tematiche quali conservazione del patrimonio architettonico e ambientale, interventi nei Paesi in via di sviluppo a basso costo e sostenibili. Attualmente cura le attività dell'ufficio comunicazione di una multiutility con sede in Piemonte, che sviluppa progetti legati alle energie rinnovabili e all’ambiente.