Lo Strillone: a Roma Villa Medici celebra i 350 anni dalla sua fondazione su Il Messaggero. E poi Salone del Libro Off, Galleria degli Uffizi

Villa Medici celebra i 350 anni dalla sua fondazione “nell’era leggendaria del Re Sole, aprendo gratuitamente al pubblico le sue sale. E chiamando a raccolta per animare le serate dei suoi giovedì un manipolo scelto di intellettuali, storici, scrittori, registi d’alto rango”. Il Messaggero aggiorna sul fitto programma dei festeggiamenti all’Accademia di Francia, a Roma: […]

Quotidiani
Quotidiani

Villa Medici celebra i 350 anni dalla sua fondazione “nell’era leggendaria del Re Sole, aprendo gratuitamente al pubblico le sue sale. E chiamando a raccolta per animare le serate dei suoi giovedì un manipolo scelto di intellettuali, storici, scrittori, registi d’alto rango”. Il Messaggero aggiorna sul fitto programma dei festeggiamenti all’Accademia di Francia, a Roma: “un’occasione preziosa per raccontarsi, fare il punto sul proprio percorso, dibattere sul mondo di oggi e su quello che verrà. O provare a immaginarlo. li primo invito, quasi un simbolico taglio del nastro, è toccato a Enzo Cucchi, 67 anni, marchigiano trapiantato a Roma, poliedrico maestro dell’arte contemporanea incoronato da una lunga e prestigiosa carriera internazionale. Ospitalità che l’artista ripaga con un’opera realizzata per l’occasione e ambientata nel grande salone di rappresentanza, dove resterà esposta fino al 20 febbraio”.

II Salone Off si farà. Pronto a fine aprile”. Il dorso torinese de La Repubblica rende conto delle ultime novità in arrivo dalla galassia – sempre movimentata – del Salone del Libro: la presidente della Fondazione Giovanna Milella “risponde così ai coordinatori della Cultura della Circoscrizione Centro, Alberto Re, e di San Salvario, Paola Parmentola, che a tre mesi dal Salone, dopo un faccia a faccia con il direttore eventi culturali Marco Pautasso, hanno sollevato il problema ‘Salone Off’. Negando che ci siano ritardi ed escludendo che ci siano problemi”. Prospettive, geometrie, allegorie. II fascino misterioso degli Uffizi. Il Corriere della Sera presenta la seconda uscita della propria collana Gli artisti e i loro capolavori, le curiosità e i segreti: viaggio nei trenta maggiori siti espositivi del mondo, dedicata appunto alla Galleria degli Uffizi.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.